VERSO IL CDM

Conte bis, maggioranza al lavoro sulla lista dei 42 sottosegretari

Occhi puntati sulla riunione di maggioranza convocata alla vigilia del secondo Consiglio dei ministri in programma giovedì 12 settembre alle 15. L'obiettivo è far giurare la squadra (circa una quarantina di sottosegretari) subito dopo il Cdm


default onloading pic

2' di lettura

Archiviato con un buon margine il voto di fiducia delle Camere ora per il governo Conte-bis si apre la complessa partita dei sottosegretari. Occhi puntati dunque sulla riunione tra sherpa della maggioranza convocata alla vigilia del secondo Consiglio dei ministri in programma alle 15 di giovedì 12 settembre. L'obiettivo è di far giurare la squadra (circa una quarantina di sottosegretari) subito dopo il Cdm. In visita a Bruxelles il premier Giuseppe Conte ha infatti auspicato il via libera alla lista nel giro di 24 ore, «per essere attivi quanto prima», mettendo a regime la squadra di Governo. Ma le liti dentro i partiti rischiano di far slittare l'intero pacchetto delle nomine a un Consiglio dei ministri venerdì mattina o alla prossima settimana.

Le tensioni interne ai 5 Stelle
«Le tensioni interessano in particolare i 5 Stelle, che nelle ultime ore hanno riunito i propri parlamentari per commissione di appartenenza per decidere i criteri di cooptazione e individuare la rosa delle candidature per i ruoli di sottosegretario da sottoporre poi al capo dellegazione nel Governo Luigi di Maio. Una procedura che ha irritato i presidenti di Commissione del M5s alla Camera dei deputati perchè «il Movimento non è un ufficio di collocamento». Anche per questo i dem sono pessimisti sulla possibilità di chiudere la questione in tempi stretti: «Noi siamo pronti ma i Cinque stelle no». «Noi vorremmo accelerare ma gli altri vogliono più tempo», chiosa Leu.

Maggioranza al lavoro su lista di 42 nomine
Sulla carta, in base alla legge, il Governo può essere composto al massimo da 65 membri, e ad oggi tra premier, ministri e sottosegretario alla presidenza se ne contano già 23. Secondo le indiscrezioni, per i ruoli di sottogoverno la maggioranza starebbe lavorando su una lista di 42 tra viceministri e sottosegretari (fondamentali per il funzionamento del Governo e dei suoi rapporti con il Parlamento). Al momento, il totonomine prevede 22-23 caselle in quota Movimento 5 Stelle, tra le 17 e le 18 assegnate al Pd, e una o forse due a LeU.

PER APPROFONDIRE: Scoppia il caso Lega: presidenti di commissione non si dimettono

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...