ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùeditoria

Copyright: l'Agcom dà ragione a Il Sole 24 Ore sulle rassegne stampa

L'Autorità ha disposto che l'Eco della Stampa, debba rimuovere entro due giorni gli articoli del quotidiano economico-finanziario indicati come “riproduzione riservata” dal proprio servizio stampa e dai propri archivi ritenendo la condotta dell’operatore in violazione della disciplina in materia di copyright

di Andrea Fontana e Simona Rossitto

default onloading pic
(Goss Vitalij - stock.adobe.com)

L'Autorità ha disposto che l'Eco della Stampa, debba rimuovere entro due giorni gli articoli del quotidiano economico-finanziario indicati come “riproduzione riservata” dal proprio servizio stampa e dai propri archivi ritenendo la condotta dell’operatore in violazione della disciplina in materia di copyright


1' di lettura

L’Agcom dà ragione a Il Sole 24 Ore sulla tutela del diritto d’autore nelle rassegne stampa. Nella riunione del 5 maggio il Consiglio dell’Autorità garante per le comunicazioni - secondo quanto ricostruito da Radiocor - ha disposto che uno dei principali operatori specializzati nelle rassegne stampa, Eco della Stampa, debba rimuovere entro due giorni gli articoli del quotidiano economico-finanziario indicati come “riproduzione riservata” dal proprio servizio stampa e dai propri archivi ritenendo la condotta dell’operatore in violazione della disciplina in materia di copyright. In pratica, ordinando la rimozione l’Autorità ha riconosciuto la necessità anche nel caso delle riproduzioni finalizzate alla rassegna stampa di un consenso dell’editore.

Authority: ci vuole consenso editore per riprodurre articoli
Il Sole 24 Ore, affiancato dallo studio Portolano Cavallo, si è rivolto all’Agcom chiamando in causa l’articolo 65 della Legge sul diritto d’autore che consente la riproduzione degli articoli, con citazione della fonte, nelle rassegne stampa con esclusione di quelli coperti da “riproduzione riservata” per i quali è sempre richiesto il consenso degli editori. Questo concetto trova conferma nella decisione degli Autorità. Il verdetto arriva peraltro in una fase di particolare attenzione nella difesa del diritto d’autore da parte degli editori vista la vicenda Telegram, la piattaforma su cui sono ospitati canali per la diffusione gratuita di quotidiani e riviste in violazione del copyright.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti