Famiglie e studenti

«Con la pandemia l’opzione internazionale si fa in streaming»

2' di lettura

«Puntiamo all’internazionalizzazione: da 15 anni simuliamo una sessione Onu, accogliendo studenti da tutto il mondo, dall’India agli Stati uniti. Anche quest’anno, nonostante la pandemia, abbiamo voluto mantenere l’impegno, utilizzando le risorse delle piattaforme digitali e il live streaming. Nel nostro piano dell’offerta formativa c’è anche l’opzione Cambridge, che sviluppa una didattica Clil nelle materie scientifiche di indirizzo, con un focus su letteratura e lingua inglese al triennio: la specificità rispetto ad altre scuole è la “materia” Business Studies, che è stata introdotta proprio perché una fetta dei nostri alunni prosegue negli studi universitari nelle lauree ad indirizzo economico-finanziario». Per Marina Frettoni, preside del liceo Farnesina di Roma, due indirizzi uno scientifico, l’altro musicale introdotto nel 2010, primi nella Capitale, «innovazione e tradizione sono due stelle polari per una scuola che guardi davvero ai bisogni degli alunni».

Professoressa, la vocazione internazionale, già dal vostro nome, è forte...

Loading...

Sì, è uno dei tratti caratteristici dell’istituto. Con un altro progetto, il Mep (Model European Parliament), simuliamo una sessione del parlamento europeo. La nostra didattica è anche orientata alla laboratorialità: un paio d’anni fa, è partita l’iniziativa Fisica+, 1 ora aggiuntiva di fisica interamente laboratoriale nelle classi iniziali. A settembre 2021 replichiamo con Economia+. Entrambe le iniziative sono gestite dai docenti dell’organico di autonomia e non comportano alcun impegno aggiuntivo di spesa per le famiglie.

Puntate molto sulle soft skills?

Certamente. Per noi le competenze trasversali sono, oggi, fondamentali, accanto alla preparazione specialistica, che garantisce, comunque, l’indirizzo scelto. Con il liceo musicale, ad esempio, abbiamo rapporti con il Conservatorio, l’associazione degli editori, l’istituto discografico di Stato. C’è una specializzazione proprio nell’area artistico-espressiva. Facciamo laboratori di teatro e abbiamo una orchestra. Nei laboratori di musica sono rappresentati tutti i settori orchestrali.

Cosa fanno dopo gli alunni?

Grazie alla scuola-lavoro, attivata dal liceo, ogni anno, gli studenti hanno la possibilità di esplorare vari settori occupazionali e così scegliere al meglio. Attraverso la partecipazione alle indagini Almadiploma, abbiamo una fotografia abbastanza precisa: oltre agli indirizzi economico-giuridici, si prosegue anche nelle lauree tecniche, scientifiche e medico-sanitarie, una scelta, quest’ultima, fatta da molte studentesse.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati