ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGames

Con Ring Fit Adventure la ginnastica è un gioco divertente (ma faticosissimo)

Una nuova idea di Nintendo per giocare e fare ginnastica. Ring Fit Adventure è una versione videoludica del Pilates e dello Yoga. Lo abbiamo provato.

di L.Tre.


default onloading pic

2' di lettura

Non è Wii Fit, tengono a precisare in casa Nintendo. Eppure, ci assomiglia davvero molto. Ring Fit Adventure è la versione “gamificata” della “pedana” per fare ginnastica e Yoga lanciata da Nintendo più di dieci anni fa. Per dirlo in italiano il pretesto è tenersi in forma ma il piacere è il gioco. O viceversa.
Come funziona.
Ring Fit Adventure si compone di un dispositivo elastico circolare che a Pilates chiamano anello. Ci colleghi sopra i Joy-Con, cioè i controller della Nintendo Switch. Mentre alla coscia sinistra tocca applicare una fascia elastica (sempre con un controller attaccato). La prima cosa che spontaneamente ti viene da fare è afferrare l’anello con le due mani e comprimerlo. Si inizia, così addestrando il gioco a calibrare la tua forza. Il sistema mappa i passi e misura la pressione applicata all’anello. Il consiglio è di non fare i fenomeni all’inizio perché diventa davvero complicato dopo. E poi si inizia il gioco.

Ring Fit Adventure, come funziona

Ring Fit Adventure, come funziona

Photogallery6 foto

Visualizza

Nella sua essenza Ring Fit Adventue è un gioco di ruolo vero con una voce narrante che ti sprona a darti da fare. Quindi sostanzialmente si corre sul posto si eseguono esercizi e piegamenti che appartengono alla tradizione del Pilates, dello Yoga e della ginnastica a corpo libero. Tre la aree conivolte sotto il profilo muscolare: gambe, addominali e braccia. Più lo Yoga.
Non va sottovalutato. Non è un giochino. Lo storytelling videoludico lo rende un intrattenimento dannatamente faticoso. A differenza dei numerose app per fare esercizio la componente di gaming è talmente ben realizzata che ti dimentichi degli esercizi e fai quello che fanno tutti i giocatori: competi per vincere. I combattimento sono a turni, gli scontri si risolvono eseguendo in successione una serie di esercizi (in totale sono 60 tipi diversi). La storia naturalmente non è rilevante, neppure i nemici e il personaggio che interpreti.
Da sottolineare con la penna rossa la mancanza di interoperabilità, nel senso che non si può collegare gli esercizi su Nintendo con le app del fitness cha abbiamo su smartphone o orologio. E anche il tono delle incitazioni che a volte ricordano i peggiori personal trainer da palestra. Dentro però ci trovate la fantasia tecnologica della Nintendo che usa la telecamera ad infrarossi per leggere il battito cardiaco al termine di ogni sessione. E quell’ironia di fondo nel realizzare i giochi che solo i giapponesi di Kyoto posseggono.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...