INNOVAZIONE

Comerio Ercole “torna” nello Spazio

La gomma di protezione per i motori del vettore Vega di Avio realizzata con gli impianti dell’azienda varesina. Che già nel ’69 ha lavorato con Nasa

di Luca Orlando

(AFP)

1' di lettura

L’incursione nel settore spaziale non è una novità. Già nel lontano 1969, infatti, la Comerio Ercole di Busto Arsizio, alle porte di Milano, aveva partecipato alla mitica missione Apollo 11 della Nasa, fornendo macchine da ricamo e la relativa tecnologia per la produzione degli stemmi posti sulle tute degli astronauti.

Esperienza spaziale che si ripete con il vettore italiano Vega, realizzato da Avio. Razzo lanciato in orbita pochi giorni fa e che nei tre segmenti del motore utilizza una particolare gomma per la protezione termica. Componente prodotto internamente in Avio utilizzando un impianto speciale progettato e costruito dalla Comerio Ercole. Impianto di calandratura che si completa con un apparato di mescolazione della gomma specifico.

Loading...

«Siamo molto orgogliosi di avere contribuito al successo di questo importantissimo progetto Europeo - spiega il Ceo di Conmerio Ercole Riccardo Comerio CEO -, un mix di grande tecnologia, passione, costanza e determinazione».

L’azienda, nata nel 1885, è costruttore di impianti completi di calandratura ad alta precisione, titolare di numerosi brevetti internazionali nei comparti della lavorazione gomma (settore pneumatici e nastri trasportatori in particolare – con oltre 1000 referenze nel mondo di impianti completi per produzione di tele gommate tessili e metalliche per pneumatici radiali autovettura, camion e movimentazione terra), delle materie plastiche (settore farmaceutico e pubblicità) e tessuti non tessuti (settore medicale con calandre giganti per la produzione di teli termosaldati per camici e mascherine chirurgiche di protezione).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti