vigilanza

Consob chiude altri 7 siti finanziari abusivi. Ecco come difendersi

Sale a 161 il numero dei siti oscurati a da luglio scorso, da quando cioè Consob ha ricevuto mandato di intervenire ed ha ottenuto i relativi poteri

di Alberto Annicchiarico


default onloading pic

2' di lettura

Riesplode la spinosa questione dei servizi finanziari abusivi. La Consob, da tempo attiva su questo fronte, ha ordinato l'oscuramento di 7 nuovi siti web. Si è avvalsa dei poteri derivanti dal Decreto Crescita, in base ai quali può ordinare ai provider, che offrono i servizi internet, di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione. Sale così a 161 il numero dei siti oscurati a da luglio scorso.

Le società e i siti interessati sono: Prime-Investfx Ltd, 4FX Royal, GlobalFx Ltd, Light Media Ltd, AJ Asset (con due differenti siti), VirtualStocks. Per motivi tecnici l'oscuramento effettivo potrebbe richiedere alcuni giorni. I sette di oggi si aggiungono ad altri 14 siti oscurati il 24 e il 30 gennaio scorsi.

In questi anni sempre più utenti hanno subito truffe e secondo dati Istat quasi 6 italiani su 10 sono stati truffati almeno una volta. Consob, la Commissione nazionale per le società e la Borsa, che svolge attività di vigilanza, ha il compito di difendere gli utenti del web anche sul fronte finanziario. L’ultima Legge di bilancio ne ha potenziato l'azione, creando 20 nuove figure di addetti antitruffa, sorta di “sceriffi” in forza alla Commissione guidata da Paolo Savona.

Consob è, si legge sul sito della Commissione, «l'organo di controllo del mercato finanziario italiano. Verifica la trasparenza e la correttezza dei comportamenti degli operatori per la salvaguardia della fiducia e la competitività del sistema finanziario, la tutela degli investitori, l'osservanza delle norme in materia finanziaria. Vigila per prevenire e, ove occorra, sanzionare eventuali comportamenti scorretti; esercita i poteri attribuiti dalla legge affinché siano messe a disposizione dei risparmiatori le informazioni necessarie per poter effettuare scelte di investimento consapevoli. Opera per garantire la massima efficienza delle contrattazioni, assicurando la qualità dei prezzi nonché l'efficienza e la certezza delle modalità di esecuzione dei contratti conclusi sui mercati regolamentati».

Otto anni fa è stato istituito l'Ufficio Vigilanza sui Fenomeni Abusivi, oggi guidato da Mauro Lorenzoni, che veglia sulle ipotesi di abusivismo previste dalla normativa relativa agli intermediari ed agli emittenti. In particolare, si tratta di prestazioni di servizi e attività di investimento da parte di soggetti non autorizzati, che svolgono cioè attività abusiva di intermediazione finanziaria, e di abusiva offerta al pubblico di prodotti finanziari e relativa attività pubblicitaria.

In gennaio Consob ha preso due importanti provvedimenti, ordinando ai fornitori di servizi di connettività a Internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione. Servizi finti, o inesistenti, o erogati da società che non hanno alcuna autorizzazione: insomma vere e proprio truffe online.

Nel sito Consob, sezione “Occhio alle truffe!”, sono disponibili tutte le indicazioni utili per non incappare in operatori abusivi. «Nella stragrande maggioranza dei casi l'operatività dei soggetti non autorizzati, privi quindi dei requisiti, tra cui quelli patrimoniali e organizzativi, previsti dall'ordinamento, anche a tutela degli investitori, si sostanzia in vere e proprie truffe», è l’avvertenza di Consob.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...