I dati

Coronavirus: in Italia 675 nuovi casi (+0,3%) e 145 morti (+0,45%). Più guariti, meno ricoveri

I tamponi superano i 3 milioni. Calano i ricoverati con sintomi e le terapie intensive

Coronavirus: ecco l’indice di trasmissibilità della tua regione

I tamponi superano i 3 milioni. Calano i ricoverati con sintomi e le terapie intensive


2' di lettura

La settimana della riapertura di tutte le principali attività economiche inizia con numeri incoraggianti sul fronte dell’epidemia. In Italia sono i tutto 225.435 i casi di coronavirus: 675 in più rispetto a quelli comunicati ieri (+0,3%). I decessi sono 31.908, aumentati di 145 unità rispetto a ieri. Il totale dei guariti tocca oggi quota 125.176 (+2366). Si conferma la tendenza discendente dell’epidemia di Covid-19, in attesa di capire gli effetti dell’allentamento del lockdown.

LA MAPPA AGGIORNATA DEI CONTAGI

Gli attualmente positivi ad oggi sono 68.351 (ieri erano 70.187). Si allenta la pressione sulle strutture sanitarie: sono infatti 10.311 i ricoverati con sintomi (ieri erano 10.400), 762 i malati in terapia intensiva e 57.278 quelli in isolamento domicialiare (ieri erano 59.012). I tamponi fatti toccano quota 3.004.960. Sono i numeri forniti dalla Protezione Civile.

In Lombardia
In Lombardia continua a diminuire il numero dei ricoverati: sono 255 i pazienti in terapia intensiva (-13) e 4.480 (-41) le persone in altri reparti. I casi positivi in totale sono 84.844 (+326), in calo rispetto a ieri anche se con oltre 2.000 tamponi in meno (11.809), mentre i nuovi decessi sono 69 per un totale di 15.519 morti. «Anche i dati di oggi indicano che il trend dei contagi è sostanzialmente soddisfacente», ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera.

Il quadro nelle Province
La Provincia italiana con la più alta incidenza di contagi sulla popolazione è sempre Cremona (1,76%), seguita da Piacenza (1,54%), Lodi (1,46%), Brescia e Bergamo (entrambi a 1,12%). Tra le grandi città, Milano, Torino e Genova hanno un’incidenza molto simile (rispettivamente dello 0,68%, dello 0,66% e dello 0,63%), mentre Roma (0,12%)e Napoli (0,08%) sono state toccate molto meno dal virus.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti