CONTENUTO PUBBLICITARIO

Come trasformare il risparmio in investimento

5' di lettura

Se mai il contante fosse stato re, la sua corona sarebbe decaduta molto tempo fa. I tassi d'interesse sono ai minimi storici, l'inflazione europea è la più alta da novembre 2011 e i risparmi non sono riusciti a generare un reddito significativo dalla crisi finanziaria globale.

Nonostante ciò, molti risparmiatori guardano ancora direttamente alla banca quando accantonano i loro risparmi ogni mese. Infatti, un recente sondaggio su risparmiatori e investitori europei ha rivelato che solo tre uomini su dieci e solo una donna su cinque investono regolarmente.

Pur essendo il contante essenziale per obiettivi a breve termine e per le emergenze, il suo potere d'acquisto si sta gradualmente erodendo nell'attuale contesto economico. Per generare reddito ed evitare il rischio di inflazione, i risparmiatori devono pensare di farsi carico di un livello maggiore di rischio.

Caratteristiche principali
•Quando l'interesse che si ottiene sui conti correnti è inferiore al tasso d'inflazione, si stanno perdendo soldi in termini reali.
•A lungo termine, gli investimenti battono senza dubbio i contanti di un margine significativo.
•È possibile ridurre il rischio di investimento adottando un approccio a lungo termine, investendo in una serie di opportunità diverse e impiegando l'abilità di un gestore di fondi professionista.

Bassi tassi d'interesse e rischio d'inflazione
I depositi in contanti sono liquidi, protetti e non influenzati dalla volatilità del mercato azionario. Tuttavia, non sono certo privi di rischi. Mentre i depositi fino a 100.000 euro sono garantiti dalla legge UE in caso di fallimento delle banche, non c'è protezione contro la minaccia più tranquilla: l'inflazione.

In agosto l'inflazione della zona euro è salita al 3%, raggiungendo il livello più alto in questo decennio. Questo è ben al di sopra dell'obiettivo del 2% della BCE. Le opinioni divergono sul fatto che l'inflazione sia transitoria o che sia destinata a rimanere. Qualunque sia l'esito del dibattito, qualsiasi grado di inflazione (per quanto piccolo) si traduce in perdite per i risparmiatori nell'attuale contesto di bassi tassi, con la BCE che ha tagliato il suo tasso di riferimento allo 0% nel marzo 2016.

Il risparmiatore europeo conosce dolorosamente l'effetto erosivo che può avere l'inflazione quando i tassi d'interesse sono bassi. Nei 10 anni precedenti il 31 agosto 2021, ci sono stati solo 14 mesi su 120 in cui i tassi d'interesse hanno superato il tasso mensile d'inflazione (Figura 1). In altre parole, i risparmiatori hanno perso soldi (in termini reali) quasi ogni mese durante questo periodo.

Figura 1: Il costo del contante

Fonte: Bloomberg al 31 agosto 2021

La ricerca del reddito
Che si tratti di pianificare la pensione, costruire un deposito per una casa o finanziare le tasse scolastiche o universitarie, gli investimenti che generano reddito possono aiutare gli investitori a raggiungere i loro obiettivi. Definite dunque le proprie necessità di reddito, diventa fondamentale per l'investitore esaminare i modi in cui i rendimenti degli investimenti e i pagamenti di reddito possano facilitare le tappe essenziali al raggiungimento degli obiettivi, coprendo al contempo le passività. E per affrontare queste fasi della vita, considerando che per il prossimo futuro il contante probabilmente resterà una fonte di reddito poco attraente, potrebbe essere necessario virare verso attività più rischiose.

Da risparmiatore a investitore
Storicamente, gli investimenti azionari e a reddito fisso hanno superato significativamente il contante nel lungo termine, offrendo un'alternativa attraente per i risparmiatori che cercano reddito e opportunità di crescita del capitale.

