IL CONFRONTO IN EUROPA

Con il taglio dei parlamentari Italia quinta nell’Ue per deputati e quarta per senatori

Con questa riforma, l’Italia diventa il Paese dell’Ue con il minor numero di deputati in rapporto alla popolazione: con 0,7 “onorevoli” ogni 100.000 abitanti (dall’uno precedente), supera la Spagna che deteneva il primato con 0,8. Al primo posto, sotto questo profilo, c’è Malta: 14,4 deputati ogni 100mila abitanti

di Andrea Carli


Taglio dei parlamentari: tutte le nuove regole

2' di lettura

Con il via libera della Camera alla riforma che taglia il numero dei parlamentari (400 deputati e 200 senatori elettivi) a partire dalle prossime Politiche, nella classifica del numero di deputati che vede competere i 28 paesi Ue l’Italia passa dal terzo posto (alle spalle di Germania e Regno Unito, rispettivamente con 709 e 650 deputati) alla quinta posizione, dietro a Germania, Regno Unito, Francia (577) e Polonia (460). Se la partita si gioca invece sul campo della Camera alta , il paese passa dalla terza alla quarta posizione, superato dalla Spagna (266).

In diversi ordinamenti vi è monocameralismo, pertanto la classifica della Camera alta prende in considerazione solo 13 paesi (oltre all'Italia, Regno Unito, Francia, Spagna, Romania, Polonia, Repubblica ceca, Paesi Bassi, Germania, Irlanda, Austria, Belgio e Slovenia).

CON LA RIFORMA ITALIA QUINTA NELL'UE PER NUMERO DI DEPUTATI
* La Costituzione di Cipro prevede 80 parlamentari (a seguito della revisione del 1985), dei quali 56 eletti dalla comunità greco-cipriota e 24 dalla comunità turco-cipriota. (Fonte: dossier dei Servizi studi di Camera e Senato del 25 giugno 2019)

Il caso francese e quello tedesco
Nel maggio dello scorso anno il Governo francese ha presentato all’Assemblea nazionale un disegno di legge organica che prevede la riduzione del 30 per cento sia dei deputati sia dei senatori. Se approvato, i deputati francesi passerebbero da 577 a 404 e i senatori da 348 a 244.In Germania per il Bundestag la legge elettorale determina un numero minimo di componenti (598), cui possono aggiungersi seggi “soprannumerari” (Uberhangmandate), conseguenti all'esito elettorale (connesso a un sistema in cui vige un “doppio voto”, uninominale di collegio e di lista). Questi seggi risultano variabili dal punto di vista numerico, di legislatura in legislatura (dopo le elezioni del 2002 i seggi “in soprannumero” sono stati 5, nel 2005 sono stati 16, nel 2009 sono stati 24, nel 2013 sono stati 4).

GUARDA IL VIDEO - Taglio dei parlamentari: tutte le nuove regole

Italia paese Ue con il minor numero di deputati per popolazione
Con questa riforma, che è legge a tutti gli effetti a meno che non venga stoppata da un referendum da tenersi in primavera, l’Italia diventa il Paese dell’Ue con il minor numero di deputati in rapporto alla popolazione: con 0,7 “onorevoli” ogni 100.000 abitanti (dall’uno precedente), supera la Spagna che deteneva il primato con 0,8. Al primo posto, sotto questo profilo, c’è Malta: 14,4 deputati ogni 100mila abitanti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...