Dal bonus bebè alla baby sitter, tutti i vantaggi per i neo genitori

5/8Fisco

Contributo per l’asilo nido

(FOTOGRAMMA)

Serve per pagare le rette dell’asilo nido pubblico o privato (o l’assistenza a domicilio, per i figli con gravi patologie croniche) e consiste in un buono fino a 1.000 euro l’anno, suddiviso in 11 mensilità da 90,91 euro (importo versato in un’unica soluzione per la copertura di forme di supporto presso la propria abitazione). È concesso per i bambini nati o adottati dal 1° gennaio 2016 e versato dall’Inps al genitore che ha pagato le rette del nido. Possono richiederlo genitori che siano cittadini italiani, comunitari, extracomunitari con permesso di soggiorno o rifugiati e residenti in Italia. Le domande saranno soddisfatte in base all’ordine di presentazione, fino alla concorrenza dell'importo stanziato .

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti