Sfilate couture

Con le colorate sacerdotesse di Fendi cala il sipario sull’alta moda a Parigi

La maison romana, con una bella prova di Kim Jones, ha chiuso la settimana dominata da ricerca di rigore e autenticità

di Angelo Flaccavento

(AFP)

2' di lettura

Ritorno all’ordine, non come restaurazione, ma come ricerca di autenticità: il senso ultimo della settimana della haute couture parigina, terminata giovedì, sembra essere la rinuncia all’eccesso. Mentre il prêt-à-porter vira deciso verso l’entertainment fiammeggiante, l’alta moda riporta l’attenzione sui vestiti, anche se ormai sulle seggioline d’oro oltre alle madame siedono le influencer.

Volumi sinuosi da Schiaparelli

È significativo che persino Daniel Roseberry, il direttore creativo di Schiaparelli che a suon di surrealtà kitsch si è guadagnato infinite attenzioni mediatiche, opti per un nuovo senso di rigore, tutto volumi sinuosi in bianco e nero con svolazzi oro, invece di proseguire per la via nota. Il nuovo Schiaparelli è severo, monastico, ma anche carnale, esuberante e glamouroso, figlio di un ideale ménage a trois tra Elsa Schiaparelli, Cristobal Balenciaga e Thierry Mugler.

Loading...

Tante silhouette (di età diversa) da Valentino

Pierpaolo Piccioli, da Valentino, riparte dal corpo. La collezione è un excursus molto Valentino di perfezione vibrante, freddezza bollente e colori dell’altro mondo, condensato in silhouette ora verticali e grafiche, ora orizzontali e vaporose e presentato su corpi diversi e donne di varie età. Il disegno inclusivo di Piccioli, che sul tema dell’apertura si esprime da tempo, riesce perché i corpi - allungati, statuari, giunonici, minuti, voluttuosi, seccagni - sono lo strumento, ma non il messaggio finale, e questo porta ad una riscrittura del processo creativo, sviluppato su più corpi invece che su uno ideale, mantenendo intatta l’estetica rarefatta e aggraziata, anche quando si sfiora il sexy.

Fendi, l’ispirazione delle sacerdotesse è Roma

Da Fendi, Kim Jones affronta l’aspetto sacrale della romanità - Roma è caput mundi e ispira tutti i valori della maison - in una fantasia ieratica popolata di sacerdotesse in lungo vestite, issate su trampoli infiniti, i volti alieni tempestati di brillanti. L’aspetto celestiale, condensato dai bianchi e dai blu, si mescola a qualcosa di più fosco, se non infernale di certo esoterico, in una profusione di rossi e di neri. È la prova più riuscita di Jones dall’arrivo in Fendi, anche se l’espressione, a tratti, rimane rigida.

Fendi, viaggio in una Roma antica e futuristica

Fendi, viaggio in una Roma antica e futuristica

Photogallery25 foto

Visualizza

Best of Paris, da Dior a Chanel a Gaultier e Viktor & Rolf

«La couture ha bisogno di umani, e mi è sembrato importante metterlo in luce adesso» dice Maria Grazia Chiuri, che da Dior celebra il lavoro manuale degli atelier in ogni sua forma: da quello inapparente che scompare dentro abiti di perfetta semplicità a quello evidente dei ricami che si moltiplicano e brulicano per ogni dove, incluse le calze e le scarpe. La collezione oscilla tra questi due poli: è di una purezza assoluta oppure brilla e scintilla; copre e nasconde oppure rivela il corpo e lo sottolinea.

Chanel celebra una donna delicata e femminile, decisamente più fresca che in passato, ma la proposta si frammenta e oscilla dagli esotismi alla Bakst alle carinerie anni Cinquanta, dalla linearità anni Venti alle frivolezze anni Trenta, dai tweed al sangallo. È estremo e teatrale Gaultier Couture nella interpretazione di Glenn Martens, ospite di stagione alla guida degli atelier: una immaginifica e irriverente distorsione dei codici, dai bustini al velluto cremisi alle righe marinare. Viktor & Rolf, infine, immaginano una parodia horror di spalle spinte in alto e teste incassate alla Nosferatu che molto diverte e fa pensare, perché il vestito ridisegna il corpo ma lo distorce pure. Sempre con rigore.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti