Africa

Colpo di stato in Guinea: deposto il presidente Alpha Conde, chiuse le frontiere

Al vertice del gruppo di militari autori del colpo di stato un colonnello dell’esercito, Mamadi Doumbouya

Il presidente della Guinea Alpha Conde sorvegliato dalle forze speciali che hanno preso il potere - Epa

3' di lettura

Con una comunicato alla televisione nella mattinata di domenica, un gruppo di militari ha annunciato la presa del potere e la sospensione della costituzione in Guinea, nell’Africa occidentale.

Secondo quanto riferisce Bloomberg, l’annuncio è arrivato poche ore dopo lo scoppio di un intenso conflitto a fuoco nei pressi del palazzo presidenziale nella capitale, Conakry. L’agenzia France-Presse ha riferito che i golpisti hanno arrestato il presidente Alpha Conde.

Loading...

«Sto seguendo personalmente la situazione in Guinea molto da vicino. Condanno fermamente qualsiasi acquisizione del governo con la forza delle armi e chiedo l’immediato rilascio del presidente Alpha Conde». Lo ha scritto su Twitter il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres. In forse l’incontro di calcio in programma per lunedì tra Guinea e Marocco e valido per le qualificazioni ai prossimi Mondiali.

Un colonnello al vertice

Al vertice del gruppo di militari autori del colpo di stato ci sarebbe un colonnello dell’esercito, Mamadi Doumbouya. La posizione di Conde non è stata immediatamente resa nota e Doumbouya non ha fatto menzione del presidente 83enne, la cui popolarità è crollata da quando ha cercato di essere eletto per un terzo mandato. «La personalizzazione della vita politica è finita. Non affideremo più la politica a un uomo, la affideremo al popolo», ha detto Doumbouya, aggiungendo che le frontiere terrestri sono chiuse e di aver rovesciato il governo e catturato il presidente Conde, a causa della “cattiva gestione” del suo governo.

Doumbouya è un ex ufficiale della Legione straniera francese: era stato nominato a capo delle forze speciali proprio da Alpha Conde.

Leggi anche / Infodata: i 25 Paesi più poveri del mondo

La parabola di Conde

Conde aveva prestato giuramento lo scorso dicembre per un terzo mandato, ponendo tra i suoi principali obiettivi quello di combattere la corruzione presente nel paese a vari livelli. Alpha Conde era salito al potere nel 2010, acclamato anche per aver inaugurato il governo democratico in Guinea a 50 anni dall’indipendenza dalla Francia. Tuttavia, l’83enne presidente ha sempre più represso i suoi rivali politici man mano che l’opposizione contro il suo governo è cresciuta. Nel 2011, è sopravvissuto a un tentativo di omicidio dopo che uomini armati hanno circondato la sua abitazione durante la notte e hanno colpito la sua camera da letto con razzi e granate.

Il business della bauxite

Bloomberg ricorda come la Guinea competa con l’Australia come il più grande fornitore cinese di bauxite, la materia prima utilizzata per produrre allumina e infine alluminio. Il paese ha spedito 82,4 milioni di tonnellate di minerale a livello globale l’anno scorso, secondo i dati del governo. Gran parte di questo materiale è andato alla Cina, che è il più grande paese consumatore di alluminio al mondo.

In forse Guinea-Marocco

La gara di qualificazione per i Mondiali di calcio del 2022 fra la Guinea e il Marocco con ogni probabilità sarà rinviata dalla Fifa a causa di quanto sta accadendo nel Paese dell’Africa occidentale. Il match è in programma per lunedì, alle 18, allo Stade General Lansana Conte’ di Nongo. La nazionale di calcio del Marocco è comunque “al sicuro” in un hotel di Conakry. La federazione sta lavorando per far partire la squadra con un aereo pronto in aeroporto. Con il ct del Marocco Vahid Halilodzic ci sono tanti giocatori impegnati in Europa, tra cui l’ex Inter ora al Psg Achraf Hakimi, i viola Maleh e Amrabat, i tre del Siviglia Bounou, En-Nesyri e Munir. Mentre la Guinea di Didier Six è capitanata da Naby Keita del Liverpool e nelle sue fila milita anche il romanista Diawara. Non è ancora chiaro dove si trovi la nazionale di casa.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti