agroalimentare

Confagricoltura compie 100 anni: «Ora un piano strategico per l’agroalimentare»

Festeggiamenti a Roma alla presenza di Mattarella e Conte. Il presidente dell’associazione, Massimiliano Giansanti: «Possiamo crescere del 25%»

di Micaela Cappellini

default onloading pic
(ANSA)

Festeggiamenti a Roma alla presenza di Mattarella e Conte. Il presidente dell’associazione, Massimiliano Giansanti: «Possiamo crescere del 25%»


3' di lettura

«Tra le risorse messe a disposizione dal Governo e quelle mobilitate dall’Unione europea abbiamo l’occasione per lanciare e realizzare un piano strategico per lo sviluppo del sistema agroalimentare italiano. Un balzo in avanti del 25% della produzione vendibile dell’agricoltura è nelle nostre possibilità». È con lo sguardo tutto rivolto al futuro che Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, ha voluto festeggiare i cento anni dalla nascita della sua associazione. Le celebrazioni ufficiali si sono svolte lunedì 28 settembre nella splendida cornice di Palazzo Colonna a Roma, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del premier Giuseppe Conte, dei ministri Bellanova e Patuanelli e della sindaca Virginia Raggi.

«Durante l’emergenza sanitaria - ha detto Giansanti - l’agroalimentare italiano si è dimostrato affidabile e ha dato seguito alla richiesta di rifornire il mercato senza interruzioni. Adesso, però, è necessario dare supporto alle imprese, per metterle in condizione di continuare a far crescere competitività e produzione». Serve annullare il divario digitale e delle infrastrutture, ha ricordato il presidente di Confagricoltura; occorre far crescere la produttività, rilanciare la ricerca scientifica, potenziare gli investimenti pubblici e sostenere quei giovani che sempre più numerosi tornano a scegliere la campagna. «L’agricoltura sarà centrale per il Green deal europeo e per la sostenibilità ambientale - ha detto Giansanti - abbiamo l’occasione e le risorse finanziarie per realizzare un’opera di ricostruzione di portata analoga a quella che fece seguito alla fine della Seconda guerra mondiale».

«Il Governo è pronto - gli ha risposto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo alle celebrazioni - l’agricoltura è una delle luci da cui passa il rilancio del Paese. Dalla Ue disponiamo di risorse finanziarie aggiuntive: il piano di interventi riguarderà le infrastrutture, i trasporti, la ricerca, il divario digitale e le filiere strategiche per il Paese». Il premier ha assicurato che l’Italia non è in ritardo sulla tabella di marcia dettata da Bruxelles e che le linee guida del piano saranno presentate entro ottobre: «Il 37% del volume delle risorse andrà destinato a progetti green: ne approfitteremo per mettere mano al dissesto idrogeologico. Particolare attenzione dedicheremo alle nuove tecnologie in agricoltura, soprattutto al Sud, e faremo poli tematici di ricerca del settore agritech con la collaborazione di università e imprese. Inoltre, ci occuperemo di bacini idrici e di efficienza energetica, promuovendo in particolare lo sviluppo del biometano e del fotovoltaico». «Il tutto nel rispetto del dialogo con le associazioni di settore», ha aggiunto la ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova.

Nell’immediato dopoguerra l’agricoltura dava lavoro a un terzo degli italiani; poi, tra il 1960 e la fine degli anni Novanta, gli occupati nel settore primario sono passati da oltre sei milioni a poco più di un milione: «Per questo puntare sui giovani è una scelta essenziale», ha detto Giansanti. E proprio sul ritorno dei giovani alla campagna ha deciso di scommettere Confagricoltura per i suoi prossimi cento anni. Giovani come Ariane Lotti, della tenuta San Carlo, che da New York è tornata ai campi del padre, in Toscana, per dare vita a un’azienda biologica all’avanguardia. Come Francesco Cambria, dell’azienda vinicola Cottanera, che ha lasciato lo studio di avvocato per dedicarsi alla viticoltura sull’Etna. O come Luca Travaglini, di Planet Farms, che ha scommesso sull’innovazione e ora, tra ii primi in Italia, fa agricoltura verticale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti