EMERGENZA COVID-19

Coronavirus, assicurazioni auto in picchiata. Attenzione ai veicoli parcheggiati in strada senza polizza

Diminuiscono drasticamente le nuove immatricolazioni di auto e moto e con sé anche le assicurazioni. Da non dimenticare però di rinnovare la polizza delle auto di proprietà, soprattutto se vengono parcheggiare sul suolo pubblico

di Giulia Paganoni

default onloading pic
(Animaflora PicsStock - stock.adobe.com)

Diminuiscono drasticamente le nuove immatricolazioni di auto e moto e con sé anche le assicurazioni. Da non dimenticare però di rinnovare la polizza delle auto di proprietà, soprattutto se vengono parcheggiare sul suolo pubblico


2' di lettura

Un marzo nero. Nel terzo mese dell'anno sono crollate le immatricolazioni di auto (-85,4%) e delle moto (-66%) rispetto allo stesso periodo del 2019. Ma anche le assicurazioni subiscono un grave calo, attenzione però a non dimenticare di rinnovare la polizza dopo la tolleranza dei 30 giorni, soprattutto se il veicolo viene lasciato parcheggiato in strada.


La panoramica delle assicurazioni auto per regioni
La situazione è difficile ma è anche necessario cercare di comprenderla meglio per poterla migliorare e non cadere in altre problematiche.
In primis, dai dati di un’analisi fornita da segugio.it, viene evidenziato che le prime assicurazioni a calare sono quelle per auto nuove, che nel mese di marzo sono diminuite dell'86,1% rispetto allo scorso anno.

A subire un forte stop è anche la compravendita di usato e le relative prime assicurazioni che diminuiscono del 76%, di questi, la peggior performance è della regione Umbria che ha segnato un meno 83,87% mentre la migliore è della Basilicata con un -49,29%. La Lombardia, regione più colpita a livello nazionale dall'epidemia, segna un arresto del 79,03%. In riferimento alle prime assicurazioni di auto nuove, è inoltre possibile notare che le regioni più colpite sono Valle d'Aosta (-100%), Friuli Venezia Giulia (-95,5%), Lazio (-90,5%) e Puglia (-90,2).

La Lombardia ha visto un calo dell'87,13%. Mentre la regione con regnali meno negativi è il Molise, con un meno 57,01%.


Due ruote: stagione compromessa
Un discorso analogo può essere fatto per il mercato dei motoveicoli che soffre anche della stagionalità, nonché del cambio di omologazione che avverrà (se non ci saranno cambiamenti da parte del Governo) a gennaio 2021 con l'introduzione degli Euro 5.
Alla luce dei dati raccolti, nel mese di marzo le assicurazioni moto nuove sono calate del 62,12%, dove in pole posizion (negativamente) si sono posizionate a pari (de)merito Basilicata, Molise e Valle d'Aosta con un meno 100%. A contenere la situazione Umbria (-16,92). Mentre la Lombardia si è difesa con un calo vicino alla media nazionale: meno 65,38%.
Rispetto alle prime assicurazioni delle due ruote usate il calo è stato del 48,46%, con la Valle d'Aosta che ha subito uno stop del 100%. La regione Campania ha contenuto con un meno 18,24%. La Lombardia si è posizionata poco sopra la media nazionale, con una diminuzione del 54,91%.
Ricordare di rinnovare le polizza
Tra i provvedimenti del Governo, è stata data la possibilità agli italiani di posticipare il pagamento della polizza scaduta che dai 15 giorni passa ai 30. Questo però non significa che dopo il mese di proroga sia possibile utilizzare il mezzo o lasciarlo parcheggiato sul suolo pubblico. Infatti, in quest'ultimo caso, se vengono fatti controlli, si può incorrere in sanzioni pecuniarie o ritiro del mezzo. E, se sfortunatamente l'auto dovesse determinare (ad esempio per cedimento del freno a mano) un sinistro o essere coinvolta in un incidente anche se ferma, il proprietario si troverebbe a pagare di tasca sua i danni determinati dal proprio mezzo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...