il punto sui vaccini

Coronavirus, Arcuri: «Per i ritardi nelle consegne le vaccinazioni scese da 80mila a 28mila al giorno»

L’Avvocatura prepara la causa alla Pfizer. Asimmetrie nelle consegne create dal taglio delle consegne stabilito unilateralmente da Pfizer in modo diverso nelle varie regioni

di Nicoletta Cottone

Ritardi Pfizer rallentano vaccini, stop prime dosi

L’Avvocatura prepara la causa alla Pfizer. Asimmetrie nelle consegne create dal taglio delle consegne stabilito unilateralmente da Pfizer in modo diverso nelle varie regioni


3' di lettura

Parte col primo dei corti realizzato da Giuseppe Tornatore per la campagna vaccinale la conferenza stampa del commissario Domenico Arcuri per fare il punto sui vaccini. I dati nel mondo della pandemia, che ha superato i 96 milioni di contagiati e ha causato oltre due milioni di morti. I contagi che in Europa - oltre 28 milioni - continuano a correre, in Spagna come in Germania e nel Regno Unito. In Italia oggi si registrano oltre 14mila casi, con 521 vittime. «Il virus circola anche fra di noi», dice il commissario, anche se «da qualche giorno la pressione sulle terapie intensive e sugli ospedali inizia lievemente a diminuire per effetto delle misure di Natale». Rende noto che sono stati inviati 167 ulteriori ventilatori alle regioni che ne hanno fatto richiesta. Il 95,3% dei contagiati in Italia si cura a casa, 4,3% in ospedale, gli altri in terapia intensiva. E annuncia un calo del 20%, comunicato da Pfizer, nelle consegne la prossima settimana. E ricorda che il taglio del 29% delle fiale nella settimana «è l'effetto delle ridotte consegne delle dosi previste da parte di Pfizer, pari al 29% di fiale in meno nell’ultima settimana e un ulteriore meno 20% anche nella prossima settimana».

Le vaccinazioni sono scese da 80mila a 28mila

«Fino alla fine della scorsa settimana siamo stati in Europa la nazione che ha vaccinato di più», «18.881 italiani hanno fatto la seconda dose», ma «i ritardi nelle consegne dei vaccini hanno rallentato significativamente la campagna vaccinale». Purtroppo, ha spiegato Arcuri, «i ritardi nelle consegne da parte di uno dei fornitori (Pfizer, ndr) ha comportato una discesa di vaccinazione da 80mila al giorno, con una punta di 92.618, alle attuali 28mila, poco più di un terzo».

Loading...

Asimmetrie nelle consegne create dalla Pfizer

Il ritardo nella fornitura delle dosi dei vaccini Pfizer tiene banco nella conferenza stampa del commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri, che racconta anche delle asimmetrie create dal taglio delle consegne stabilito unilateralmente da Pfizer, in modo diverso nelle varie regioni. Si è trattato, ha ricordato Arcuri, di una «decisione unilaterale e con preavviso ridotto ha portato pregiudizio e asimmetria territoriale che ha messo a rischio la somministrazione anche della seconda dose e ci ha portato a ridiscutere la distribuzione tra le regioni». Una situazione cha ha creato disagi in tutta Italia, con molte Regioni che hanno dovuto interrompere le nuove vaccinazioni per consentire di somministrare la seconda dose nei tempi indicati dai protocolli di somministrazione. Campagne vaccinali completamente ferme in alcuni ospedali e Rsa, dove al momento non è possibile garantire le iniezioni per il richiamo.

L’Avvocatura prepara la causa alla Pfizer

L’Avvocatura dello Stato, ha detto Arcuri, sta istruendo il dossier «a tutela della campagna di vaccinazione e del potenziale danno causato alla popolazione».Il governo italiano ha, infatti, attivato l’Avvocatura generale dello Stato per valutare i diversi profili di responsabilità della casa farmaceutica Pfizer in caso di inadempienza e le possibili azioni da intraprendere a tutela degli interessi del Paese e dei cittadini.


Ferme le vaccinazioni di over 80

I ritardi nella consegna delle dosi hanno impedito di iniziare la campagna vaccinale sugli over 80, come prevedeva il programma vaccinale. «L’Italia ha dimostrato di essere capace di effettuare le vaccinazioni in tempi stretti», ha ricordato il commissario. Ora si attendono le fiale per far ripartire la macchina delle vaccinazioni e, dopo le categorie selezionate, arrivare alle somministrazioni di massa nei tendoni che saranno allestiti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti