ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAerospazio

Comunicazioni strategiche, contratto TAS e Telespazio per i satelliti della Difesa

In orbita entro il 2026 la piattaforma SICRAL3, sistema di satelliti geostazionari a supporto delle missioni operative della Difesa - Il valore del contratto si aggira sui 160 milioni

di Filomena Greco

2' di lettura

La Space Alliance tra Leonardo e Thales mette a segno un nuovo successo industriale firmando con Ministero della Difesa un nuovo contratto per la realizzazione del sistema di telecomunicazioni satellitari sicure SICRAL 3. Si tratta di un progetto che prevede lo sviluppo della fase D, risultato di un processo negoziale articolato che si sta sviluppando attraverso diversi contratti a partire dalle fasi iniziali e che si concluderà con la realizzazione dei satelliti e il lancio SICRAL 3A entro il 2026 e successivamente di SICRAL 3B.

Il programma SICRAL (Sistema Italiano per Comunicazioni Riservate ed Allarmi) è costituito da satelliti geostazionari in grado di fornire servizi di comunicazione sia strategiche che tattiche. Lo scopo è quello di supportare le diverse missioni operative della Difesa sia su territorio nazionale che al di fuori dei confini. Il nuovo SICRAL 3 risponde, dunque, alle esigenze di comunicazione e interoperabilità della Difesa italiana e dà continuità agli attuali servizi di telecomunicazioni satellitari in banda SHF e UHF dei satelliti SICRAL 1B e SICRAL 2, ampliando i servizi disponibili con la possibilità di un payload in banda Ka, oltre a servizi legati alla sicurezza, al soccorso pubblico, e alla protezione civile.

Loading...

Massimo Comparini AD Thales Alenia Space Italia e Ten. Gen. Ing. Angelo Gervasio Direttore di Teledife

A firmare il contratto – valore stimato intorno ai 160 milioni – sono stati Thales Alenia Space (joint venture tra Thales 67% e Leonardo 33%) e Telespazio (joint venture tra Leonardo 67% e Thales 33%). «L'esperienza maturata nella realizzazione di programmi nazionali come SICRAL o come COSMO-SkyMed, nonché il livello delle competenze architetturali e sistemistiche delle tecnologie terrestri e del segmento spaziale, pongono l'industria italiana e la sua filiera in una posizione di leadership nella realizzazione e nella fornitura di soluzioni End-to-End e per “Sistemi di Sistemi”» evidenzia Massimo Claudio Comparini, ad di Thales Alenia Space Italia.

Grazie a SICRAL 3 l'Italia e la NATO potranno continuare a contare su comunicazioni satellitari sicure ed efficaci, ha evidenziato Luigi Pasquali, coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e ad di Telespazio. Thales Alenia Space avrà la responsabilità dell'intero sistema di telecomunicazioni, del segmento spaziale con la progettazione e l'integrazione del sistema e la progettazione, produzione e integrazione dei payload innovativi e di nuova concezione operanti nelle bande UHF, SHF e Ka.

Il segmento spaziale di SICRAL 3 sarà composto da due satelliti, Sicral 3A e Sicral 3B, posizionati in orbita geostazionaria. Elementi innovativi sono la piattaforma del sistema, che include la propulsione elettrica, una progettazione secondo principi di elevata modularità e con un alto livello di autonomia garantendo la possibilità di trasferimento orbitale basato su sensori e ricevitori GNSS/GPS per il controllo del posizionamento e dell'assetto del satellite.

Leonardo fornirà i sensori Space Star che permetteranno a SICRAL 3 di orientarsi e mantenere il corretto assetto in orbita grazie all'osservazione delle stelle e al loro riconoscimento attraverso sofisticati algoritmi.Telespazio sarà responsabile del segmento di terra, caratterizzato da elementi innovativi sviluppato sinergicamente con quanto già realizzato per il programma SICRAL nelle infrastrutture esistenti nel Centro di Controllo di Vigna di Valle della Difesa e il Centro Spaziale del Fucino.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti