Energia

Condominio, gestione più efficiente per limitare il caro-metano

Possibile chiedere al manutentore dell’impianto interventi di contenimento. L’amministratore deve prepararsi a chiedere rate più alte o un maxi conguaglio

di Glauco Bisso

2' di lettura

Allarme prezzi per il metano 2021/2022. Arera, l'Autorità garante per l'energia, reti e l'ambiente, ha rilevato in 84,67 centesimi il prezzo per metro cubo per il terzo trimestre 2021, il 40,60% in più rispetto ai 60,22 centesimi del terzo trimestre 2020 e il 18,82%, rispetto ai 71,22 centesimi del terzo trimestre 2019. Occorre andare al primo trimestre 2014 per trovare un prezzo simile di 86,23 centesimi di euro a metro cubo. La materia prima gas naturale aveva allora raggiunto i 39,92 centesimi contro i 36,86 centesimi attuali. Per il mercato tutelato - osservano da Arera - è prematuro fare previsioni perché l’aggiornamento per l’ultimo trimestre 2021 avverrà a fine settembre.

COME È COMPOSTA LA SPESA
Loading...

Per rendere più efficiente l'impianto, anche sfruttando i bonus fiscali, occorrono tempi lunghi. Più rapido migliorare la gestione: si può ridurre le spese anche oltre il 10%, se il manutentore adotta modalità che permettano di mantenere la temperatura dell'impianto al livello più basso e costante a parità di confort. L'adozione di contratti di manutenzione con premi di risultato al manutentore possono costituire lo strumento adatto a conseguire subito il risultato.

Loading...
COSA CAMBIA
Loading...

Più difficile fissare il prezzo o il suo adeguamento ai valori di riferimento di mercato perché la conoscenza non si improvvisa e le fonti di informazione non sono neutre.

I condomini, come anche le famiglie e le imprese, possono consultare il comparatore web www.ilportaleofferte.it e vedere se ci sono offerte più vantaggiose nel mercato libero e, una volta sottoscritte, verificare di anno in anno se mantengono la loro convenienza oppure trovarne di più convenienti.

In ogni caso, se il prezzo aumenta, il rischio della maxi-rata di conguaglio diventa certezza. La soluzione è quella che l'amministratore richieda sin da ora gli acconti e in modo costante per l'intero anno: l'aumento di prezzo è così distribuito e sostenibile per tutti.

L'approvazione del rendiconto ha infatti efficacia dichiarativa e non costitutiva (Cassazione 10621 del 28 aprile 2017). Il termine per la presentazione del rendiconto condominiale per le spese ordinarie è attualmente rinviato, secondo l'articolo 63 bis del decreto “Agosto”, Dl 104/2020, legge 126/2020, «fino alla cessazione dello stato di emergenza da Covid 19».

L'approvazione assembleare è comunque necessaria per ottenere da subito il decreto ingiuntivo, senza dover istruire prima l'azione di cognizione che accerti il debito.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti