Procura di Napoli

Consip, perquisizione in casa del giornalista Marco Lillo

(ANSA)

1' di lettura

È in corso una perquisizione nell'abitazione romana del giornalista del Fatto Quotidiano Marco Lillo in merito alla fuga di notizie sul caso Consip. L’operazione, effettuata dalla Guardia di finanza, sarebbe stata disposta dalla Procura di Napoli dopo la denuncia dell'imprenditore Alfredo Romeo. A quanto risulta, sarebbero stati sequestrati al giornalista anche il computer e i telefoni
cellulari.

Domiciliari a Romeo, atteso bracciale elettronico
Sono stati disposti intanto i domiciliari per Alfredo Romeo, arrestato il primo marzo scorso con l'accusa di corruzione assieme all'ex dirigente Consip, Marco Gasparri. Allo stato l’imprenditore napoletano è ancora detenuto nel carcere romano di Regina Coeli in attesa che sia disponibile il braccialetto elettronico.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti