ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCassazione

Condannata la moglie che approfitta della sua forza e risolve i contrasti picchiando il marito

Un uso sconsiderato della forza per risolvere le controversie inevitabili nella normale convivenza. Da parte del marito nessun atteggiamento contrario a regole giuridiche, morali o sociali

di Patrizia Maciocchi

(Adobe Stock)

1' di lettura

Lui non aveva avuto nessun atteggiamento contrario alle regole giuridiche, morali e sociali, ma lei lo picchiava. Approfittava della sua forza, facendone un uso del tutto inappropriato, per risolvere le normali controversie che sorgono nella convivenza. Per questo la Cassazione, esclude, sulla base degli atti, la legittima difesa, e nega l’attenuante, punendo la donna per lesioni. La Suprema corte, con la sentenza 33585, nel respingere il ricorso contro una condanna considerata di «un’ingiustificata severità» dalla difesa della donna, valorizza la personalità negativa dell’imputata «incline a usare in modo sconsiderato la sua forza per risolvere le controversie della normale convivenza».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti