Residenziale

Cohousing a Milano, Torre sgr vende ad Habitat Navigli l’area di Via Pestalozzi

Il closing dell’operazione suggella la chiusura di una vicenda che aveva messo in discussione i risparmi di circa 120 famiglie. Si consolida anche il piano di concordato che vedrà il recupero di circa il 55% di rimborso ai creditori

di Laura Cavestri

2' di lettura

Si è formalizzata oggi la vendita dell’area di Via Pestalozzi 18, a Milano, di proprietà del Fondo “Scoiattolo” gestito da Torre Sgr. Acquirente, la cooperativa “Habitat Navigli” del Consorzio Cooperative Lavoratori di Milano. Il closing dell’operazione – dell’importo di 22,5 milioni di euro (su un valore complessivo di 50 milioni) – suggella la chiusura di una vicenda che aveva messo in discussione i risparmi di circa 120 famiglie. Attraverso questo passaggio si consolida anche il piano di concordato che vedrà il recupero di circa il 55% di rimborso ai creditori, ossia gli ex acquirenti della società Urban Village Navigli.

A chiedere il concordato preventivo al Tribunale di Milano, oltre alla Srl Urban Village Navigli, anche la NewCoh Srl, che l’aveva creata per la realizzazione di un ambizioso progetto di cohousing. Un’operazione che ha un valore complessivo di 50 milioni di euro e per la quale Ccl ha creato una cooperativa ad hoc, appunto la Coop Habitat Navigli.
A luglio 2021 il Tribunale ha ammesso il piano di concordato, è stata costituita la nuova cooperativa, fatto l’accordo con Torre Sgr e una quota degli ex acquirenti della Srl Urban Village Navigli. A dicembre il voto del piano da parte dell’assemblea dei creditori, poi l’omologa e – entro marzo, come da tabella di marcia – si è giunti al rogito, previo via libera del Tribunale. I soci di Habitat Navigli diventano così proprietari dell’area. I creditori recupereranno circa il 55% dei 40mila euro a testa già versati e chi ha deciso di uscire dall’operazione potrà incassare il denaro.

Loading...

«Esprimiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto, perché ci consente, tramite lo strumento cooperativo, di salvare i risparmi di circa 120 famiglie milanesi e di realizzare un’operazione di assoluto prestigio – ha dichiarato Alessandro Maggioni, presidente della Cooperativa Habitat Navigli e di Ccl –. È stato possibile attraverso una collaborazione virtuosa con Torre Sgr, che ha ricevuto a sua volta il necessario supporto nell’impostazione dell’operazione dagli investitori del Fondo Scoiattolo e con il sostegno della finanza cooperativa, considerato il fondamentale supporto di Bcc Milano. Riteniamo che questa operazione possa portare in futuro a nuovi interventi in partnership con questi autorevoli soggetti».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati