edilizia sostenibile

Cohabitat Lambrate, consegnate le chiavi a famiglie e studenti

Consegnate tutte le chiavi di Cohabitat Lambrate, il nuovo complesso ecosostenibile con appartamenti in edilizia convenzionata e classe energetica A a Milano, realizzato dalle coop Dorica ed Ecopolis e dall’Atelier Alfonso Femia

di Laura Cavestri

default onloading pic

Consegnate tutte le chiavi di Cohabitat Lambrate, il nuovo complesso ecosostenibile con appartamenti in edilizia convenzionata e classe energetica A a Milano, realizzato dalle coop Dorica ed Ecopolis e dall’Atelier Alfonso Femia


2' di lettura

Le prime chiavi sono state consegnate ad autunno. Dal 1° gennaio è scattato il pagamento dei primi canoni di affitto. È attivo Cohabitat Lambrate , il nuovo complesso ecosostenibile con appartamenti in edilizia convenzionata e in classe energetica A, che propone a Milano - in zona Lambrate/Rubattino – soluzioni abitative a prezzi calmierati. L’iniziativa, nata dalla sinergia di due cooperative – CCL e Delta Ecopolis – all’interno del consorzio Unitaria, è stata progettata da Atelier (s) dell’architetto Alfonso Femia e si concretizza in due stabili di 8 piani, con due interrati destinati a box e cantine. Gli appartamenti sono di tre diverse tipologie: bilocali, trilocali e quadrilocali, tutti configurabili e personalizzabili in base alle esigenze e ai gusti personali.
In tutto, si tratta di 104 alloggi venduti a 2.150 euro al metro quadro, 46 dati in affitto, 5 spazi commerciali e 2 esperienze di coabitazione (cohousing) con 26 posti letto. A completamento, ai piani terra, verranno messi a disposizione della comunità di abitanti due spazi per attività e servizi condivisi; gli spazi prevedono una sala polifunzionale per attività comuni ludiche e di incontro tra gli abitanti, uno spazio “officina” per attività di hobbystica e una lavanderia comune per il condominio.

FOTOGALLERY

«Il nostro modello è no profit – ha spiegato Alessandro Maggioni, presidente di CCL –. Abbiamo tratta l’area con la proprietà e condizionato l’acquisto alla raccolta dei soci. Il nostro obiettivo punta sempre alla copertura delle spese di costruzione. Gli alloggi sono stati venduti a un prezzo di 2150 euro al metro quadro, 500 euro è l’affitto mensile di un nostro bilocale, i nostri posti letto vanno da 250 euro al mese in doppia a 450 in singola, contro i 600 euro richiesti dal libero mercato a Milano. Per diventare soci ed accedere all’edilizia convenzionata era sufficiente dimostrare un reddito familiare non superiore ai 90mila euro, non avere la proprietà di un’altra casa idonea ed essere residenti a Milano»

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...