Musei e Biennali

Collezionisti e studenti sostengono il rilancio dell’Eli and Edythe Broad Art Museum

di Sara Dolfi Agostini

Ugo Rondinone, Clockwork for Oracles, 2008. Courtesy of the artist and Gladstone Gallery, New York and Brussels

3' di lettura

Ci sono musei che nascono con una grande spinta, ma poi si perdono a causa di imprevedibili contingenze. È il caso dell' Eli and Edythe Broad Art Museum a Michigan State University, fondato nel 2012 e dotato di uno straordinario edificio di 4000 mq opera di Zaha Hadid, che nel 2015 ha perso il suo direttore Michael Rush, venuto a mancare inaspettatamente. Il museo, che ha preso il nome della nota coppia di collezionisti losangelini – Eli è un ex alunno dell'università – in cambio di una generosa donazione di 28 milioni di dollari su un costo totale di 45 milioni, aveva attirato subito l'attenzione del pubblico con una programmazione di richiamo, e una collezione che conta oggi 8 mila opere d'arte. Nonostante oltre 300 mila visitatori e ingresso gratuito, il museo ha tuttavia vissuto un vuoto di direzione per oltre un anno, fino alla nomina del noto curatore Marc-Olivier Wahler, già direttore del Palais de Tokyo di Parigi e dello Swiss Institute di New York, effettiva lo scorso luglio.

Collezionisti e studenti sostengono il rilancio dell’Eli and Edythe Broad Art Museum

Collezionisti e studenti sostengono il rilancio dell’Eli and Edythe Broad Art Museum

Photogallery11 foto

Visualizza

Ed è adesso, dopo un periodo si potrebbe dire di avviamento, che il museo si ricandida a punto di riferimento della scena artistica internazionale, con una data di inaugurazione, il 29 aprile prossimo, e il titolo di una nuova grande mostra, «The Transported Man». “Sarà un nuovo inizio per un'istituzione che punta a inserirsi nel dibattito sul museo del domani, insieme di due elementi, hardware e software, realtà fisica e piattaforma virtuale” spiega il nuovo direttore. E aggiunge: “Come andare oltre la realtà fisica senza perdere la propria identità istituzionale?”. La sua risposta è uscire dalle pareti del contenitore, e metaforicamente ridefinire il ruolo dell'arte, costruendo ponti con altri mondi della creazione e del sapere. “Il titolo della mostra, infatti, si ispira a un famoso gioco di prestigio del XX secolo, dove l'illusionista esce da una porta al lato del palco e rientra dal lato opposto” spiega Wahler, e invita a ripensare l'azione in termini artistici: “un'opera pittorica è composta di pigmenti su tela che a un tratto scompaiono e diventano arte”. La mostra, dunque, non tratta specificamente di magia, ma la richiama ad esempio, secondo un canone caro a molti artisti tra cui Marcel Duchamp, Ugo Rondinone e soprattutto Piero Manzoni, che sarà presente con la Base Magica (1961). “La mostra includerà prestiti importanti, ma anche nuove produzioni di artisti come J ason Dodge o Christian Jankowski, che realizzerà una performance durante la conferenza stampa basata sul romanzo Il Coccodrillo di Dostoevskij” anticipa il direttore.

Loading...

Il budget per le mostre c'è, grazie a un'operazione di stampo privato che si aggiunge all'investimento da parte dell'Università, destinato a coprire stipendi e spese fisse della struttura. “Nel 2012 un numero di collezionisti si è impegnato in un piano di donazioni per cui ciascuno ha contribuito con un'offerta tra 500 mila dollari e un milione di dollari ogni anno per la durata di cinque anni: il tesoretto è adesso una sicurezza per lo sviluppo del progetto culturale, e il direttore per statuto può spendere il 4,5% dell'ammontare totale per iniziative di tipo espositivo” spiega Wahler. Accanto alla grande mostra, il direttore inaugurerà uno spazio di progetto per artisti emergenti con Alicja Kwade - che vedremo tra poco alla Biennale di Venezia – e una sala per installazioni video. La collezione, invece, sarà in mano a un comitato curatoriale di studenti: “saranno anche loro parte attiva nella definizione del museo del futuro” conclude il direttore, e dà appuntamento nella pancia del coccodrillo per la conferenza stampa “ad arte”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti