Emergenza Covid

Come cambiano i colori: Campania in arancione da lunedì, Lombardia e altre 10 regioni con numeri da zona gialla

Restano in rosso Sardegna, Valle d’Aosta e Puglia. Zone gialle ancora sospese la prossima settimana, ma 11 regioni avrebbero le carte in regola per diventarlo

di Andrea Gagliardi

Aggiornato il 16 aprile 2021, ore 20:45

Il presidente Mattarella: "Tra poco arrivera' la nuova normalita'"

3' di lettura

L’incidenza dei contagi Covid in Italia è stabile, dopo la forte flessione della scorsa settimana. Ma il trend resta in lenta discesa. E le macchie rosse sulla cartina geografica, ormai colorata quasi tutta di arancione, si sono ridotte ancora dopo l’ultimo monitoraggio dell’Iss. Una delle quattro regioni rimaste in lockdown, la Campania, passerà da lunedì 19 aprile nella fascia con minori restrizioni.

Restano rosse Valle d’Aosta, Puglia e Sardegna. Le zone gialle continuano a essere sospese ancora la prossima settimana (saranno riattivate dal 26 aprile). Ma, in base al monitoraggio dell’Iss, Lombardia e altre 10 regioni del centro-nord (Piemonte, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio, Molise) avrebbero, in base all’attuale normativa, dati da zona gialla.

Loading...

Campania «promossa» in arancione da lunedì

La Campania viaggia sotto la soglia critica dei 250 contagi cumulati settimanali ogni 100mila abitanti. Negli ultimi giorni i numeri sono cresciuti fino a quota 237. La regione è in zona rossa a causa del valore Rt (l’indice che misura la velocità di contagio) sopra 1,25 registrato due settimane fa. Per venire riclassificati in arancione è obbligatoria la «permanenza per quattordici giorni in un livello di rischio o scenario inferiore a quello che ha determinato le misure restrittive». Negli ultimi due monitoraggi (9 e 16 aprile) l’Rt è sceso sotto la soglia critica. Di qui il passaggio in arancione. Tanto più che in Campania siamo sotto la quota d’allarme del 30% dei posti letto occupati in terapia intensiva da malati Covid.

Vaccinazioni per categoria, il confronto per regione
Loading...

Puglia resta in rosso con Sardegna e Val d’Aosta

Se a determinare la zona rossa non è l’ Rt ma solo l'incidenza dei casi settimanali oltre 250 per 100mila abitanti, basta una settimana di dati sotto soglia per cambiare colore. La Puglia ci ha sperato. Ma l’obiettivo negli ultimi giorni si è allontanato. La settimana di monitoraggio si è chiusa a quota 261. Anche se l’Rt viaggia sotto 1. Preoccupa peraltro il 47% di posti letti occupati in terapia intensiva da malati Covid. Zona rossa confermata comunque. E niente da fare neanche per la Sardegna e la Valle d’Aosta destinate a restare in lockdown almeno, rispettivamente, per due e per un’altra settimana.


Dalla Lombardia all’Umbria 11 regioni con dati da zona gialla

In base al monitoraggio odierno dell’Iss restano in arancione tutte le altre regioni. L’ultimo decreto legge anti-Covid ha sospeso le aree gialle. Ma sulla scorta della normativa attuale (basata su Rt e tenuta del sistema ospedaliero) sono ben 11 le regioni che si collocano da «quattordici giorni in un livello di rischio o scenario inferiore a quello che ha determinato le misure restrittive». E fanno registrare dati da zona gialla (con Rt sotto 1 e rischio complessivo basso o moderato) in due monitoraggi consecutivi. Si tratta di Lombardia (164 positivi settimanali ogni 100mila abitanti), Piemonte (205), Emilia-Romagna (181), Friuli-Venezia Giulia (156), Veneto (134), Trentino Alto Adige (Bolzano 85 e Trento 128), Umbria (102), Marche (155), Abruzzo (123), Lazio (161), Molise (89).

La mappa del Coronavirus in Italia e nel mondo
Loading...

Anche se va sottolineato che in regioni come la Lombardia e il Piemonte il fronte delle terapie intensive resta critico. In Lombardia il tasso di occupazione di posti letto da parte di pazienti Covid è al 51%. In Piemonte siamo al 46 per cento. Né va dimenticato che le Regioni chiedono di semplificare il sistema di monitoraggio eliminando dieci dei 21 indicatori che decidono i colori, inserendo anche un parametro sulla percentuale di vaccinati.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti