AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùborsa

Continua il rally tech dopo i record del Nasdaq, a Piazza Affari bene St

di Paolo Paronetto

default onloading pic
(niyazz - stock.adobe.com)


2' di lettura

Settore tecnologico sotto i riflettori in tutta Europa: dopo il nuovo record del Nasdaq, i titoli del comparto continuano a beneficiare della solidita' dei bilanci e di un portafoglio prodotti premiato dalla clientela in tempi di distanziamento sociale. Il sottoindice Stoxx del comparto mette così a segno la migliore prestazione della giornata. In evidenza in particolare Infineon, su cui gli analisti hanno alzato le previsioni in seguito alla conferma della guidance per il 2020, che prevede vendite a 8,5 miliardi e un margine ebit al 13%. A Piazza Affari, gli acquisti premiano così anche StMicroelectronics dopo la debolezza di ieri, mentre nel resto d'Europa sostengono Asml ad Amsterdam e Capgemini a Parigi.

Apple oltre i 2mila miliardi di dollari di capitalizzazione

Tra i principali esponenti del rally dei titoli tecnologici c'è sicuramente Apple: la società di Cupertino solo due giorni fa ha raggiunto i 2mila miliardi di dollari di capitalizzazione, prima società americana a toccare il traguardo. Ieri le quotazioni della società sono saliti di oltre il 2%, così come quelli di Facebook, Netflix, Alphabet e Microsoft. Bene anche Amazon, che ha aggiunto l'1,1% e Intel, cresciuto dell'1,7% dopo aver accelerato i piani per un buyback. Il titolo di Tesla ha guadagnato il 6,5%, segnando un nuovo record e chiudendo per la prima volta sopra i 2.000 dollari: dall'inizio dell'anno, il rialzo è superiore al 378%. Complessivamente a Wall Street il settore tech è finora il migliore dall'inizio del 2020 e ha permesso allo S&P 500 di recuperare dai minimi toccati a marzo, in piena emergenza Covid-19. Nell'anno, Facebook ha guadagnato oltre il 30%, Apple più del 60%, Amazon oltre il 78%, Netflix più del 50%.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti