ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùVideogame

Con Big Brain Accademy ritorna lo scontro generazionale intelligente

Siamo dalle parti di Brain Training del Dr Kawashima, un successo di 15 anni fa. Gli esercizi per allenare la mente ritornano su Nintendo Switch ma con elementi veri di modernità

di Luca Tremolada

La lezione procedurale di No Man’s Sky #PlayThinkTalk

2' di lettura

Quando è uscito Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Ds sembrava essere nato un filone inesauribile. Calcolare l’età cerebrale, allenare il cervello con esercizi di logica e matematici era prima di tutto un modo di giocare diverso da quello solito del videogioco. Non si saltava, non si sparava, si risolvevano puzzle con un pennino. La cosa più simile ai libri di enigmistica formato console. Ad ogni modo il gioco Nintendo ispirato agli studi del neuroscienziato giapponese Ryuta Kawashima è stato un successo commerciale mondiale.

Riproposto su Nintendo Switch quindici anni dopo, non ha bissato i risultati su Nintendo Ds. Accade, anche a una specialista dei giochi senza tempo come Nintendo. Con Big Brain Accademy potrebbe però riprovarci.

Loading...

La novità di Big Brain Accademy: sfida tra menti

Siamo dalle parti di Brain Training ma con un elemento di modernità intergenerazionale che prima non c’era. Si tratta di un party game multigiocatore in cui ci si sfida a colpi di minigiochi di algebra, memoria, analisi e molto altro. Si gioca a scoprire chi è il più “cervellone” della famiglia o del proprio gruppo di amici. Persone di tutte le età e livelli di abilità possono competere l’uno contro l’altro alla pari. Si esce dalla gabbia dell’allenamento del cervello. Si gioca con la matematica ed è bellissimo.

Come funziona

Gli esercizio sono semplici: identifica un animale man mano che la sua immagine diventa sempre più nitida, rompi blocchi per riprodurre forme, guida un treno a destinazione. I rompicapi sono suddivisi in cinque categorie: Intuito, Memoria, Analisi, Algebra e Percezione.

Puoi giocare da solo o con un massimo di altri tre giocatori in locale oppure con altre persone in giro per il mondo in multiplayer via Wifi. La novità è quella di potere impostare il proprio grado di difficoltà, in questo modo persone di tutte le età e livelli di abilità possono competere l’uno contro l’altro. È l’idea che mancava per renderlo davvero un intelligente scontro intergenerazionale. E costa poco: 29,99 euro.

Riproduzione riservata ©

  • Luca TremoladaGiornalista

    Luogo: Milano via Monte Rosa 91

    Lingue parlate: Inglese, Francese

    Argomenti: Tecnologia, scienza, finanza, startup, dati

    Premi: Premio Gabriele Lanfredini sull’informazione; Premio giornalistico State Street, categoria "Innovation"; DStars 2019, categoria journalism

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti