ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLavoro

Con lo smartworking -40% di anidride carbonica all’anno per lavoratore

La ricerca Enea: così si risparmiano 3.500 chilometri e 260 litri di benzina a testa

(master1305 - stock.adobe.com)

2' di lettura

Il lavoro a distanza fa bene all’ambiente: per ogni lavoratore in smart working si evita l’emissione di circa 600 chilogrammi di anidride carbonica all’anno, il 40% in meno. Con notevoli risparmi in termini di tempo (circa 150 ore), distanza percorsa (3.500 km) e carburante (260 litri di benzina o 237 litri di gasolio). A dirlo è l’Enea, che ha appena pubblicato sulla rivista internazionale Applied Sciences i risultati di uno studio sull’impatto ambientale dello smart working a Roma, Torino, Bologna e Trento nel quadriennio 2015-2018.

In Italia i trasporti sono responsabili di oltre il 25% delle emissioni totali nazionali di gas ad effetto serra, e quasi tutte (93%) provengono dal trasporto su gomma, con le automobili a fare la parte del leone (70%). In base alle risposte di un campione di 1.269 lavoratori agili della pubblica amministrazione nelle quattro città prese in esame, che negli spostamenti casa-lavoro usano il mezzo privato a combustione interna, ogni giorno di lavoro a distanza permetterebbe di evitare 6 kg di emissioni dirette in atmosfera di CO2 e risparmiare 85 megajoule (MJ) di carburante pro capite. L’analisi dell’Enea evidenzia inoltre una riduzione anche di ossido di azoto a persona al giorno (dai 14,8 g di Trento ai 7,9 g di Torino), di monossido di carbonio (da 38,9 g di Roma a 18,7 g di Trento), di Pm10 (da 1,6 g di Roma a 0,9 g di Torino) e di Pm2,5 (da 1,1 g di Roma e Trento a 0,6 g di Torino).

Loading...

In media, i lavoratori del campione osservato dall’Enea percorrono 35 chilometri al giorno, per una durata di 1 ora e 20 minuti. Roma si conferma la città più critica, con un tempo di percorrenza medio di 2 ore (un lavoratore su 5 percorre più di 100 km al giorno). Nella capitale ogni persona trascorre nel traffico 82 ore all’anno. Trento risulta infine la città con il maggior ricorso a mezzi privati a combustione interna negli spostamenti casa-lavoro (62,9%), seguita da Roma (54,4%), Bologna (44,9%) e Torino (38,2%).

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti