servizi

Comoli Ferrari: mille euro di premio ai 1.100 dipendenti. E il gruppo cresce

Un premio di mille euro ai 1.100 dipendenti del gruppo. È la decisione del gruppo Comoli Ferrari – 450 milioni di fatturato – per rendere tangibile l’attenzione nei confronti del capitale umano

di C. A. F.


default onloading pic

1' di lettura

Un premio di mille euro ai 1.100 dipendenti del gruppo. È la decisione del gruppo Comoli Ferrari – 450 milioni di fatturato – per rendere tangibile l’attenzione nei confronti del capitale umano. L’azienda novarese rappresenta oggi per l’8% del mercato italiano della commercializzazione del materiale elettrico: un “peso” conquistato gradualmente con una politica di acquisizioni portate avanti negli anni «salvaguardando sempre i livelli occupazionali» sottolinea l’amministratore delegato Paolo Ferrari, guida dell’azienda ed esponente della terza generazione.

LEGGI ANCHE / Scompare Giampaolo Ferrari, imprenditore e filantropo

Oggi il gruppo conta 112 filiali sparsi in 8 regioni: una presenza ottenuta con l’acquisizione a inizio anni Duemila della torinese Elettroforniture Panero (e l’assorbimento di 17 dipendenti), poi è stata la volta della varesina Bernasconi (63 dipendenti), della genovese Cisa (140 addetti), della milanese Gdt, acquisita nel 2009 con i suoi 240 dipendenti. Con questa operazione Comoli Ferrari conquista una posizione di preminenza in Lombardia che si consolida ulteriormente nel 2015 con la fusione con il Gruppo Mauri di Trezzo sull'Adda, azienda di elettro-forniture nata mezzo secolo fa, con 92 milioni di euro di fatturato e 350 dipendenti. Il raggio d’azione dell’azienda novarese si allarga all’Emilia Romagna e alla Lombardia orientale.

LEGGI ANCHE / Intesa si allea con Orbian per supportare le filiere

Con un’azione avviata in questi anni anche da altri grandi gruppi in settori differenti – dalla moda alla meccanica – Comoli Ferrari ha aggiunto alle sue attività quella di “tutoraggio”: una forma di garanzia e supporto per quelle imprese del comparto che vogliono innovare ma hanno difficoltà a ottenere finanziamenti dalle banche.

    Riproduzione riservata ©
      Per saperne di più

      loading...

      Brand connect

      Loading...

      Newsletter

      Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

      Iscriviti
      Loading...