LA FASE DUE

Coronavirus: De Luca, pronto a chiudere confini Campania

Il presidente della Giunta regionale della regione: c’è «chi preme per affrettare la ripresa di tutto ma dobbiamo avere grande senso di responsabilità»

Coronavirus: arriva Immuni, la nuova app per tracciare i contagi

Il presidente della Giunta regionale della regione: c’è «chi preme per affrettare la ripresa di tutto ma dobbiamo avere grande senso di responsabilità»


2' di lettura

Il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca si dice pronto a chiudere i confini della Campania. C’è «chi preme per affrettare la ripresa di tutto ma dobbiamo avere grande senso di responsabilità», ha detto in occasione di una conferenza stampa indetta per fare il punto sull’emergenza Coronavirus. «Se dovessimo avere corse in avanti in regioni dove c’è il contagio così forte - ha aggiunto -, la Campania chiuderà i suoi confini. Faremo una ordinanza per vietare l’ingresso dei cittadini provenienti da quelle regioni». Insomma, «la “fregola” del propagandismo e il protagonismo ora sta riprendendo. I produttori di tweet sono stati per due mesi in crisi di astinenza».

«A metà maggio Campania fuori emergenza»
«Se manteniamo il rigore che abbiamo avuto finora, a metà maggio potremo dire di aver sconfitto in Campania il Coronavirus», ha continuato De Luca, che ha analizzato i dati del contagio dei primi giorni di aprile sottolineando che a questi ritmi si «sarà fuori a metà maggio». Nei prossimi giorni, ha proseguito, saranno intensificati i controlli nelle strutture che ospitano gli anziani.

«Abbiamo salvato la Campania»
La linea mantenuta fino a oggi è dunque quella giusta. «Noi abbiamo salvato la Campania, assumendo decisioni due settimane prima del Governo nazionale», ha ricordato il presidente della Giunta regionale della Campania. «Lo abbiamo fatto con scelte rigorose - ha detto - ma anche con la responsabilità dei cittadini» sottolineando che il rischio era legato alla densità abitativa, soprattutto in alcune aree. «Non stiamo di fronte a problemi banali, ma seri - ha concluso - che vanno affrontate con tutto il rigore necessario».

Per approfondire:
Coronavirus, Brusaferro: «Test per convivere col virus. Zone rosse in 100 comuni»
Scelta la nuova app di tracciamento dei contagi: si chiama Immuni

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti