interior design

Come far convivere salotto e angolo studio

Scrivania in continuità con la parete attrezzata, vicino alla finestra o ricavata nella parte più bassa del sottotetto di una mansarda. Le proposte online di architetti e designer sulla piattaforma Gopillar per creare un’area lavoro nella zona giorno

di Emanuela Furone

default onloading pic

Scrivania in continuità con la parete attrezzata, vicino alla finestra o ricavata nella parte più bassa del sottotetto di una mansarda. Le proposte online di architetti e designer sulla piattaforma Gopillar per creare un’area lavoro nella zona giorno


3' di lettura

Nei prossimi anni sempre di più andrà diffondendosi il fenomeno dello Smart Working, approdato in Italia in seguito all’emergenza che stiamo vivendo in queste settimane e già comune in molti paesi anglofoni. Secondo i risultati dell’osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, il 58% delle imprese italiane ha già introdotto iniziative di “lavoro agile” tra i propri dipendenti; il dato interessante, inoltre, è che non sono solo delle grandi impese ma anche le Pmi a muoversi in questa direzione.

Per prepararci a questa nuova modalità di lavoro del futuro, che ci permetterà di essere più flessibili ed autonomi nell’organizzazione del nostro lavoro, si rivela spesso essenziale la creazione di uno spazio dedicato al lavoro all’interno delle mura domestiche. A tal fine recentemente è stato attivato sulla piattaforma online per la progettazione architettonica a distanza GoPillar un concorso per l’organizzazione degli spazi in una mansarda al fine di trasformarla in uno spazio relax e di convivialità, trovando anche spazio, al contempo, per un angolo in cui poter concentrarsi e lavorare al pc.

La proposta vincitrice
La proposta vincitrice è stata quella dell’architetto Alessandro Zazzarini che propone una distribuzione degli spazi volta a sfruttare al massimo quelli a disposizione, anche nella parte più bassa del sottotetto che viene dedicata a scaffalature e librerie che possano contenere anche libri e documenti di lavoro. Se la parte principale della stanza è dedicata alla vera e propria zona living, con la presenza di un divano a “L” con chaise-longue e di una moderna struttura TV a parete, troviamo comunque un comodo angolo con scrivania e mobile per la stampante da dedicare al lavoro domestico, posizionato vicino alla porta finestra in modo da valorizzare al massimo l’illuminazione naturale. Per garantire la giusta illuminazione anche durante gli orari serali, l’architetto ha previsto una doppia fila di streep-led sulle travi a vista che si trovano sul soffitto.

Il secondo posto
Al secondo posto troviamo il progetto del designer Stefano Autiero che pone l’ampia scrivania in continuità con la parete attrezzata che contiene anche la TV e il camino. Il piano della superiore della scrivania è realizzato su misura in legno caldo in modo da richiamare la struttura a listelli posta dietro al divano e le travi sul soffitto. Accanto alla scrivania è posizionato un mobiletto contenitore provvisto di mensole. Sono inoltre presenti due pendenti, posti in corrispondenza della scrivania, per permettere un ottimale flusso di luce di almeno 500 lux in caso di lettura o lavoro al pc, così come consigliato dalla normativa in materia di illuminotecnica e comfort visivo sul luogo di lavoro. L’angolo studio, infine, è posizionato nelle immediate vicinanze della porta finestra che conduce sul terrazzino in modo da incentivare brevi pause dal lavoro magari anche all’aria aperta quando il clima lo permette.

Il terzo posto
Infine, analizziamo l’interessante proposta di Paolo Bonaudo caratterizzata da un design moderno e lineare ma allo stesso tempo accogliente grazie all’utilizzo di colori chiari e materiali naturali. L’architetto ha deciso di spostare il caminetto ad etanolo dalla precedente posizione a parete inglobandolo nella struttura del pilastro accanto al divano; questa semplice operazione gli ha permesso di ricavare più spazio da dedicare al piano scrivania e di poter inserire anche un grande tavolo accostato alla finestra che potrà essere utilizzato sia per consumare i pasti che per ricavare momenti di convivialità con il resto della famiglia, magari lavorando mentre i bambini svolgono i propri compiti a casa. Infine, in fondo alla stanza troviamo una fioriera in alluminio verniciato che può contenere un grande numero di piante molto utili a mantenere i corretti livelli di umidificazione e ossigenazione dell’aria durante le ore di lavoro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...