ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEmergenza Covid

Colori regioni, chi rischia il giallo tra Natale e Capodanno

Prima della fine dell’anno potrebbero diventare nove le regioni in giallo, con 33 milioni di persone coinvolte

di Andrea Gagliardi

Oms: «Pericoloso liquidare Omicron come lieve, numero elevato di casi potrebbe sopraffare ospedali»

2' di lettura

Con il cambio di colore di Veneto, Liguria, Marche e provincia di Trento (che si affiancano a Friuli Venezia Giulia, provincia autonoma di Bolzano e Calabria), da lunedì 21 dicembre saranno circa 12 milioni gli italiani in zona gialla. Un numero che prima della fine dell’anno potrebbe crescere fino a quota 33 milioni, ossia oltre la metà della popolazione. Ci sono infatti tre Regioni in bilico, che potrebbero lasciare la zona bianca entro fine anno: Emilia-Romagna, Lombardia e Lazio, che insieme hanno circa 21 milioni di abitanti.

In Lombardia aumentati i posti letto

La Lombardia (281 casi settimanali ogni 100mila abitanti) nella giornata di mercoledì ha comunicato un nuovo incremento di posti letto nei reparti ordinari, passati da 7.945 a 8.485 (+540). E così, malgrado i ricoveri siano in leggera crescita a quota 1.193, in base ai dati Agenas il tasso di ospedalizzazione è calato dal 15 al 14% in area medica. Mentre in terapia intensiva il dato è stabile al 9,6 per cento. Il giallo è per ora rinviato. Ma continua a incombere.

Loading...
ATTIVITÀ CONSENTITE SENZA/CON GREEN PASS “BASE”/”RAFFORZATO” DAL 6/12/2021 AL 15/1/2022
Loading...

Lazio ed Emilia Romagna a rischio giallo entro fine anno

Sta messo solo un po' meglio il Lazio (239 casi settimanali ogni 100mila abitanti) con i ricoveri in area medica al 13% e le rianimazioni stabili al 9,4 per cento (dato cabina di regia). «Il Lazio a Natale non rischia il giallo ma probabilmente verso il Capodanno potremmo andarci. Bisogna sempre mantenere alta l’attenzione, abbiamo un vantaggio da difendere e non dobbiamo far calare le misure di prevenzione» ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. A rischio anche l’Emilia Romagna (291 contagi settimanali ogni 100mila abitanti): i ricoveri in terapia intensiva sono oltre il limite, all’11,4 per cento. Mentre quelli in area non critica sono all'11 per cento.

Piemonte e Valle d’Aosta sotto osservazione

Alta l’incidenza anche in Valle d’Aosta (373 casi ogni 100mila abitanti) e Piemonte (290). Sul fronte dei ricoveri in Piemonte siamo al 11,5% in area non critica e all’8,4 per cento nelle rianimazioni. Particolare il caso della Valle d’Aosta dove i ricoveri nei reparti ordinari sono al 18,2% ma quelli in terapia intensiva “solo” al 6,1 per cento.

Molise, Puglia e Sardegna le regioni con meno contagi

Tutte le altre regioni sono per ora al riparo da imminenti cambi di colore. Quelle più “virtuose” sul fronte dei contagi sono Molise (40 casi ogni 100mila abitanti), Puglia (86) e Sardegna (97). Le tre regioni registrano anche tra le percentuali più basse sul fronte dei ricoveri. In Molise siamo al 3,4% per i ricoveri in area medica e al 5% in rianimazione. In Puglia al 5,2% nei reparti ordinari e al 5,4% in terapia intensiva. In Sardegna al 7% in area non critica e al 4,4 per cento in rianimazione.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti