Asia e Oceania

Coronavirus: nuovi casi in Europa e Algeria, quasi tutti importati dalla Lombardia

In Cina l’epidemia ha raggiunto 77.658 contagi e 2.663 morti Nuovi casi confermati in Germania, Svizzera, Croazia, Austria, Francia, Romania e Algeria, tutti riconducibili al focolaio lombardo Negli Usa Trump chiede 2,5 miliardi al Congresso per affrontare un’eventuale emergenza La Borsa di Tokyo, dopo la pausa per festività, chiude in flessione a -3,3%. Piazze cinesi contrastate Positivi due italiani a Tenerife, mille in quarantena



  • L’Irlanda chiede stop a partita del “6 Nazioni” con l’Italia

    È sotto osservazione la gara del “6 Nazioni” di rugby Irlanda-Italia, in programma il 7 marzo, che rischia di essere cancellata per motivi di salute pubblica. Lo riferisce l'agenzia Bloomberg citando Tony Holohan, capo del Dipartimento della Salute irlandese. Il quale raccomanda di annullare la partita a causa della «rapida evoluzione dell'epidemia» nel Nord Italia e conseguente rischio di importare casi di coronavirus in Irlanda.

  • Un altro contagiato in Germania, salgono a 18

    Un nuovo contagio da coronavirus certificati in Germania, che fa salire a 18 la conta ufficiale. Si tratta di una persona di Erkelenz ora ricoverata nel policlinico universitario di Duesseldorf. Non sarebbe ancora chiaro al momento come potrebbe essere entrata in contatto con il virus. Fino a qualche giorno fa il bilancio era fermo a 16 contagiati, quasi tutti in via di guarigione.

  • La Spagna invita a non viaggiare nel Nord Italia

    Il ministero della Salute spagnolo ha deciso di ampliare le zone a rischio coronavirus verso le quali raccomanda di non effettuare viaggi non necessari: oltre alla Cina, il Giappone, la Corea del Sud, Singapore, l'Iran e in quattro regioni del Nord Italia (Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna). Ne dà notizia l’agenzia Efe. Il ministro della Salute, Salvador Illa, ha riferito in una conferenza stampa le decisioni prese dal Consiglio Interterritoriale per la Salute convocato con urgenza dopo l'espansione del coronavirus in Italia.

  • Nuovo caso in Germania, contratto in Italia

    Nuovo caso in Germania, il primo nel Land meridionale del Baden-Wuerttemberg. Si tratta di un cittadino tedesco di 25 anni che avrebbe contratto il virus durante un recente viaggio a Milano. Salgono così a 17 i casi accertati in Germania, con nessuna vittima. L’azienda bavarese di componenti auto Webasto il mese scorso aveva avuto alcuni casi di coronvirus importati da una dipendente cinese che aveva visitato il quartier generale del gruppo vicino a Monaco di Baviera.

  • Primo caso in Algeria: è un italiano

    Il primo caso accertato di nuovo coronavirus in Algeria viene dall’Italia. Lo ha annunciato il ministro della Sanità del paese africano Abderrahmane Benbouzid su EnTv. Si tratta di un cittadino italiano, secondo quanto reso noto dal ministro della Salute. L'uomo è arrivato in Algeria il 17 febbraio scorso, ed è ricoverato in isolamento all'Istituto Pasteur. «Sono state adottate tutte le misure per la presa in carico del paziente, messo in quarantena», ha precisato il ministro.

  • Autorità Usa: prepararsi all’epidemia

    L'epidemia da coronavirus arriverà negli Stati Uniti. Lo ha detto il direttore del National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Nancy Messonnier, nell'incontro giornaliero con la stampa. «Chiediamo agli americani di collaborare con noi e di prepararsi alla possibilità che (l'epidemia) sia grave. La domanda non è più se avverrà [la diffusione] in questo Paese, ma quando». Finora i casi accertati di Covid-19 negli Stati Uniti sono 14 mentre altri 39 residenti americani sono stati rimpatriati dopo aver contratto il virus in altri Paesi. «Lo stravolgimento della vita quotidiana potrebbe essere severo», ha aggiunto.

  • Due nuovi casi in Francia: uno rientrava dalla Lombardia

    Le autorità sanitarie francesi hanno confermato due nuovi casi del Covid-19. Si tratta di un cittadino francese rientrato nei giorni scorsi dalla Lombardia e ricoverato in un ospedale del centro del Paese e di una donna cinese. Il ministro della Sanità Jerome Salomon ha sottolineato che le condizioni di salute dei due pazienti non destano alcuna preoccupazione. L'uomo è «un francese che rientra da un soggiorno in Lombardia e che è attualmente ricoverato nella regione Auvergne-Rhone Alpes». La «giovane donna cinese è invece rientrata dalla Cina il 7 febbraio ed è ricoverata a Parigi».

  • Due gli italiani contagiati a Tenerife: mille persone bloccate in hotel

    Sono due gli italiani, originari di Piacenza, contagiati dal coronavirus a Tenerife: è risultata positiva al test anche la moglie del medico contagiato e già isolato nell'ospedale di Candelaria. Circa mille ospiti dell’Hotel H10 Costa Adeje Palace sono ancora bloccati nelle camere in attesa di comunicazioni da parte delle autorità spagnole.

  • Primo caso in Romania: è un cittadino italiano

    La Romania ha confermato il primo caso di Covid-19. Si tratta di un uomo italiano rientrato nel Paese circa tre settimane fa. L’uomo è stato posto in quarantena all’Ospedale Matei Bals di Bucarest.

  • Primo contagio a Barcellona: donna italiana di 36 anni

    Primo cittadino positivo al test del coronavirus a Barcellona, in Spagna. Il Dipartimento di Salut della Generalitat ha confermato il primo caso in Catalogna. Si tratta di una donna italiana di 36 anni residente in Spagna. La donna era appena rientrata da un viaggio in Italia tra Bergamo e Milano. Si tratta del quarto caso di Covid-19 confermato in Spagna dopo i due segnalati alle Canarie e uno a Maiorca, tutti stranieri.

  • Primo caso di contagio in Svizzera

    In Svizzera è stato segnalato il primo caso confermato di COVID-19 ed è in Ticino”. Lo ha comunicato l'Ufficio federale della sanità pubblica che informerà la popolazione in una conferenza stampa alle 17.

  • Anche le Seychelles chiudono agli italiani

    Anche le Seychelles, paradiso delle vacanze, chiudono le frontiere agli italiani. In particolare, si legge in un aggiornamento sul sito di Viaggiare Sicuri gestito dall'Unità di Crisi della Farnesina, “le autorità locali hanno vietato a tutte le compagnie aeree con voli diretti alle Seychelles di imbarcare passeggeri che siano stati in Italia, Cina, Sud Corea e Iran negli ultimi 14 giorni. Analogamente, i passeggeri che arrivano via mare non potranno sbarcare se sono stati Italia, Cina, Sud Corea e Iran negli ultimi 14 giorni”.

  • La Giordania vieta l’ingresso ai cittadini italiani

    La Giordania ha comunicato di aver deciso il divieto di ingresso nel Paese ai viaggiatori provenienti dall'Italia per l'emergenza coronavirus. Il Regno hascemita ha già proibito l'ingresso di viaggiatori provenienti dalla Cina, Corea del Sud e Iran.

  • Trump: vicini al vaccino

    Roma, 25 feb- L'epidemia di coronavirus “è sotto controllo negli Usa” e il vaccino “è molto vicino”. Lo ha dichiarato Donald Trump, presidente degli Stati Uniti. Gli americani con il coronavirus, ha aggiunto, “si stanno tutti riprendendo”.

  • Austria e Svizzera, primi casi. Un contagio in Croazia

    La provincia del Tirolo ha confermato i due primi casi di contagio in Austria. È una coppia di due giovani italiani di circa 24 anni, che vivono in Tirolo e sono stati recentemente in Lombardia. La donna lavora in un hotel di Innsbruck. Entrambi si trovano in buone condizioni, con sintomi lievi. Anche la Svizzera ha il suo primo caso confermato. Pure la Croazia segnala un primo caso: è un giovane che ha visitato Milano dal 19 al 21 febbraio: anche lui manifesta sintomi leggeri.

  • Iran, positivo al virus il viceministro della Sanità

    Il vice ministro iraniano della Sanità è risultato positivo al test del coronavirus.

  • Ue: Schengen non viene sospeso

    “Non c'è stata finora alcuna notifica con la richiesta di sospendere le regole di Schengen”. Lo ha detto la portavoce della Commissione europea aggiungendo che comunque l'esecutivo Ue “sta agendo in modo proattivo, la situazione può evolvere rapidamente, importante è avere un coordinamento delle misure”. Il fatto che non ci sia stata una notifica relativa alla reintroduzione dei controlli alle frontiere interne, ha detto ancora la portavoce, “significa che gli Stati attualmente non ritengono che non sia necessaria una tale misura”.

  • A Hong Kong scuole chiuse fino al 20 aprile

    Le scuole a Hong Kong rimarranno chiuse almeno fino al 20 aprile a causa dell'epidemia di nuovo coronavirus. Lo ha annunciato il ministro dell'Istruzione del governo della Regione amministrativa speciale cinese, Kevin Yeung, precisando che la data esatta di ripresa delle lezioni sarà soggetta a ulteriori valutazioni. Si tratta del terzo rinvio della ripresa delle lezioni a Hong Kong nell'ultimo mese. Il governatore, Carrie Lam, ha innalzato al massimo lo stato di allerta sanitaria pubblica già a partire dal 25 gennaio, adottando una serie di misure preventive, compreso il prolungamento delle vacanze per il Capodanno lunare. Secondo il Center for Health Protection (CHP) del governo regionale, i casi confermati di COVID-19 sono saliti a 79 a Hong Kong, dove sono stati registrati anche un totale di due decessi per la malattia causata dal nuovo coronavirus.

  • Usa, vaccino sperimentale pronto per test

    Si fa più vicina la possibilità di avere un vaccino contro il Covid19. L'azienda biotech americana Moderna ha infatti annunciato di aver spedito il primo lotto del vaccino sperimentale mRna-1273 all'Istituto Nazionale delle Allergie e Malattie Infettive (Niaid), per avviare la fase 1 della sperimentazione clinica su un piccolo numero di persone. Lo comunica la stessa azienda sul suo sito.

    Il vaccino si basa su una delle tecnologie più avanzate oggi disponibili, che utilizza la sequenza del materiale genetico del coronavirus, ossia l'acido ribonucleico (Rna). È frutto della collaborazione con il Niaid e la Cepi (Coalition for Epidemic Preparedness Innovations), “che ha permesso di avere pronto il primo lotto di vaccino a soli 42 giorni dopo l'identificazione della sequenza genetica del virus”, ha sottolineato Juan Andres, capo delle operazioni tecniche dell'azienda.

    Il Niaid prevede di iniziare la sperimentazione clinica su 20-25 volontari sani per la fine di aprile, secondo quando riportano i media Usa, per avere i primi risultati disponibili tra luglio e agosto. Come spiega l'azienda, il nuovo vaccino a Rna messaggero (mRna) è programmato per codificare la proteinacomplessa S, progettata dall'azienda con il Niaid e usata come bersaglio per i vaccini contro altri coronavirus, come quello della Mers e della Sars. Il vantaggio di questo approccio è che permette di imitare l'infezione naturale per stimolare una risposta immunitaria più potente.

  • In Gb oltre 6.500 tamponi, solo 9 i contagi

    Sono 6.536 i test condotti fino a ieri nel Regno Unito, su altrettante persone, per potenziali casi di contagio da coronavirus. Lo confermano il ministero della Salute britannico e l'Nhs, il sistema sanitario nazionale, precisando che 6.527 sono risultati negativi e solo 9 positivi.
    A questa cifra vanno aggiunti i 4 pazienti britannici contagiati sulla nave da crociera Diamond Princess, in Giappone, risultati positivi al momento del rimpatrio. Sulla base di tali dati, il governo britannico continua a considerare al momento basso il rischio coronavirus per la generalità del pubblico britannico, pur avendo incrementato le misure precauzionali.

  • Iran, «evitate di uscire da casa»

    «È più sicuro per la popolazione restare a casa». Lo ha detto il portavoce del ministero della Salute iraniano Kianoush Jahanpour, dopo aver aggiornato a 95 casi e 15 morti il bilancio del contagio da coronavirus
    (Covid-19) nella Repubblica islamica

  • Gli Emirati sospendono i voli con l’Iran

    Oggi gli Emirati Arabi Uniti hanno sospeso tutti i voli da e verso l'Iran per “una settimana”, periodo rinnovabile. L'annuncio ha fatto seguito ai numerosi casi di infezione da Coronavirus riguardanti persone di ritorno dall'Iran. La decisione dell'Autorità generale per l'aviazione civile rientra “nel quadro delle misure precauzionali adottate per affrontare il nuovo Coronavirus” e riguarda “voli passeggeri come aerei da carico”. Oggi l'Iran ha annunciato tre nuovi morti, in tutto ha registrato 15 decessi

  • Le piazze cinesi chiudono contrastate

    I timori per le conseguenze dell'epidemia di coronavirus hanno dominato le principali piazze cinesi che, tuttavia, hanno concluso la giornata in modo eterogeneo. L'indice composito di Shanghai ha perso lo 0,60% a 3.013,05 punti; quello di Shenzhen ha invece recuperato lo 0,51% a 1.943,17 punti. L'indice Hang Seng di Hong Kong è leggermente salito, dello 0,13%, solo un'ora prima della chiusura. I mercati mondiali sono crollati ieri a seguito della diffusione internazionale del coronavirus che è apparso per la prima volta in Cina a dicembre.

  • Positivo a Tenerife, mille in quarantena

    Mille persone in quarantena nell'hotel H10 Costa Adejie Palace, nella località di Adejie, dove si trovava alloggiato con la moglie il medico italiano risultato positivo al test del coronavirus a Tenerife. Lo scrive Diario de Avisos. Militari e forze dell'ordine impediscono alle persone presenti nell'hotel di uscire, così come al personale esterno di entrare nel complesso turistico

  • Iran, i decessi salgono a 15

    Altre tre persone sono decedute in Iran a causa del coronavirus: lo riportano i media statali. Il bilancio delle vittime nel Paese sale così a quota 15.

  • Air Bulgaria cancella i voli da e per Milano

    Bulgaria Air sta cancellando i suoi voli da e per Milano fino al 27 marzo in seguito al crescente numero di casi di coronavirus nel nord Italia. Tutti i passeggeri dei voli annullati possono recuperare i loro soldi o riprenotare i voli senza costi, ha detto la compagnia. I passeggeri che hanno prenotato voli per Milano in aprile possono fare lo stesso.

  • In Cina la crescita più debole da trent’anni

    Lo scoppio del coronavirus e gli sforzi della Cina per fermare la sua diffusione significano che l'economia crescerà più lentamente in questo trimestre di quanto si pensasse, con la previsione mediana ora che la crescita sarà la più debole in 30 anni.

    La stima è che il prodotto interno lordo della Cina crescerà del 4% nel primo trimestre. È sceso dal 5,9% nell'ultimo sondaggio del 22 gennaio e dal livello più basso dal 1990. Si prevede che la crescita economica per l'intero anno sarà di circa il 5,5%, anche in calo rispetto al 5,9% del mese scorso.

  • La Borsa di Tokyo chiude in calo: -3,3%

    La Borsa di Tokyo termina la prima seduta della settimana - dopo la festività di ieri - in sostenuto calo, in scia al crollo dei listini globali, quando non si attenuano le paure di un'espansione dei contagi del coronavirus su scala internazionale. Il Nikkei lascia sul terreno il 3,34% a quota 22.505.41, lasciando sul terreno 781 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si è andato rafforzandosi a un livello di 110,80 sul dollaro, e a 120,20 sull'euro.

  • Quarta vittima della Diamond Princess

    Una quarta persona è morta in Giappone dopo essere stata portata in ospedale dal periodo di quarantena osservato all'interno della Diamond Princess, la nave da crociera rimasta ancorata nel porto di Yokohama. Lo riporta la tv pubblica nipponica Nhk, secondo cui la vittima è un uomo
    ultraottantenne.

  • 71 nuove vittime in Cina, il dato più basso da oltre due settimane

    La Cina ha accertato altri 508 casi di coronavirus, portando il totale a 77.658. Le nuove morti, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale, sono state 71 (il dato più basso da oltre due settimane), per un bilancio complessivo di 2.663. Al netto dell'Hubei, l'epicentro dell'epidemia, i nuovi casi nel resto della Cina sono stati solo nove. Nella regione focolaio con i 499 nuovi casi di contagio il totale sale a 64.786, mentre i 68 ulteriori decessi portano il totale a 2.563.

  • 60 nuovi casi in Corea

    La Corea del Sud ha reso noto oggi 25 febbraio 60 nuovi casi di contagio da coronavirus, portando il totale a quota 893 in tutto il Paese. Nei suoi aggiornamenti sulla crisi, il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) ha spiegato in una nota che si tratta del più piccolo incremento negli ultimi quattro giorni. Quanto alle vittime, c'è un caso in più da registrare che porta il conto complessivo a otto.

  • Trump chiede al Congresso 2,5 miliardi

    L'amministrazione Trump sta inviando al Congresso una richiesta aggiuntiva di 2,5 miliardi di dollari al bilancio per combattere il coronavirus. Lo scrive Politico. Il pacchetto prevede anche di attingere a fondi non utilizzati, come quelli per l'ebola. Oltre un miliardo sarà destinato allo sviluppo del vaccino mentre il resto del denaro darà al ministero della Salute la flessibilità di spendere il cash come meglio crede, dalle scorte di mascherine protettive al pagamento della diagnostica.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...