Ad esempio, il rendimento annuale medio di S&P500 Index nell'ultimo secolo è stato di circa il 10-11%. Rettificato per l'inflazione, questo equivale ancora a circa il 7%.

La Figura 2 traccia la performance di varie classi di attività nel tempo, illustrando il costo opportunità associato al tenere troppo del proprio patrimonio in contanti.

Loading...
Figura 2: Costo opportunità

Navighiamo nel rischio
Comprensibilmente, può essere psicologicamente difficile superare la paura di mettere a rischio il capitale.

Quando è stato chiesto di spiegare perché avevano evitato di investire in passato, quasi 3/4 delle donne non investitrici e circa il 67% degli uomini non investitori hanno dichiarato che non volevano rischiare il loro denaro.

Tuttavia, gli investitori possono migliorare il loro profilo rischio-rendimento facendo diversi passi semplici:
1.Investire a lungo termine.
2.Avvalersi dei servizi di un gestore di fondi professionale.
3.Ampliare la gamma di opportunità.

La volatilità a breve termine spesso diventa relativamente insignificante se considerata nel contesto di un orizzonte d'investimento a lungo termine. Inoltre, è possibile stare a galla anche durante i crolli di mercato più drammatici se si adotta una visione a lungo termine.

Il market timing a breve termine è spesso un rompicapo anche per gestori di fondi ed economisti esperti. Tuttavia, quando si adotta una visione a lungo termine diversificando i propri investimenti per evitare una sovraesposizione a un particolare tipo di asset, si sostituisce il caso con probabilità matematiche.

Combinando questo con l'abilità di un gestore di fondi, ci si allontana ancora di più dal regno delle congetture.

Infatti, i gestori di fondi attivi cercano di ottimizzare le caratteristiche di rischio-rendimento dei loro portafogli investendo selettivamente nelle opportunità più attraenti, evitando parti del mercato che probabilmente agiranno da freno alla performance.

Evitare la prudenza sconsiderata
Un'intolleranza al rischio o un'incapacità di sopportare le perdite è una ragione sensata per evitare gli asset di rischio. Tuttavia, i risparmiatori dovrebbero valutare se è la paura o la ragione che li trattiene.

In un contesto in cui i rendimenti reali in contanti sono costantemente negativi, spostare una parte dei propri risparmi in attività di rischio potrebbe rivelarsi una decisione prudente, che aiuta a soddisfare i requisiti di reddito nel corso del proprio orizzonte d'investimento.

Nel frattempo, permettere all'inflazione di erodere il proprio denaro, lasciandolo in un conto di risparmio a basso tasso, equivale a una prudenza sconsiderata.

Avviso di rischio
Il valore degli investimenti e qualsiasi reddito da essi derivante possono oscillare. Ciò è dovuto in parte a fluttuazioni dei tassi di cambio. Gli investitori potrebbero non ottenere l'intero importo inizialmente investito.

Informazioni importanti
Questa comunicazione di marketing è per pura finalità esemplificativa ed è riservata all'utilizzo da parte dei Clienti Professionali in Italia. Non è destinata e non può essere distribuita o comunicata ai clienti al dettaglio.

Si prega di non redistribuire.

Le informazioni riportate in questo documento sono aggiornate a luglio 2021, salvo ove diversamente specificato.

Il presente documento non costituisce un consiglio di investimento. Le persone interessate ad acquisire quote del prodotto devono informarsi su (i) i requisiti legali nei paesi di nazionalità, residenza, residenza ordinaria o domicilio; (ii) eventuali controlli sui cambi valutari e (iii) eventuali conseguenze fiscali rilevanti.

Le opinioni espresse da professionisti o da un centro di investimento di Invesco si basano sulle attuali condizioni di mercato, possono differire da quelle espresse da altri professionisti o centri d'investimento e sono soggette a modifiche senza preavviso.

II presente documento è stato comunicato in Italia da Invesco Management S.A., President Building, 37A Avenue JF Kennedy, L-1855 Luxembourg, regolamentata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier, Luxembourg.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti