LA FOTOGRAFIA

Conte in Qatar: nel 2018 interscambio a 2,6 miliardi di euro, in crescita del 23,2%

di Andrea Carli


default onloading pic
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è a Doha, dove ha incontrato l’emiro Tamin bin Hamad al-Thani (foto Ansa)

2' di lettura

Un interscambio commerciale che nel 2018 ha toccato i 2,6 miliardi di euro, con un balzo del 23,2% sull’anno precedente. È questo lo stato di salute delle relazioni economiche tra Italia e Qatar. Oggi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è a Doha, dove incontra l’emiro Tamin bin Hamad al-Thani e il premier Abdullah bin Nasser bin Khalifa al-Thani. Il saldo commerciale è negativo per l’Italia per 456 milioni di euro. La visita ufficiale del capo dell’esecutivo giallo verde punta a rafforzare la cooperazione economica tra i due paesi (a novembre l’emiro era a Roma).

In ripresa l’export nel paese del Golfo
Dal 2008 al 2011 le importazioni del Qatar dall’Italia hanno registrato un andamento altalenante per poi riprendere a crescere in maniera significativa nel 2012 (+33,9%). L’anno scorso hanno toccato il miliardo di euro, in crescita del 17,3% sul 2017. L’Italia è il settimo paese fornitore del Qatar, con una quota di mercato del 4,3 per cento. Nel 2009 era al terzo posto: in questi anni il paese ha perso posizioni sia come fornitore sia come cliente. L’enorme disponibilità di risorse energetiche (è il secondo produttore di gas naturale liquido del pianeta) rendono il Qatar un importante interlocutore e un partner strategico nella regione (Doha ha abbandonato l’Opec, l’Organizzazione degli esportatori di greggio) . Ulteriori opportunità sono connesse a Mondiali 2022, soprattutto sul piano delle infrastrutture. Quanto invece alle importazioni, l’anno scorso sono state pari a 1,5 miliardi, in crescita del 27,6 per cento. Per l’86,3% si tratta di gas naturale.

L’Italia esporta tubi in acciaio, mobili e orologi
Ai primi tre posti nella classifica dei principali prodotti italiani esportati in Qatar troviamo “Tubi, condotti, profilati cavi e relativi accessori in acciaio”, “Mobili” e “Strumenti e apparecchi di misurazione, prova e navigazione; orologi”, quest’ultima categoria merceologica a pari merito con “ Altre macchine di impiego generale”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...