Asia e Oceania

Coronavirus, «sospesi visti dalla Cina»

L’annuncio del sottosegretario al Turismo del Mibact Lorenza Bonaccorsi: «È stata sospesa la concessione di visti in Cina per l’Italia da parte delle agenzie autorizzate. Restano solo quelli concessi dalle nostre strutture consolari per motivi familiari o casi di conclamata e acclarata urgenza». Il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus esclude una chiusura delle frontiere in Europa e in Italia. Negli Usa accertato l’ottavo caso. Oms: la trasmissione da casi asintomatici è rara. Lunedì partiranno i rimpatri da e per la Cina bloccati e lo stesso giorno è previsto il rientro dalla città cinese di 67 italiani: verranno trasferiti nella “città militare” della Cecchignola, a Roma. La Banca centrale cinese vede un impatto «temporaneo» sull’economia e chiarisce che userà i vari strumenti di politica monetaria per assicurare che la «liquidità sui mercati resti ragionevolmente ampia»

(ANSA)
  • Huanggang, disperato bisogno di maschere

    Huanggang ha un «disperato bisogno» di mascherine e tute protettive perché corre il serio rischio di infezioni crociate. È l'appello lanciato da Qiu Lixin, sindaco della città dell'Hubei sottoposta a isolamento dal 24 gennaio. Gli abitanti delle aree rurali, ha detto in conferenza stampa, «non hanno conoscenze sulla prevenzione e sul controllo» dell'epidemia che ha nella vicina Wuhan il focolaio del coronavirus. Qiu ha ribadito che la capacità di trattare i contagiati resta «inadeguata». Le sono in fase di rinnovamento, «ma serve tempo».

  • Negli Usa accertato l’ottavo caso

    Ottavo caso accertato di coronavirus negli Stati Uniti, in Massachusetts. Il paziente è un uomo che di recente ha visitato la città cinese di Wuhan.

  • Oms: la trasmissione da casi asintomatici è rara

    La trasmissione del coronavirus da parte di pazienti asintomatici è possibile, ma non è uno dei metodi di trasmissione principali. Lo afferma l’Oms nel suo bollettino quotidiano. «Il mezzo principale di trasmissione, in base ai dati disponibili, sono i casi sintomatici - si legge -. L’Oms è a conoscenza della possibilità di trasmissione del virus da persone infette prima che sviluppino i sintomi, e si stanno raccogliendo le storie dettagliate delle esposizioni per capire meglio come la trasmissione sia potuta avvenire in questo lasso di tempo così breve. Le infezioni asintomatiche possono essere rare, e la trasmissione da una persona asintomatica è molto rara per gli altri coronavirus»

  • Il commissario Borrelli: «Non chiuderemo le frontiere»

    «Non c’è oggi in Europa e in Italia una condizione tale che possa far ipotizzare una chiusura delle frontiere. Sarebbe una misura veramente assurda». Lo ha detto il Commissario straordinario per l’emergenza coronavirus Angelo Borrelli sottolineando che si sta comunque lavorando per capire come potenziare i controlli su treni e auto in arrivo nel paese.

  • Il sottosegretario Bonaccorsi: «Sospesi visti dalla Cina»

    «È stata sospesa la concessione di visti in Cina per l’Italia da parte
    delle agenzie autorizzate. Restano solo quelli concessi dalle nostre strutture consolari per motivi familiari o casi di conclamata e acclarata urgenza»: lo ha annunciato Lorenza Bonaccorsi, Sottosegretario al Turismo del Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

  • I 67 italiani da Wuhan alla Cecchignola

    I 67 italiani che rientreranno da Wuhan lunedì verranno trasferiti nel Centro olimpico della “città militare” della Cecchignola, a Roma. È l’indicazione emersa nel corso del Comitato operativo convocato nella sede del Dipartimento della Protezione Civile. L’arrivo del volo all’aeroporto militare di Pratica di Mare è previsto per le 8,15 di lunedì

  • Misure prevenzione anche nei porti

    Le misure precauzionali previste negli aeroporti in relazione all'emergenza coronavirus verranno estese anche ai porti. Nel corso della riunione del comitato operativo della Protezione civile è stato
    deciso di estendere alle navi in transito nei porti italiani la procedura di 'libera pratica sanitaria' prevista per le navi extra Ue. In sostanza, i medici potranno salire a bordo delle navi per fare analisi ed esami sia se da bordo verranno segnalati casi sospetti sia agendo autonomamente, su
    disposizione delle Asl.

  • Da lunedì al via rimpatri da e per la Cina

    Rimpatri da e per la Cina a partire da lunedì, protocolli di controllo negli aeroporti estesi anche ai voli in transito. Sono queste due delle misure decise nel corso della riunione del Comitato operativo presieduto dal Commissario straordinario Angelo Borrelli per far fronte all’emergenza coronavirus.

  • Task force al ministero con commissario Borrelli

    Si è riunita anche oggi la task force del ministero della Salute per monitorare l’andamento della situazione relativa al coronavirus. «Alla riunione ha partecipato anche il commissario straordinario Angelo Borrelli». Lo scrive il ministro Roberto Speranza in un tweet.

  • I contagi in Giappone salgono a 20

    Salgono a 20 in Giappone i casi accertati delle persone che hanno contratto il coronavirus, inclusi quelli dei tre che sono ritornati in patria, a bordo dei voli charter spediti dal governo a Wuhan, la città considerata il focolaio dell’epidemia. Secondo il ministero della Salute nipponico, una delle persone giunta in Giappone venerdì non mostrava alcun sintomo dell’infezione. Il governo di Tokyo ha riportato in patria 560 cittadini tramite limpiego di tre voli charter e in base alle direttive delle autorità tutti i passeggeri sono stati trasportati in centri appositi, dove verranno posti in osservazione per un periodo di due settimane.

  • Comunità cinese: non tutte attività resisteranno

    Sta andando malissimo. Stiamo subendo un attacco senza precedenti. Non so se tutte le attività economiche resisteranno a questo periodo. La situazione è grave. Io ieri sera sono andata in un ristorante nel centro di Roma dove prima c'era sempre fila per entrare e ieri c'erano tre tavoli in tutto. Noi non siamo contagiati solo perché cinesi. Il problema è che la gente ha paura, una paura comprensibile ma non giustificata per il momento in Italia». Lo dice Lucia King esponente della Comunità cinese di Roma. King al contempo sottolinea la “solidarietà” che sta arrivando ai cinesi «da molti italiani», ricordando tra le altre cose le iniziative in
    corso a Milano per via Sarti

  • Sindaco Huanggang, rischi di aumento casi

    Huanggang, città dell’Hubei poco distante da Wuhan, potrebbe avere un significativo aumento di casi di coronavirus tra domani e dopodomani come conseguenza del rientro di 600-700mila persone da Wuhan prima dell’avvio dell’isolamento. Lo ha detto in conferenza stampa il sindaco Qiu Lixin nel resoconto del Global Times, assicurando che non ci sono problemi sulle forniture dei beni di prima necessità come carne, uova e latte. Ogni famiglia avrà un suo componente autorizzato a uscire una volta ogni due giorni per fare la spesa.

  • Spunta l’aviaria in allevamenti polli dell’Hunan

    Le autorità cinesi hanno rilevato casi di virus H5N1 dell’aviaria a Shaoyang, provincia centrale dell'Hunan, con circa 4.500 polli infettati. Lo riporta il Global Times, sulla base delle informazioni fornite date dal ministero dell'Agricoltura. Nel complesso, sono stati abbatti quasi 20.000 capi dopo la conferma del contagio. La provincia dell'Hunan confina con quella dell'Hubei, da dove è scaturita l'epidemia del nuovo coronavirus di Wuhan

  • Ambasciatore Cina chiede sostegno a Ue

    L'ambasciatore cinese a Bruxelles stamani ha incontrato rappresentanti della Commissione europea che fanno capo alla dg Protezione civile e aiuti umanitari, per chiedere, in modo formale, sostegno di fronte all'emergenza del coronavirus. Si apprende da fonti Ue all'ANSA. Mercoledì in una telefonata col premier cinese Li Keqiang, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen aveva offerto il supporto dell'Unione a Pechino.

  • Mit propone riaprire traffico cargo Cina

    Riaprire il traffico alle merci e quindi al trasporto cargo dalla Cina. Lo sta proponendo al tavolo del Comitato operativo presieduto dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, il ministero dei Trasporti. È quanto risulta all'ANSA. «Poiché è accertato che le merci, cioè il materiale inerte non è contaminabile, né contaminato, si potrebbe riavviare il traffico cargo dalla Cina. Fatti salvi i controlli sanitari per gli equipaggi, non sembra sia necessario tenere bloccate le merci» è il ragionamento del dicastero di Porta Pia.

  • Bocca: già persi 500 mila turisti cinesi

    Per quanto riguarda il problema delle disdette e delle cancellazioni dovute allo stop dei voli e alle restrizioni per limitare il diffondersi del coronavirus il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca è molto netto: «I conti sono presto fatti: ci basiamo sullo scorso anno quando in
    Italia abbiamo toccato i 4 milioni e mezzo di arrivi dal mercato cinese. A febbraio l'anno scorso era 450-500 mila arrivi. E quest'anno zero! Non c'è un calo, è zero e basta. E riteniamo che almeno nel primo semestre di quest'anno il mercato cinese sarà off limits»

  • Bocca: evitare psicosi, danneggia turismo

    «Non dobbiamo drammatizzare una situazione che a oggi è totalmente sotto controllo perché l'importante è che il problema sia circoscritto alla Cina, paese con cui abbiamo preso che tutti i provvedimenti del caso come lo stop dei voli. È importante che non si entri nella «psicosi» di vedere gente con le mascherine per la strada, come se fossimo un paese dove c'è un contagio diffuso. Potrebbe essere tremendo nei confronti degli altri mercati (come gli Usa), che qualora dovessero percepire che l'Italia è un Paese a rischio, interromperebbero totalmente i viaggi». A fare il punto sugli effetti del diffondersi del coronavirus sul turismo italiano è il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca.

  • Presidi: timori diffusi, urgono indicazioni

    «Ci sono alcuni casi di alunni/studenti che si sono recati in Cina di recente e questo sta alimentando l'insorgenza di timori diffusi. Le chiedo pertanto di diramare al più presto delle indicazioni precise affinché le scuole adottino comportamenti corretti e omogenei su tutto il territorio nazionale». Così il presidente dell' Associazione nazionale presidi (Anp) Antonello Giannelli in una lettera alla ministra Azzolina sul Coronavirus.

  • Iss: mascherine inutili per chi è sano

    «L’uso delle mascherine in una persona sana non ha particolare utilità, viceversa è estremamente utile laddove una persona sia portatrice di una
    infezione delle alte vie respiratorie perché usandola evita di contagiare chi sta attorno». Lo afferma Silvio Brusaferro, presidente dell'Iss, in un video postato sul sito dell'Istituto. I due casi italiani di coronavirus, ribadisce Brusaferro nel video, non cambiano le misure da adottare. «Le raccomandazioni per la popolazione rimangono sempre le stesse - ricorda -, lavarsi le mani frequentemente e per almeno 20 secondi, coprire le vie aeree quando si starnutisce o si tossisce, e se le si
    copre con dei fazzolettini di carta questi devono essere gettati, evitare di entrare in contatto con persone che abbiano sindromi influenzali e controllare molto bene l'igiene dei luoghi dove viviamo».

  • Consultazioni in corso tra i ministri Ue

    Consultazioni sull’emergenza del coronavirus sono in corso tra i 27 ministri della Salute dell’Unione europea. Lunedì la presidenza di turno del Consiglio Ue, il ministro croato Vili Beros, sarà a Bruxelles per incontrare i commissari Ue per la Salute Stella Kyriakides e per la Gestione delle crisi Janez Lenarcic. Non si esclude la possibilità di un consiglio straordinario dei 27 ministri Ue nei prossimi giorni. Si apprende da fonti Ue.

  • Iss: casi confermati sono due, no a fake news

  • Regione Lazio: cinese di Frosinone è negativa

    «La donna di nazionalità cinese residente a Frosinone che è stata portata il 31 gennaio presso l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani è negativa al test per il nuovo coronavirus. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare lo stato complessivo della salute». Lo afferma in una nota l'Assessorato alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio dopo la comunicazione della Direzione sanitaria dell'Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

  • Banca centrale Cina, assicuriamo sostegno a mercati

    La Banca centrale cinese vede un impatto “temporaneo” sull'economia per la crisi innescata dal coronavirus di Wuhan e chiarisce che userà i vari strumenti di politica monetaria per assicurare che la “liquidità sui mercati resti ragionevolmente ampia”. In una serie di comunicati diffusi nel pomeriggio, la Pboc, in vista della riapertura delle Borse dopo la lunga pausa del Capodanno lunare, ha assicurato che abbasserà in “modo appropriato” i tassi sui prestiti per sostenere le società colpite dal virus.

  • In Lombardia 33 controllati negativi

    Nessuna delle 33 persone finora controllate in Lombardia per escludere che avessero contratto il Coronavirus è risultata positiva alla malattia. I test, fanno sapere dalla Regione, sono risultati tutti negativi. In altri quattro casi si stanno svolgendo i controlli

  • Oms in campo contro falsi miti e fake news

    Il nuovo virus «può colpire persone di tutte le età», ma «gli anziani e i malati cronici possono presentare forme più gravi di infezioni». «Non vi sono prove» che gli animali domestici possano diffonderlo e gli «antibiotici non aiutano a curarlo», ma esistono cure per «alleviare i sintomi». A sfatare i miti sul coronavirus 2019-nCoV è l'Oms, che in una specifica sezione sul portale fa chiarezza su notizie che circolano sui social media, sul web e nelle chat telefoniche.

  • Robiglio: timori imprese, peserà psicosi

    «Siamo particolarmente preoccupati: certamente stiamo studiando la situazione e cercando di capire le evoluzioni per le prossime settimane», ha detto il leader della Piccola Industria di Confindustria, Carlo Robiglio, circa l’impatto sull’economia italiana dell’allarme per il coronavirus cinese. «Alcuni impatti già si vedono» ha spiegato. «Ho parlato con colleghi che operano nei settori del turismo e del lusso: stanno già sentendo le prime ripercussioni e esiste «il rischio psicosi»

  • Cinesi via da Italia con scali intermedi

    Nel primo giorno dopo il blocco dei voli diretti tra l'Italia e la Cina, all'aeroporto di Fiumicino non si registrano, al momento, criticità per i passeggeri cinesi, che però si stanno organizzando per tornare comunque a casa. Al Terminal 3, gruppi di viaggiatori cinesi, diversi con la mascherina indossata, effettuano check-in per poter partire, da qui a stasera, attraverso scali intermedi e destinazioni di transito, come Dubai, Londra, Ryadh, Cairo, Tokyo, Istanbul, per poi proseguire alla volta di Pechino,Shangai, Hong Kong, Guangzhou.

  • Negativi esami su albergo Verona coppia cinese

    Non ha accusato, al momento, alcun sintomo il dipendente dell'albergo di Verona che ha avuto contatti con la coppia di turisti cinesi (che aveva soggiornato nella città scaligera il 23 e 24 gennaio prima di trasferirsi a Roma) ricoverati allo Spallanzani di Roma per il Coronavirus. Lo ha sottolineato il dirigente della Direzione di prevenzione Regionale del Veneto, Francesca Russo, rilevando poi che c'è «un caso sospetto», sempre a Verona, ma che finora ha dato esito negativo. Si tratta di un cittadino brasiliano arrivato dalla Cina che ha accusato sintomi respiratori, febbri tipici della malattia «e per questo è ricoverato all'ospedale. La risposta degli esami dello Spallanzani di Roma ha dato esito negativo». Altri casi in Veneto non sono stati registrati.

  • Coronavirus: a scuola studenti da Cina senza sintomi

    Non c’è preclusione a frequentare la scuola per gli studenti che sono arrivati in Italia dalla Cina e che non presentano i sintomi caratteristici del coronavirus. Lo dispone la circolare congiunta del Ministero della Salute e dell’Istruzione che verrà diffusa lunedì prossimo. Lo ha anticipato oggi Francesca Russo, dirigente della direzione di prevenzione regionale del veneto, durante la conferenza stampa convocata a Venezia dal presidente Luca Zaia.

  • Cina, appello a Ue per forniture mediche

    Il premier cinese Li Keqiang ha chiesto alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen di aiutare e favorire gli approvvigionamenti di forniture mediche più urgenti dai Paesi membri Ue attraverso i canali business. E' il risultato di una telefonata intercorsa, secondo i media cinesi, tra i due leader, nel mezzo degli sforzi di Pechino contro l'epidemia del nuovo coronavirus di Wuhan che ha causato finora 259 morti.

  • Spallanzani, test in corso su 13 casi sospetti

    Al momento all'Ospedale Spallanzani di Roma sono ricoverati «13 pazienti provenienti da zone della Cina interessate dall’epidemia e tutti loro sono stati sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus, tutt’ora in corso». «Altri 13 pazienti sono stati isolati e dimessi dopo il risultato negativo dei test per la ricerca del nuovo coronavirus». Lo si legge nel nuovo bollettino medico emesso questa mattina dall'ospedale. Restano, invece, sotto osservazione le 20 persone «che hanno avuto contatto con la coppia cinese positiva all'infezione da nuovo coronavirus». «Sono tutte in buone condizioni generali e la loro salute non desta preoccupazioni», conclude il bollettino

  • Condizioni coppia a Roma restano discrete

    Restano discrete le condizioni di salute della coppia di cinesi positiva al coronavirus e attualmente ricoverata all’ospedale Spallanzani di Roma. Lo comunica il nuovo bollettino medico, sottolineando che la donna, 65 anni, ha accusato “nausea e vomito”, mentre l'uomo, 66 anni, presenta “un quadro di polmonite interstizio alveolare bilaterale” e “febbre associata a tosse e astenia”. Confermata anche la negatività al test da parte dell’operaio romeno che lavora nell'hotel di Roma dove alloggiavano i due cinesi.

  • Due cinesi senza sintomi in isolamento a Trento

    Due ricercatori cinesi arrivati ieri a Trento sono isolamento per 14 giorni. I due giovani hanno deciso, in modo volontario, di accettare le misure previste dal Ministero della Salute per il Coronavirus. I due studenti, va sottolineato, non presentano sintomi. Non si può quindi parlare di contagio. Si tratta di una misura presa a scopo precauzionale, sottolinea la Provincia autonoma di Trento.

  • Gb riduce personale diplomatico in Cina

    La Gran Bretagna ha deciso di richiamare parte del personale in forza alla sua ambasciata e ai suoi consolati in Cina a causa dell’epidemia del coronavirus di Wuhan: lo si legge in una nota del governo di Londra.Lunedì, in una riunione informale tra i Paesi Ue presso la rappresentanza dell'Unione europea di Pechino, era stato confermata la linea della libera scelta sulle linee da adottare in capo ai singoli Stati, a cominciare dalla partenza del personale delle ambasciate.

  • Boccia: coronavirus rallenta economia, possiamo reagire

    «È evidente che se rallenta la Cina, anche per una causa come questa, un effetto sull’economia globale arriva», dice dell'impatto sull'economia del coronavirus il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia. «A maggior ragione - aggiunge - dobbiamo reagire in chiave di mercato europeo e domestico perchè potrebbe essere una causa esterna che accelera un rallentamento dell'economia ma abbiamo tutti gli strumenti per reagire a partire da Italia, Germania e Francia, le tre principali manifatture in Europa.

  • Australia limita arrivi da Cina

    L'Australia vara misure per a non consentire l'accesso nel Paese agli stranieri non residenti in arrivo dalla Cina. A partire da oggi, l'ingresso sarà consentito solo a «cittadini australiani, residenti nel Paese, persone a carico, tutori legali o coniugi». Lo ha annunciato il premier Scott Morrison. Le misure per avviare il blocco “sono in fase di completamento», ha detto il premier

  • Vietnam sospende voli da e per Cina

    Il Vietnam ha sospeso tutti i voli da e per la Cina come parte delle misure adottate contro il dilagare dell'epidemia di coronavirus. La direttiva si applica a tutte le compagnie aeree «che hanno rotte tra il Vietnam e la Cina», ha comunicato l'Autorità per l'aviazione civile in una nota

  • Apple chiude gli store fino al 9 febbraio

    Apple ha annunciato la chiusura di tutti i suoi negozi e uffici in Cina fino al 9 febbraio: lo si legge in una nota del colosso di Cupertino, secondo cui gli store online resteranno invece operativi. «I nostri pensieri vanno alle persone più direttamente colpite dal coronavirus e a quelle che lavorano senza sosta per contenerlo», recita la nota. Sulla base degli ultimi aggiornamenti degli esperti sanitari, «stiamo chiudendo tutti i nostri uffici societari, i negozi e i contact center nella Cina continentale fino al 9 febbraio».

  • Tajani: grave responsabilità del regime cinese

    «C'è una grave responsabilità del regime cinese per i ritardi nella denuncia dell'epidemia» del coronavirus. «Medici minacciati, ritardi e verità nascoste hanno provocato morti e diffusione della malattia nel mondo». Lo scrive su Twitter, Antonio Tajani vicepresidente di Forza Italia e Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo.

  • Restano due i casi accertati in Italia

    I casi accertati in Italia restano due, una coppia di turisti cinesi in 'condizioni discrete' allo Spallanzani di Roma. Sono dodici i ricoverati sempre allo Spallanzani per dei test

  • Corona virus, sale a 259 il bilancio delle vittime in Cina

    Con i suoi 46 nuovi decessi e i suoi 2.102 nuovi casi confermati, venerdì è stata la giornata con il bollettino più grave dell'epidemia di coronavirus di Wuhan. I dati forniti dalla Commissione sanitaria nazionale (Nhc) cinese portano il conteggio totale delle morti a 259 e quello dei contagiati accertati a quota 11.791.

  • Stato di emergenza per il virus, un commissario per la crisi

    Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per sei mesi per il coronavirus cinese, stanziando 5 milioni di euro. A gestire la calamità sarà un commissario straordinario, come avvenne per la Sars. È il capo della Protezione civile Borrelli: in caso di necessità, potrà requisire hotel e strutture abitative, ma intanto rassicura: la prevenzione funziona e ogni allarmismo è ingiustificato

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti