L’UNIVERSITÀ CHE VERRÀ

Comune e Regione: gioco di squadra con il Politecnico per l’attrattività

Sala: l’industria deve entrare nell’ateneo. Tajani: lavoriamo assieme per attrarre più studenti


default onloading pic
(Imagoeconomica)

3' di lettura

Se il mondo delle imprese e le istituzioni sono partner strategici essenziali per le università, queste ultime sono a loro volta un fattore decisivo di competitività per il territorio.

Il caso di Milano lo dimostra chiaramente, come osserva l’assessore alle Attività produttive del Comune meneghino, Cristina Tajani, intervenendo al Forum del Politecnico organizzato al Sole 24 Ore. «Oggi emerge con forza un tema di competizione tra le aree metropolitane internazionali, in cui il mondo accademico può giocare un ruolo decisivo – osserva –. Nell’ultimo decennio abbiamo assistito a un ruolo sempre più attivo degli attori universitari nella nostra area metropolitana e a un protagonismo in discontinuità con il passato, che si è tradotto in alleanze tra atenei, ma anche a contribuiti attivi alla governance del territorio che per noi, come istituzione, è molto positivo».

In particolare il Politecnico, spiega Tajani, ha contribuito in modo decisivo al ridisegno e alla riqualificazione dell’ex quartiere operaio della Bovisa, nella periferia nord della città, oggi trasformato in un distretto emergente dell’innovazione, della ricerca e della creatività, che proprio nel Politecnico e nel Polihub (l’incubatore di startup dell’Ateneo) trova il suo centro propulsore. Il Comune stesso, fa sapere l’assessore, sta valutando l’ipotesi di trasferire qui una parte dei propri uffici.

La governance comune del territorio
«Quando si parla di rapporti tra istituzioni e mondo delle università, spesso si pensa per prima cosa ai temi della ricerca e del trasferimento tecnologico – prosegue Tajani –: giustissimo. Ma credo che anche questo elemento di sinergia nella governance del territorio sia fondamentale. Il ruolo delle università come co-disegnatori dello sviluppo urbano, in una logica di competizione tra città a livello internazionale, ha sicuramente contribuito alla crescita e all’attrattività di Milano negli ultimi anni».

Oggi la città ha 220mila studenti universitari, quanti un capoluogo di provincia di medie dimensioni: «Il capitale umano è uno dei fattori che determinano la competitività di un territorio – aggiunge Tajani –: perciò il nostro obiettivo è fare sì che Milano abbia sempre più studenti e, possibilmente, i migliori».

Le borse di studio
Per farlo, il ruolo delle istituzioni – attraverso fondi alla ricerca, borse di studio ai giovani e alloggi a basso costo – è fondamentale. Comune e Regione fanno la loro parte, ma non basta: il costo degli affitti è una nota dolente per la città, che punta a essere polo di attrazione per giovani talenti, e le borse di studio non sono sufficienti. «Il 46% degli studenti che riceve una borsa in Lombardia arriva da altre regioni – osserva Fabrizio Sala, il vice presidente di Regione Lombardia, che nel 2018 ha erogato complessivamente 6,3 milioni di euro al Politecnico –. Noi dovremmo dare a tutti le stesse opportunità, ma in questo momento non siamo in grado, perché riceviamo dallo Stato lo stesso contributo di qualunque altra regione italiana». Per questo la sollecitazione di Sala (al governo, ma anche alle imprese e agli attori territoriali) è a «investire sui migliori: cominciamo dalle best practice – dice –. Se abbiamo un sistema universitario di eccellenza, che funziona, come il Politecnico, mettiamoci tutti insieme per sostenerlo».

Uno dei meriti dell’ateneo, secondo Sala, è il modello di cooperazione con il mondo delle imprese scelto per colmare il gap tra sistema della formazione e aziende: «Secondo me il Politecnico sta facendo un ottimo lavoro attirando le imprese all’interno dell’università – osserva –. In passato la politica ha spinto, al contrario, le aziende a portare all’interno l’università, ma secondo noi è molto piu utile ed efficace che siano le imprese a entrare negli atenei. Il Polihub è uno di questi luoghi».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...