Direzionale

Coima Res cede la «sede» di Philips per 82 milioni ad un premio del 36%

L’immobile è a  Milano in viale Sarca 235 ed è locato ad alcune multinazionali, tra le quali Philips e Signify

di Laura Cavestri

2' di lettura

Coima ha completato ieri la cessione ad un primario investitore locale dell’immobile ad uso ufficio situato nel quartiere Bicocca a Milano, in Viale Sarca 235 (l’immobile “Sarca”) ad un prezzo di 82,5 milioni di euro. Il prezzo di vendita corrisponde ad un rendimento iniziale netto “topped-up” (Epra topped-up Net Initial Yield) al 30 giugno 2021 pari al
4,6%, e un premio pari al 36% rispetto al prezzo di acquisizione. Nell’ambito dell’operazione, il venditore ha rilasciato, in favore dell’acquirente, una garanzia in relazione al pagamento dei canoni da parte dei conduttori che al momento occupano l’immobile.

L’immobile

L’immobile, di dimensioni pari 17.661 mq, è attualmente interamente locato a diversi conduttori internazionali (tra i quali Philips e Signify) ed è caratterizzato da una durata residua media ponderata dei contratti di locazione pari a circa 5 anni. L’immobile è stato interamente ristrutturato nel 2017 dalla piattaforma Coima (secondo un progetto dello studio di architettura Alessandro Scandurra) ed è certificato Leed Platinum.
Coima Res aveva, a sua volta, acquisito l’immobile Sarca nel 2019 ad una valorizzazione pari a 60,7milioni di euro (rendimento iniziale netto topped-up pari al 5,9%) ed il prezzo di cessione implica un unlevered Irr pari al 24% (levered Irr pari al 39 per cento).

Loading...

Con la cessione di Sarca, il net loan to value pro-quota di Coima Res pro-forma al 30 giugno 2021 diminuisce al 28% (dal 35%), mentre la liquidità consolidata pro-forma al 30 giugno 2021 aumenterebbe a circa 107 milioni (da 52 milioni di euro).

Rotazione di portafoglio

La cessione dell’immobile Sarca è in linea con la strategia di Coima Res che prevede una rotazione del portafoglio (in particolare relativamente ad immobili maturi, non core e non strategici) volta a cristallizzare la performance ed a liberare capitale per effettuare nuovi investimenti (sia in termini di acquisizioni di immobili sul mercato che in termini di ristrutturazione di immobili già in portafoglio).
Dall’Ipo ad oggi, Coima Res ha acquisito immobili per un valore complessivo pari a 850,8 milioni di euro (su base pro-quota) ed effettuato cessioni per un valore complessivo pari a 324,8milioni (su base pro-quota), le cessioni sono avvenute ad un premio medio ponderato pari al 10%rispetto al prezzo di acquisizione.
Coima Res detiene una partecipazione del 78,3% nell’immobile Sarca (su base pro-quota), tramite la partecipazione dell’88,2% che Coima Res detiene nel fondo Coima CoreFund VI, il quale, a sua volta, detiene una partecipazione dell’88,8% nel fondo Coima Opportunity Fund I (unico proprietario dell’immobile Sarca).

«Coima Res – ha commentato il suo fondatore e amministratore delegato, Manfredi Catella – prosegue la strategia di valorizzazione del portafoglio anche mediante cessione di asset maturi. La vendita dell’immobile Sarca, nel quartiere periferico di Bicocca, cristallizza la performance raggiunta con un premio del 36% sul prezzo di acquisizione ed un Irr levered del 39%, contribuendo a confermare il valore significativo della società ed alla generazione di liquidità e ad un premio del 36% per nuovi investimenti».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati