CES 2019

Continental: dai postini robot all'illuminazione che monitora l’ambiente

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

Al Customer Electronics Show 2019 Continental ha presentato tecnologie innovazione per città più smart e sicure: robot postini e veicoli senza conducente, incroci e lampioni stradali intelligenti in grado di migliorare la qualità della vita nelle città.

Continental è un brand noto nel mondo per la sicurezza e la qualità degli pneumatici e della componentistica automotive e vuole mette a disposizione le sua esperienza nel campo automobilistico per esplorare quotidianamente nuove soluzioni in grado di rendere le città sicure e smart.

Il mondo automotive sta presidiando i grandi appuntamenti della tecnologia, perchè le vetture, ma anche i mezzi pesanti, sono sempre più integrati in un sistema nel quale la connettività è la base per l'interazione tra mezzi e infrastrutture.

Per questo, la tecnologia automotive e l'esperienza del colosso tedesco vengono infatti applicate per soluzioni e tecnologie scalabili, tra cui sensori, modelling, percezione ambientale, localizzazione, posizionamento, analisi delle situazioni, decision-making, attuatori meccatronici, che hanno permesso lo studio e la progettazione di concept in grado di essere di effettivo aiuto alle costanti evoluzioni delle smart city.

Postini robot
Tra questi, abbiamo potuto vedere a Las Vegas i robot postini: driverless Continental Urban Mobility Experience (CUbE), veicolo elettrico con guida autonoma, per organizzare e implementare i robot postini, per consegnare i pacchi a tutti i destinatari, anche quando essi non sono fisicamente in grado di ritirarli.

Il CUbE, Continental Urban Mobility Experience, può trasportare uno o più robot postini e organizzarli in maniera tale da gestire gli ultimi metri nella catena logistica di consegne di articoli e pacchi.

Incroci intelligenti
Inoltre, alla kermesse nella capitale del Nevada, Continental ha presentato il primo progetto pilota globale di Intelligent Interserction (incrocio intelligente), implementato nel cuore di Walnut Creek, in California (USA). Una soluzione end-to-end reale, composta da algoritmi Sensor Fusion potenti e impostati sui sensori, che generano un modello ambientale globale e una Dedicated Short-Range Communication (DSRC), così da trasferire informazioni importanti tra l'incrocio e i veicoli connessi. I dati possono inoltre essere utilizzati per verificare i cambiamenti di segnaletiche, snellire il traffico, ridurre le emissioni e i tempi di attesa agli incroci. Inoltre, l'Intelligent Intersection anche permette di raccogliere informazioni e statistiche dagli incroci che possono essere quindi utilizzate per migliorare i contesti ambientali, la sicurezza e i flussi di traffico.

Luci che monitorano l'ambiente
Infine, luci non solo per illuminare. Infatti, allo stand Continental abbiamo potuto vedere come i dispositivi per la gestione dell'illuminazione siano in grado anche di monitorare e analizzare le informazioni riguardanti ambiente (livelli d'inquinamento, tra cui rumore e qualità dell'aria), traffico e parcheggi nelle smart city, migliorando la qualità della vita nelle città di domani. Permettono inoltre la manutenzione e il controllo dell'illuminazione da remoto per poterli adattare al contesto stradale, in base ai soggetti che compongono il traffico circostante.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti