Lettera di accompagnamento

Mattarella promulga decreto Sostegni bis, ma avverte: stop a norme fuori tema

Il Capo dello Stato ha allegato una lettera di accompagnamento alla promulgazione indirizzata al Parlamento, che in sostanza contesta l’eccessivo uso di emendamenti con norme fuori tema

(7146)

2' di lettura

Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha firmato la legge cosiddetta “sostegni bis” aggiungendo però una lettera di accompagnamento alla promulgazione indirizzata al Parlamento che in sostanza contesta l’eccessivo uso di emendamenti con norme fuori tema, facendo anche un elenco delle misure fuori tema contenute in questa legge.

Mattarella: in caso gravi anomalie valuterò rinvio Camere

«Per quanto riguarda le mie responsabilità, valuterò l’eventuale ricorso alla facoltà prevista dall’articolo 74 della Costituzione nei confronti di leggi di conversione di decreti-legge caratterizzati da gravi anomalie che mi venissero sottoposti». E’ un passaggio della lettera che il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha inviato a Governo e Parlamento avvertendo che in caso di gravi anomalie nei contenuti di leggi di conversione potrebbe avvalersi della facoltà di rinviarli alle Camere.

Loading...

E ancora: «Anche tenendo conto che il rinvio alle Camere di un disegno di legge di conversione porrebbe in termini del tutto peculiari – alla luce della stessa giurisprudenza della Corte costituzionale – il tema dell'esercizio del potere di reiterazione, come evocato in una lettera del 22 febbraio 2011 del Presidente Napolitano».


Gli 80 anni di Mattarella, lavoro e festa in famiglia

Mattarella, 12esimo presidente della Repubblica italiana, oggi compie 80 anni (è nato Palermo il 23 luglio del 1941). Per l’occasione si è ritagliato qualche ora di relax per un pranzo con i tre figli, Laura, Bernardo Giorgio e Francesco, i loro consorti e i nipoti. Nessun altro amico o rappresentante istituzionale (anche in ossequio alle regole anti-Covid). Con la sorpresa del videomessaggio degli atleti azzurri impegnati alle Olimpiadi di Tokio. «Sono vecchio tra qualche mese potrò riposarmi», raccontava lui un paio di mesi fa agli alunni di una scuola di Roma. Ma sono tanti che invece vorrebbero un Mattarella Bis. A testimoniarlo anche lo squillo dei telefoni del Quirinale, che ha scandito la giornata per gli auguri e i tanti messaggi dal mondo della politica, della cultura, dello spettacolo o da semplici cittadini.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti