Impegno e shopping digitale

Con Ethiqueprivee.com arrivano anche in Italia le vendite private «sostenibili»

Nata in Francia la scorsa estate, la piattaforma propone 80 marchi di moda, beauty e design scelti in base al loro impegno e alla produzione locale. Entro l’anno proporrà anche viaggi

di Chiara Beghelli

3' di lettura

Gli zaini Bhangara, in canapa naturale e realizzati da comunità rurali del Nepal, oppure i cosmetici dell’azienda spagnola Beauté Mediterranea, che fa piantare un albero nel nord-ovest del Madagascar per ogni prodotto venduto: entrambi sono in questi giorni disponibili su Ethiqueprivee.com, il primo sito di vendite private dedicato alle aziende impegnate nella sostenibilità.

Nato in Francia da un’idea di Prescillia Pontat, imprenditrice di 42 anni con una lunga esperienza nel mondo retail, come buyer per Intersport e per Showroomprivé, uno dei gruppi leader nel settore delle vendite private, è stato lanciato a fine dello scorso agosto e da febbraio è approdato anche in Italia, Spagna, Germania e Benelux. Pontat racconta di essere stata folgorata sulla via della sostenibilità da una visita ad alcune manifatture di abbigliamento in Bangladesh: «Sfruttamento minorile, condizioni di lavoro disastrose, paga irrisoria...Ho voluto agire per cambiare le cose - spiega -. E per prima cosa ho capito che una produzione etica e più rispettosa dell’ambiente richiede la delocalizzazione delle fabbriche».

Loading...

Zaino in canapa di Bhangara

Inizialmente Prescillia pensa di lanciare una sua linea di abbigliamento sostenibile e per farla produrre sceglie il Portogallo, «dove l’approccio eco-responsabile è standardizzato, controllato e certificato». E anche se il confinamento che chiude la Francia blocca i suoi progetti, non ferma il suo desiderio di proporre qualcosa di diverso. Ecco allora che nasce e si sviluppa il progetto di Ethiqueprivee.com.

Lo scouting di marchi sostenibili e “local”

Oggi sono oltre 80 i marchi proposti per le vendite private, scelti in base al loro impegno ambientale e sociale: «Il nostro obiettivo è rendere i prodotti eco-responsabili accessibili a tutti - aggiunge -. Accessibile dal punto di vista del prezzo, ma anche nel senso di far scoprire nuovi marchi ai clienti. Utilizziamo molto i social e lo faremo ancora di più in futuro, anche sviluppando collaborazioni con influencer», dice Prescillia Pontat.

Ethiqueprivee.com ha scelto una via “slow” anche per il suo funzionamento: l’ordine dei prodotti, infatti, è inoltrato alle aziende solo dopo essere stati acquistati dal cliente, scelta che elimina il potenziale problema delle giacenze. Di conseguenza i tempi di consegna possono allungarsi rispetto a quelli di siti tradizionali, ma a fronte della consapevolezza di condividere una precisa filosofia di consumo.

Saponi Les Panacées

Un canale per promuovere le pmi “green” più innovative

La maggior parte dei brand presenti sono piccoli, spesso artigianali e per lo più (al momento) francesi, accomunati dall’usare materiali certificati, biologici, riciclati, e perseguire la sostenibilità anche nel loro processo produttivo, tutti aspetti che il portale evidenzia raccontando la storia e gli obiettivi di ogni azienda. Ethiqueprivee.com diventa dunque anche un canale per valorizzare e sostenere le pmi nazionali impegnate nella sostenibilità, dando visibilità a un peculiare tessuto imprenditoriale.

Dalle scarpe ai cosmetici, con i viaggi in arrivo

Così, ci sono i prodotti da barba di Imperial Beard, fatti con materie prime sostenibili e certificate, gli accessori per la casa in plastica riciclata di Eléphant, storico marchio fondato nel 1845 e che mantiene la sua manifattura a Béthisy-Saint-Pierre nell'Oise; i pannolini in tessuto di fibra di bambù di P'tits Dessous, le scarpe Saola fatte di materiali da riciclo e che devolvono l’1% delle vendite a progetti ambientali; ancora, i carboni attivi giapponesi Takesumi, capaci di purificare l’acqua in modo naturale, e l'involucro riutilizzabile per alimenti My Little Bee fatto di cotone, resina e cera d’api; lo streetwear vegano Ragwear, prodotto fra la Germania e la Repubblica Ceca, abiti e giocattoli per bambini.

«Oggi Ethiqueprivee offre prodotti nelle categorie Fashion, Beauty, Sports e Children, a cui presto aggiungeremo anche l’arredo-design - conclude Pontat -. Ed entro la fine dell’anno lanceremo anche la categoria dei viaggi, per recuperare e onorare il piacere di viaggiare, perso a causa della pandemia, attraverso soggiorni al 100% eco-responsabili».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti