ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùVerso il 25 novembre

Coop e McDonald’s in aiuto del numero anti-violenza 1522

I due marchi si alleano con Differenza donna per diffondere il numero di telefono anti-abusi: etichette dei prodotti e adesivi nei locali per ricordare che esiste un servizio di emergenza ad hoc

di Flavia Landolfi

(Giuseppe Blasioli - stock.adobe.com)

4' di lettura

Due milioni di confezioni di latte Coop saranno gli speciali veicoli per diffondere e far conoscere in ogni casa, in ogni luogo potenzialmente pericoloso, il numero nazionale antiviolenza 1522 del Dipartimento pari opportunità della Presidenza del Consiglio e gestito da Differenza Donna. Alla vigilia del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, si moltiplicano le iniziative di sostegno. Oltre Coop anche McDonald’s dà il suo contributo installando nei locali igienici dei propri ristoranti fast-food gli adesivi con il numero da chiamare in caso di bisogno.

Il numero 1522

Un numero accessibile gratuitamente tramite canale telefonico e tramite chat (da sito o da applicazione) dall'intero territorio nazionale, 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno, e in più lingue e che Differenza donna gestisce con un gruppo di 30 fra operatrici, legali e mediatrici linguistico-culturali adeguatamente specializzate in violenza di genere. Sono 1600 le donne vittime di violenza accolte dall’associazione tra gennaioe settembre 2022 e nel primo trimestre dell'anno - secondo i dati Istat_Dpo -sono state 12.270 le chiamate arrivate a questo numero. Tra queste quasi 3000 le persone che hanno richiesto aiuto per se stesse e che hanno subito varie forme di violenza. Il dato, pur essendo trimestrale, risulta essere in linea con i numeri del 2020 e del 2021 condizionati anche da un effetto pandemico che ha provocato un ulteriore aumento delle richieste di informazione e di aiuto. La crescita di contatti si è verificata anche attraverso il canale chat con un incremento del 71% (dato 2021 su 2020); la chat risulta infatti essere una modalità più semplice e immediata che si è affiancata al numero telefonico.

Loading...

La campagna di Coop

L’iniziative presentata questa mattina a Roma, nasce con la collaborazione di Coop che ha “prestato” i propri prodotti per sostenere la battaglia contro gli abusi sulle donne alla vigilia della ricorrenza del 25 novembre. Il latte sarà solo un apripista: a fine 2023 isugli scaffali dei punti vendita le etichette di circa 1000 prodotti a marchio Coop ospiteranno il numero nazionale, così come sugli scontrini emessi alle casse e ancora su adesivi apposti alle porte delle toilette e immagini sui carrelli in alcuni negozi pilota.“Siamo sempre stati convinti che uno dei maggiori pregi della grande distribuzione sia quello di riuscire ad entrare in contatto quotidianamente con milioni di famiglie di italiani – osserva Maura Latini Amministratrice delegata Coop Italia. – La presenza capillare dei nostri punti vendita fa sì che possiamo mettere sotto gli occhi di un numero elevatissimo di donne quel 1522 che potrebbero chiamare in caso di necessità. Lo apporremo d'ora in avanti sotto l'etichetta nutrizionale dei nostri prodotti e non è una scelta casuale bensì motivata dal fatto che tutte le ricerche in nostro possesso ci dicono che sono le donne le più attente a esaminare le etichette. Allo stesso tempo, con il latte, i cartelli, gli adesivi, vogliamo sensibilizzare tutti coloro che vengono a fare la spesa, affinché tutti si possa riflettere sul fatto che in una società civile e democratica come si professa la nostra, le cifre raggiunte dalla violenza sulle donne ogni anno sono intollerabili. E non dovrebbero ripetersi più”. Le fa eco Elisa Ercoli, presidente di Differenza donna. ‘'Pensare che un'eccellenza della grande distribuzione, con la sua rete di 6 milioni e 700 mila soci e socie, si impegni a diffondere il 1522 è una notizia per noi importante – ha detto Ercoli - Il numero nazionale anti violenza e stalking della Presidenza del Consiglio-Dpo è uno strumento prezioso e sostiene le donne in un percorso di uscita dalla violenza a partire da una telefonata al numero verde da noi gestito”.

La campagna di McDonald’s

Anche il marchio del fast-food ha lanciato l’iniziativa questa mattina nella Capitale. Da oggi, nei bagni di tutti i ristoranti McDonald's di Roma e provincia saranno affissi degli adesivi che ricordano alle donne che dovessero trovarsi in contesti di violenza l'esistenza del 1522. “La nostra presenza a Roma e provincia è significativa: 73 ristoranti in cui entrano ogni giorno 150.000 cittadini. Con questi numeri possiamo considerare i nostri ristoranti come un vero e proprio ‘media', in grado di contribuire a diffondere la conoscenza di un servizio fondamentale come il 1522. Per questo motivo sentiamo il dovere e la responsabilità di aderire a questa iniziativa, convinti che le aziende possano rivestire un ruolo importante nel comunicare temi sociali così urgenti”, ha commentato Delia Ciccarelli, Corporate Relations Director di McDonald's Italia. A presenziare l’iniziativa anche l’assessora alle Pari opportunità del Comune di Roma, Monica Lucarelli: “Il 1522 è un numero gratuito, attivo 24h su 24, gestito da donne con una grande esperienza - ha detto - è un numero prezioso che salva la vita di donne e figlie e figli dall'orrore della violenza. Diffonderlo, aiutarci a parlare della straordinaria funzione cui assolve, significa offrire il primo passo di un percorso di libertà”.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti