Miroglio & Co.

Componenti di precisione disegnati a misura di cliente

di Filomena Greco

Export. L'azienda di Mirafiori esporta il 50% delle proprie produzioni

2' di lettura

A lavoro nella meccanica da cinque generazioni. La Miroglio & Co. ha uno stabilimento a ridosso del plant di Mirafiori e produce componenti meccaniche di precisione per motori, cambi e trazioni. Il powertrain “tradizionale”, dunque, è il core business dell’azienda che sta però già sviluppando con Maserati i componenti per il nuovo motore Folgore che verrà applicato sulla nuova Maserati MC20. «Lavoriamo per il settore automotive, per i mezzi industriali e per le due ruote ed esportiamo il 50% delle nostre produzioni» racconta l’amministratore delegato Maurizio Miroglio. Un fatturato di 20 milioni, una ottantina di persone al lavoro e investimenti “in canna” per circa 3 milioni di euro, concentrati su nuovi macchinari e tecnologia, oltre che nell’ampliamento di un reparto di produzione. «Abbiamo diversificato i mercati di sbocco – racconta l’ad – e riforniamo soprattutto l’industria tedesca, in particolare del Gruppo Volkswagen, mentre in Italia siamo fornitori di Ferrari, Cnh, Iveco, Maserati e Ducato». Una nicchia di mercato, quella dei componenti di precisione per i sistemi di trazione, toccata in maniera solo marginale dalla transizione tecnologica che sta stravolgendo il settore dell’automotive. «Il fatto di non essere nel mass market dell’auto, siamo specializzati su auto top di gamma, lamborghini, Ferrari, Maserati fino a modelli 4per4 prodotti in germania, questo ci mette in parte al riparo dalla crisi indotta dalla mancanza di semiconduttori, quanto alla rivoluzione green credo che si tratti di una transizione che affronteremo poco alla volta come farà tutto il mercato. C’è però da dire che stiamo già sviluppando in collaborazione con alcuni clienti, come ad esempio Maserati, prodotti destinati a motori elettrici, con i clienti tedeschi poi stiamo realizzando dei transfert case per la mobilità elettrica». I progetti dunque si accavallano, alcuni legati alla mobilità tradizionale, altri guardano al futuro dell’e-mobility. Lo sviluppo della trazione elettrica, analizza Miroglio, avrà sicuramente un impatto sulla selezione dei fornitori, con una riduzione dei competitor, «con un impatto che sarà importante in un settore come il nostro, la meccanica, molto presente nel Powertrain tradizionale e molto meno invece nell’elettrico». La Miroglio & Co. fa lavorazioni meccaniche su disegno del cliente. «Abbiamo una diversificazione di lavorazioni e produciamo componenti di precisione destinati ad auto sportive, moto e mezzi industriali» aggiunge l’ad. «Siamo in cammino, in trasformazione, abbiamo già acquisito commesse nell’elettrico e la chiave è rimanere collegati ai clienti» conclude.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti