TRASPORTI GREEN

Veicoli elettrici, la carica dei nuovi furgoni ecologici per la città

Sono il mezzo ideale per consegne dell'ultimo miglio o sulle tratte brevi. Inoltre non puntano su grandi batterie perché più costose e pesanti. L'alternativa elettrica offre vantaggi economici e anche gestionali.

di Corrado Canali

default onloading pic

Sono il mezzo ideale per consegne dell'ultimo miglio o sulle tratte brevi. Inoltre non puntano su grandi batterie perché più costose e pesanti. L'alternativa elettrica offre vantaggi economici e anche gestionali.


4' di lettura

Le consegne dell'ultimo miglio e al dettaglio sono la parte finale della logistica. La percorrenza giornaliera di un trasportatore che si muove in città o anche nei dintorni non supera mai i 100 o 200 km e l'autonomia dei furgoni elettrici si ripristina in una notte. Ecco alcuni vantaggi dei nuovi mezzi elettrici per la città. In aggiunta non sono soggetti a limitazioni alla circolazione, mentre la mancanza del cambio e l'immediatezza di funzionamento li rende più facili e da guidare. La meccanica più essenziale riduce tempi e i costi di manutenzione e le batterie sono garantite fino a 5 anni o 100 mila, il periodo d'impiego ideale.

Renault Kangoo

Il noleggio è la soluzione più vantaggiosa
I furgoni a batteria hanno ancora dei prezzi di listino elevati e malgrado le garanzie sulle batterie coprano ormai fino a 8 anni, il noleggio del furgone conviene molto di più dell'acquisto. Per il fatto che terminato il ciclo vita della batteria la sostituzione del mezzo rischia di diventare onerosa. Ma chi, comunque, preferisse la soluzione diversa dal noleggio, ha di fronte varie alternative. Ci sono infatti costruttori, come ad esempio Renault per per il Kangoo Z offrono la doppia possibilità dell'acquisto: quella tutto compreso o parziale del solo mezzo con la batteria offerta in affitto ad un canone mensile.

My Iveco Easy Way

Connettività a bordo e app sempre più evolute
A bordo di un furgone elettrico la condivisione dei dati permette di controllare non solo gli spostamenti, ma anche il loro stato per potere pianificarne la manutenzione, ma anche creare profili personalizzati dei conducenti e condividere le informazioni utili a gestire anche intere flotte. Un navigatore che riceve le informazioni sul traffico o su strade chiuse al passaggio dei mezzi da lavoro e può integrarla coi parametri del percorso da seguire è di estrema utilità. Grazie ad una app come la MyIveco Easy Way si può gestire da remoto sia il condizionamento che i multimedia e l'illuminazione interna del mezzo.

Citroen e Jumpy

In arrivo novità sempre più numerose e vantaggiose
Soltanto un anno fa si contavano sulle dita di una mano. Dal 2020 sia pure a ritmo un pò più lento del previsto per l'emergenza da coronavirsu è boom. Si partiva da quattro new entry, due Mercedes l'eVito e l'eSprinter oltre al Renault Master ZE e al Ford Transit Plug-in proposto come ibrido, ma con una trazione che è 100% elettrica, oltre al pioniere Nissan e-NV200, al Vw eCrafter e al più compatto il Piaggio SporterElectric Power. Ma ci le numerose novità in arrivo entro fine anno, dal nuovo Ducato elettrico, all'Opel Vivaro-e coi gemelli Citroen e-Jumpy e Peugeot e-Expert a cui si aggiunge il Toyota Proace City EV.

Opel Vivaro

Opel lancia il nuovo Vivaro-e, il più green
La versione a batteria è offerta in tre lunghezze e con tante varianti di carrozzeria. Prenotabile a partire da luglio il Vivaro-e 100% elettrico è prodotto sulle linee delle versioni diesel. E' disponibile con due diverse batterie agli ioni di litio: da 75kWh per un'autonomia fino 330 km o per un uso meno intenso da 50kWh e un raggio di azione di 230 km. Con 136 cv di potenza e 260 Nm di coppia il Vivaro-e ha una velocità limitata di 130 kmh. E, inoltre, recupera l'energia in frenata o in decelerazione. La ricarica della batteria da 50 kWh all'80% richiede 30 minuti, circa 45 minuti. per la batteria da 75 kWh.

Ecco il quartetto EV franco, tedesco e giapponese
La carica di quattro modelli che sono da considerarsi cugini a tutti gli effetti: si tratta del Citroen e-Jumpy, del Opel Vivaro-e, del Peugeot e-Expert e infine del Toyota Proace City EV. La stretta parentela deriva non soltanto dal fatto che propongono un unico powertrain che è accreditato di potenza di cc 132 cv, ma anche dal fatto che sono disponibili in due diverse scelte per quanto riguarda la batteria: da 50 kWh che promette 230 km di autonomia e da 75 kWh che arriva fino a 330 km. Capacità di carico, dimensioni e volume interno sono, inoltre, gli stessi delle versioni con sotto al cofano dei motori più tradizionali.

Fiat Ducato Elettrico

Fiat Ducato Elettrico, sarà in vendita nel corso dell'estate
Dopo l'anticipazione a luglio dell'anno scorso più o meno un anno dopo, coronavirus permettendo, è previsto il lancio sul mercato della versione elettrica del furgone di punta della gamma Fiat Professional. Fra i plus del furgone”made in Italy” una gamma articolata che ripropone pari pari le varianti di carrozzeria del modello con sotto al cofano un motore endotermico e di conseguenza dei volumi interni compresi tra i 10 e i 17 metri cubi e una portata massima che sfiora le 2 tonnellate. La potenza complessiva del motore è di circa 122 cv, mentre la velocità è limitata elettricamente a 100 kmh.

Mercedes EVito

Furgoni elettrici Mercedes per le consegne di Amazon
I primi dieci furgoni Mercedes e-Vito in versione Ectralong da 5.370 mm di lunghezza sono stati consegnati al Centro logistico Amazon di Monaco di Baviera. Ora le consegne nella regione meridionale della Germania del leader mondiale dell'e-commerce avvengono tramite il veicolo commerciale alimentato a batteria del brand della “stella”. La flotta elettrica a disposizione di Amazon in Baviera è tuttavia è destinata ad allargarsi ulteriormente nei prossimi mesi dal momento che è prevista un'ulteriore consegna di e-Vito per aumentare la flotta di veicoli commerciali utilizzata per le consegne più rapide nei centri urbani.

MetroSnap

Il futuro del trasporto merci è la modularità
I veicoli modulari grazie all'impiego flessibile anche di diverse carrozzerie a seconda delle necessità possono soddisfare molteplici richieste di consegne di merci effettuabili nell'arco di una stessa giornata. Il che potrà consentire alla mobilità di servizio di non contribuire più di tanto alla congestione del traffico nel centri urbani, ma anche a consegne più tempestive senza timori di furti o tentativi di recapito falliti. La prima applicazione di questi concetti di trasporto è sintetizzata nel Concept MetroSnap realizzato dal costruttore svizzero Rinspeed che l'ha esposto in anteprima al Ces di Las Vegas all'inizio dell'anno.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...