AGEVOLAZIONI E SCONTI

Coronavirus, la grande distribuzione si mobilita per aiutare gli over 65

Le catene che hanno attivato i servizi di consegna a domicilio per le fasce più a rischio

di Maria Teresa Manuelli

default onloading pic
La spesa quotidiana è uno degli ostacoli maggiori alla prevenzione del contagio per gli over65 (ANSA/ ANDREA FASANI)

Le catene che hanno attivato i servizi di consegna a domicilio per le fasce più a rischio


5' di lettura

Catene della grande distribuzione e comuni in campo per agevolare la consegna a domicilio della spesa agli over 65, i soggetti più a rischio in caso di contagio da coronavirus. Il governo ha esteso a tutte le Regioni, a partire da martedì mattina e fino al 3 aprile, le misure già attive in Lombardia e in altre 14 province relative all'emergenza Coronavirus, introdotte con il Dpcm firmato nella notte di domenica 8 marzo.

Nonostante tra i motivi che consentono gli spostamenti dalla propria abitazione ci sia anche l’approvvigionamento di generi di prima necessità, si sono registrate lunghe code davanti ai supermercati. Innanzitutto vale quindi la pena ricordare che, a parte i centri commerciali di nuovo fermi nel week-end, non ci saranno particolari limitazioni per i supermercati e gli altri esercizi alimentari. In tutte le tipologie di negozi e alle casse si deve però rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro.

Il servizio di consegna a domicilio
Al netto delle liste di attesa che si stanno allungando anche nella modalità online in seguito al nuovo decreto, sempre più supermercati e negozi si stanno attrezzando per offrire un servizio di consegna a domicilio e molte attività offrono anche agevolazioni e sconti sulla consegna per gli anziani.
Tra le catene già attive nella spesa online ci sono Esselunga, E-Coop, Carrefour, Pronto Spesa (Crai), Iperfamila, Basko, ma anche app e siti come i celebri Amazon ed eBay, TuttoStore.com (dove è possibile acquistare anche articoli casalinghi, di cancelleria e per animali), Supermercato24 (offre la possibilità di fare la spesa dal proprio market preferito),Glovo (non solo food delivery, attraverso i suoi fattorini consente anche di inviare pacchi, ritirare medicine in farmacia ecc.).

Nell’emergenza, molte di queste si sono attivate per fare di più e venire in aiuto proprio dei più anziani. Esselunga , con un piano straordinario di interventi, è stata la prima catena della Gdo italiana a scendere in campo contro il Covid-19. La società ha infatti deciso di rendere gratuita fino a Pasqua per gli over 65 la consegna degli acquisti fatti attraverso la piattaforma di e-commerce «Esselunga a casa» sia le consegne dal punto vendita all'abitazione. Il team di oltre 23.500 collaboratori che in queste settimane ha supportato la clientela, proprio per il lavoro aggiuntivo, riceverà un bonus welfare straordinario di 150 euro per addetto. «Non possiamo stare fermi a guardare la difficoltà e preoccupazione generale causata dalla diffusione del Covid-19. Ognuno deve fare la sua parte. Esselunga, che ha sempre cercato di essere vicina ai territori in cui è presente, vuole confermare concretamente il proprio impegno», spiega Sami Kahale, amministratore delegato della catena.

Anche Carrefour porta la spesa gratis agli over 65: «Il servizio esisteva già, ma in questi giorni lo abbiamo dovuto rafforzare in modo pesante. Sia attraverso una riorganizzazione delle squadre che con partnership esterne. Inoltre abbiamo attivato un call center. Gli anziani che non hanno familiarità con internet possono ordinare al telefono. Per ora in Lombardia», affermano dalla catena.

Supermercato24, il marketplace italiano della spesa online con consegna a casa in giornata, ha annunciato il 9 marzo l’annullamento dei costi di consegna per tutto il mese di marzo per i clienti over 65 dell’area di Milano. L’iniziativa, avviata dalla collaborazione con Coop Lombardia, è stata estesa a Bennet, Carrefour, Conad, MD. I clienti potranno effettuare la spesa online dal sito o dall'app di Supermercato24 e riceverla a casa all'orario richiesto senza alcun costo di consegna.

Selex Gruppo Commerciale - nota con le insegne Famila, A&O e C+C - ha comunicato oggi che fino al prossimo 3 aprile in Lombardia, Veneto, Piemonte, Campania, offrirà in la consegna gratuita della spesa effettuata sull'e-commerce del Gruppo cosicomodo.it (con un importo minimo di 30 euro).

I supermercati e gli ipermercati Emisfero, Il Gigante e Mercatò, appartenenti a Selex, realtà attive nel nord Italia, hanno appoggiato la campagna che è partita dai canali social del sito ed è stata contraddistinta dall'hashtag #uncomodoaiuto. A questa iniziativa si è aggiunta anche l'Insegna Sole365, attiva con il servizio di spesa online a Napoli.
Con #uncomodoaiuto si vuole offrire un aiuto senza restrizioni di fasce di età o nuclei familiari in un momento di forte necessità. «Nelle ultime due settimane – commenta Maniele Tasca, direttore generale Selex Gruppo Commerciale – i volumi dell'e-commerce sono triplicati e la saturazione in tutte le fasce di consegna, non solo delle aree più colpite dall'emergenza, ci ha indotto ad aumentare il personale dedicato e aumentare la capacità di preparazione e consegna delle spese».

Fino al 3 aprile il Gruppo Crai consegnerà a casa gratuitamente a tutti coloro che faranno la spesa online (a partire da 30 euro) nei negozi presenti su Crai spesa online in tutti i comuni dove è attivo il servizio ( 160 su gran parte del territorio nazionale). Inoltre, per i territori coperti dal servizio, è possibile effettuare anche gli ordini telefonicamente chiamando al numero verde 800550088.

Lo scorso 3 marzo, invece, Despar ha donato generi di prima necessità agli abitanti di Vo' Euganeo: acqua, zucchero, pasta e passata di pomodoro, ma anche riso, biscotti e prodotti per l'igiene. «In questi giorni di difficoltà - ha dichiarato l’ad Francesco Montalvo - Aspiag Service ha voluto essere ancora vicina al territorio e aiutare gli abitanti di Vo’ Euganeo con alcuni prodotti indispensabili per la quotidianità; per questo ci siamo messi a disposizione delle autorità per individuare e fornire la merce più necessaria per far fronte all'emergenza. Vogliamo ringraziare i volontari della Protezione Civile e il personale dell'Esercito per quello che stanno facendo».

Le iniziative dei Comuni
Al di là dei colossi della distribuzione, numerose iniziative stanno sorgendo nei singoli comuni per supportare le comunità colpite. Farmacie e grande distribuzione, a Milano, si stanno preparando per distribuire medicine e generi alimentari a domicilio senza spese per gli over 65. Lo ha annunciato il sindaco Beppe Sala parlando in consiglio comunale.

A Firenze il Comune ha stretto un accordo con la grande distribuzione per far recapitare a casa gratis la spesa agli over 75. La misura, spiega il Comune, «va incontro alle misure stabilite per il contenimento del contagio da Coronavirus e nel quale si raccomanda a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati». La proposta del Comune per la fascia di popolazione più fragile ha raccolto l'adesione di Carrefour Express, Conad, Esselunga, Pam Panorama e Unicoop Firenze.

Anche il Comune di Padova studia una soluzione, convocando le associazioni di categoria del settore commercio e gli operatori della grande distribuzione per un incontro dedicato al tema dell'approvvigionamento della spesa e dei beni di prima necessità per gli anziani. Allo studio ci sono modalità ulteriori e maggiormente accessibili rispetto a quelle previste on-line e che si rivolgono tendenzialmente a un pubblico più giovane.

Spesa gratis a domicilio anche a Siracusa per gli over 65. Così la grande distribuzione si attiva pure in Sicilia in queste settimane di emergenza per il coronavirus. L'iniziativa è attiva dall'8 marzo e i supermercati che hanno aderito sono una decina: Conad di viale Epipoli, Conad di viale S.Panagia, Conad di via Ierone, Conad di viale Zecchino, Conad di via Olimpiade, Maxistore Decò di via Tisia, Maxistore Decò di Corso Gelone, Maxistore Decò di viale Teracati, Maxistore Decò di via Elorina. Basta chiamare e la spesa è consegnata gratis a casa.

Per approfondire
Così il Coronavirus ha cambiato il carrello della spesa degli italiani

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti