l’incontro

Conte: «Con Macron auspichiamo sostegno Ue a crescita». Vertice Italia-Francia a inizio 2020

Il dossier Libia è stato al centro anche dell'incontro di Conte con il presidente del governo di Accordo nazionale libico al Sarraj. Sul tema migranti Macron ha ribadito la necessità di una solidarietà tra tutti i Paesi Ue e di una «seria penalizzazione a chi non parteciperà alla redistribuzione dei migranti»


Conte, vertice Italia-Francia a Roma a inizio 2020

3' di lettura

Crisi libica e gestione dei migranti, in particolare quelli economici, tra i temi caldi della cena di lavoro tra il premier Giuseppe Conte e il presidente francese Emmanuel Macron, giunto a Palazzo Chigi poco dopo le 20 di mercoledì. Il colloquio è stato preceduto da un bilaterale di Macron con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale.

Il dossier Libia è stato al centro anche dell'incontro di Conte con il presidente del governo di Accordo nazionale libico al Sarraj, con l'obiettivo di rafforzar la cooperazione sui migranti e l'auspicio di una maggiore sinergia tra Libia e agenzie Onu.

Non è un caso che il primo faccia a faccia diplomatico di alto livello di Conte sia con il leader francese. A conferma che il clima tra i due Paesi è cambiato. E che senza sovranisti al governo Roma e Parigi sonoin grado di voltare pagina e di collaborare dimenticando i recenti attriti e il flirt politico di Luigi Di Maio con i leader dei gilet gialli.

Sulla Libi a, ha detto Conte, abbiamo convenuto che è «fondamentale lavorare costruttivamente insieme e avere il medesimo obiettivo, coinvolgendo tutti i partner. L’obiettivo è la stabilizzazione del paese». Macron, da parte sua, ha affermato che il dossier libico «è oggetto di una
vera e propria convergenza franco-italiana, abbiamo saputo lavorare insieme dando messaggi univoci ai nostri partner, convinti entrambi che la via di uscita sarà trovata solo con il compromesso politico e il dialogo».

A giorni incontro Di Maio-Le Drian
Per quanto riguarda la questione migratoria, Francia e Italia concordano sulla creazione di un meccanismo europeo per gli sbarchi, la ridistribuzione e una gestione efficace dei rimpatri. «Sono convinto che serva un meccanismo europeo automatico di accoglienza degli immigrati che consenta a Malta e all’Italia che prima dell'arrivo i migranti possano essere presi in carico», ha detto il presidente francese che ha anche preannunciato un incontro nei prossimi giorni tra il ministro degli esteri Le Drian e l’omologo italiano Di Maio: «I ministri degli Esteri francese e italiano si incontreranno tra qualche giorno ed amplieranno il dibattito» sui migranti «ad altri colleghi europei, penso al collega di Malta, e ci sarà un vertice a Malta», con l'obiettivo di costruire «soluzioni di
cooperazione europea davvero efficaci».

Macron: penalizzare Paesi Ue non solidali
Il presidente francese ha quindi sottolineato: «Credo che possiamo difendere una posizione comune in Ue perché tutti i Paesi partecipino in un modo o in un altro alla solidarietà europea oppure vengano penalizzati seriamente».

Conte e Macron hanno poi auspicato un contributo di tutta l’Unione europea per il rilancio degli investimenti e della crescita economica, «per migliorare la governance economica dell’Ue, indispensabile per riequilibrare il rapporto tra stabilità e crescita, dove la prima è il presupposto della seconda e per promuovere gli investimenti a partire da quelli ambientali e sociali».

Vertice Italia-Francia a inizio 2020
Conte ha infine lanciato l’invito a Macron per tenere all’inizio del 2020 un nuovo vertice bilaterale italo-francese, per proseguire i lavori di preparazione di un nuovo Trattato del Quirinale. «Mi fa molto piacere che ci sia la possibilità dello svolgimento di un vertice italo-francese all'inizio del prossimo anno che ci permetterà anche di proseguire i lavori di preparazione del Trattato del Quirinale» ha risposto il presidente francese Emmanuel Macron nelle dichiarazioni congiunte con il premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...