trasporti

Copenaghen, Atm e Ansaldo Sts battono francesi e tedeschi

di Marco Morino

default onloading pic


3' di lettura

Atm, la società dei trasporti pubblici di Milano controllata dal Comune, incassa un nuovo successo in Danimarca. Per nulla scontato. Atm e Ansaldo Sts, attraverso la controllata Metro Service A/S, hanno rivinto la gara per la gestione delle linee M1 e M2 della metropolitana automatica di Copenaghen, che avrà una durata di cinque anni a partire dal 1° gennaio 2018. Metro Service A/S ha vinto contro due colossi europei: la tedesca Arriva del gruppo Deutsche Bahn e la francese Keolis, partecipata delle ferrovie francesi.

Metro Service A/S gestisce già dal 2008 la rete metropolitana della capitale danese che si compone di due linee driverless, per una lunghezza complessiva di 21 chilometri e 22 stazioni, con 13.500 partenze giornaliere nei giorni feriali.

«Non era scontata questa vittoria - dice, al Sole 24 Ore, il presidente di Atm, Luca Bianchi -: è stata un po’ come una finale olimpica: battersi con colossi europei del trasporto pubblico e vincere dimostra quanto Atm sia competitiva e abbia tutte le carte in regola per offrire un servizio di altissimo livello. Quello di Copenaghen è un grande risultato anche per la reputazione del nostro paese e Milano, ancora una volta, si dimostra all'altezza delle aspettative».

Grazie all’esperienza della gestione delle metropolitane driverless Atm, nel 2016 la metropolitana di Copenaghen ha aumentato il trasportato di passeggeri arrivando a circa 61 milioni di persone e ha registrato una regolarità del servizio (service availability) da record pari al 99,2%.

Nel 2016, Metro Service A/S ha chiuso con un utile di bilancio netto di 4,165 milioni di euro, suddivisi, tramite International Metro Service, in quota parte ad Atm per il 51% e ad Ansaldo Sts per il 49%.

Numerosi sono stati i riconoscimenti internazionali ottenuti, tra cui i premi World's best Metro nel 2008 e 2010 e World's best driverless Metro nel 2009, 2010, 2011 e 2012.

Nel marzo 2016, Metro Service A/S si era già aggiudicata anche il contratto per la gestione di due nuove linee, oggi in costruzione, che andranno a costituire il progetto “Cityring”, un anello metropolitano capace di raggiungere nuove aree intorno al centro cittadino, collegare la stazione centrale delle ferrovie e creare due stazioni di interscambio con le attuali linee M1 e M2.

Con questo nuovo contratto, Atm e Ansaldo Sts confermano ancora una volta il proprio ruolo di leader a livello internazionale, per esperienza e competenze, nella gestione continuativa di sistemi metropolitani automatizzati e non solo. Il gruppo Atm ha accumulato una competenza significativa e diretta nella gestione di sistemi metropolitani automatizzati, se si considera anche l’esperienza maturata con la linea M5 di Milano.

La metropolitana di Copenaghen, grazie a sofisticati sistemi di controllo e manutenzione, effettua dal 2009 un servizio continuativo con una frequenza dei treni di 116 secondi e con 30 treni in servizio. Con il nuovo contratto, la frequenza migliorerà ulteriormente, riducendosi di circa 5 minuti. Inoltre, saranno assicurati investimenti in parco rotabili, con nuovi treni e con un programma di revamping dei mezzi più datati.

Forti anche dell’esperienza milanese, sarà implementato un nuovo Passenger Informtion System, con lo scopo di migliorare la comunicazione alla clientela, con l’ausilio anche di nuovi profili social.

«A Copenaghen - osserva infine Arrigo Giana, direttore generale Atm - Atm ha una squadra di esperti che, sotto la regia milanese, in questi anni ha garantito un servizio che è andato sempre migliorando e che ha dato dimostrazione di affidabilità ed efficienza. Questo è un risultato importante anche perché pone Atm tra le eccellenze europee soprattutto nel campo della mobilità driverless, che oggi, con il 5G, si apre a nuove ed entusiasmanti sfide».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti