differenze e similitudini

Conte 1 e Conte 2, le parole più usate nei discorsi per la fiducia

Abbiamo provato a fare un semplice confronto tra i discorsi per la fiducia di Conte 1 e Conte 2, prendendo le parole pronunciate almeno 10 volte. Ecco il risultato


Le 10 parole chiave di Giuseppe Conte

2' di lettura

Il secondo discorso della fiducia pronunciato alla Camera da Giuseppe Conte, secondo perché il primo fu quello pronunciato da Conte al Senato il 5 giugno 2018 alla vigilia della sua prima esperienza di governo, è stato decisamente più lungo del precedente. Il testo è di quasi 52mila battute, spazi inclusi, contro le quasi 39mila del primo discorso. Quanto alle parole più utilizzate, facendo una nuova con Wordclouds saltano all’occhio alcune differenze.

GUARDA IL VIDEO - Le 10 parole chiave di Giuseppe Conte

Leggi anche/ Conte e il linguaggio mite contro la deriva dell'uomo solo al comando.

La nuvola con le parole più utilizzate nel secondo discorso per la fiducia dal premier Giuseppe Conte. Realizzata con Wordclouds

Proviamo a fare un semplice confronto prendendo le parole pronunciate almeno 10 volte. Il Conte 1, chiamiamolo così, nell’ordine usò soprattutto le parole cittadini, Paese, politiche, governo, tutti, politica, governo, sistema, sviluppo, contratto, responsabilità, cambiamento.

La nuvola con le parole più utilizzate nel discorso per la prima fiducia dal premier Conte a giugno 2018. Realizzata con Wordclouds

Il Conte 2 invece: Paese, cittadini, politiche, sviluppo, sociale, politica, sistema, governo, qualità, progetto, crescita, imprese, vita,investimenti, prospettiva, giovani, piano, opportunità.

Guardando ad alcune singole parole, come ovvio nel primo discorso era ricorrente il termine “contratto”, che si riferiva all’intesa programmativa con Lega e 5 Stelle, e “cambiamento”, slogan del governo del cambiamento.

“Giovani” nel Conte 2 passa a 11 citazioni rispetto alle appena 2 del Conte 1. “Sociale” viene detto 18 volte, contro 9 dello scorso giugno. Crescita viene menzionata 13 volte contro le 9 precedenti. La parola “investimenti” passa da solo 2 passaggi a 12. Anche prospettiva passa da 2 a 11.

La parola “popolo” nel discorso del Conte primo era stata utilizzata 2 volte, questa volta una sola: era stata evocata anche la parola “populismo”, con una difesa di una sua nobile interpretazione, mentre questa volta è sparita.

Fa il suo debutto invece il termine sobrietà/sobri, per 3 volte.

Immigrazione/immigrati passa da 3 a 2 citazioni. “Sicurezza” invece era stato detto più volte (5) da Conte nel presentare l’intesa gialloverde, mentre oggi è comparsa soltanto 2 volte. Il pareggio è sull’Europa: viene nominata 5 volte sia dal Conte 1 che dal Conte. Ma è un pareggio apparente.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...