EMERGENZA COVID-13

Coronavirus, le Big 3 di Detroit fermano la produzione in Nord America

Fiat Chrysler Automobile, General Motors e Ford Motors fermano gli impianti in Sua e Canada

default onloading pic

Fiat Chrysler Automobile, General Motors e Ford Motors fermano gli impianti in Sua e Canada


2' di lettura

Dopo interminabili riunioni tra i dirigenti e il sindacato dei lavoratori UAW, le Big 3 di Detroit hanno deciso di fermare la produzione in Nord America. General Motors e Ford Motor hanno dichiarato che chiuderanno tutti i loro siti produttivi negli Stati Uniti, in Canada e in Messico fino almeno al 30 marzo segnando un “passo costoso e drammatico per combattere la pandemia di Coronavirus” che le Case avevano cercato di evitare. General Motors ha iniziato a sospendere la produzione dalla serata di ieri mercoledì, gi stabilimenti di Ford si fermeranno al termine dell'ultimo turno di oggi mentre anche

Fiat Chrysler Automobiles ha dichiarato che avrebbe iniziato a fermare la produzione oggi, fino alla fine del mese. Martedì sera le tre Case avevano programmato di continuare a far funzionare i loro impianti senza interruzioni. In un incontro con i leader UAW i dirigenti avevano concordato una serie di misure di sicurezza avanzate, tra cui lo stop parziale e a rotazione degli impianti con tempi di pause supplementari tra i diversi turni di produzione per consentire le operazioni di sanificazione extra. Ma ieri Ford ha dovuto chiudere parte del suo impianto di Wayne in Michigan perché un lavoratore è risultato positivo al virus e quello di Chicago a causa della mancanza di sedili in seguito alla chiusura delle fabbriche dei fornitori. L'interruzione della produzione di sei giorni in tutto il Nord America annunciata da Honda, i cui operai non sono associati alla UAW, ha definitivamente aiutato il sindacato a spingere per la chiusura temporanea.


Chiusura temporanea per le fabbriche nordamericane dei produttori asiatici

Quasi tutte le filiali statunitensi dei produttori asiatici hanno deciso la chiusura temporanea degli impianti di produzione in Nord America. Già da domani, o a partire dalla prossima settimana, Toyota Motor North America, Honda Motor, Nissan North America e Hyundai Motor sospenderanno temporaneamente la produzione, ciascuna con tempi e modalità differenti, nella lotta comune contro la diffusione del Coronavirus.

Nissan ha in programma un arresto di due settimane a partire da domani per gli stabilimenti di Smyrna in Tennesse e Canton in Mississippi e di quello dedicato alla produzione di powertrain a Decherd in Tennesse. Da lunedì Honda sospenderà la produzione negli impianti in Ohio, Indiana, Alabama, Canada e Messico, che prevede di riaprire il 31 marzo. Toyota fermerà la produzione in tutti i 14 impianti statunitensi solo lunedì e martedì della prossima settimana al fine di effettuare una profonda azione di pulizia e igienizzazione degli ambienti.

Hyundai ha sospeso la produzione nell'impianto di Montgomery in Alabama ieri dopo che un lavoratore è risultato positivo al virus. L'azienda intraprenderà quindi una scrupolosa azione di disinfezione completa della struttura prima di riprendere la produzione. L'altro Marchio del Gruppo, Kia, ha fatto sapere di non essere interessata dallo stop. «Kia Motors Manufacturing Georgia segue da vicino gli sviluppi del Covid-19 negli Stati Uniti e lavora costantemente per prevenirne la diffusione presse le proprie strutture. Ad oggi le operazioni di produzione di KMMG non sono state interessate e proseguono» ha dichiarato la società in un comunica

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...