ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGestione dell’emergenza

Coronavirus e uscite di casa: si deve davvero conservare lo scontrino?

Gira sui social un audio che parla di controlli con autovelox e telecamere. Sarebbero il frutto delle nuove norme varate dal Governo. Tra realtà e leggenda metropolitana

di Maurizio Caprino

Coronavirus, controlli a Roma della Polizia dall'elicottero

Gira sui social un audio che parla di controlli con autovelox e telecamere. Sarebbero il frutto delle nuove norme varate dal Governo. Tra realtà e leggenda metropolitana


2' di lettura

Si deve davvero conservare lo scontrino della spesa, in vista di controlli sulle autocertificazioni di chi viene trovato in strada nonostante i divieti imposti con l’emergenza coronavirus? Gira sui social un audio secondo cui alcuni vigili urbani raccomanderebbero di fare così ogni volta che si esce per approvvigionarsi. Sarebbe la conseguenza di non ben precisate nuove norme. Ma non è vero. Anche se in alcuni casi il possesso dello scontrino potrebbe rivelarsi utile.

Il lettore automatico di targhe
Secondo l’audio, le telecamere dotate di lettore automatico di targhe che sono incorporate in autovelox o altri apparecchi fissi di rilevazione delle infrazioni stradali o installate a bordo di auto di pattuglia verrebbero utilizzate anche per prendere nota di chi circola. In modo da chiedergli giustificazione del proprio movimento anche quando non si riesce a fermarlo subito.

Uno dei nuovi droni dei Carabinieri, per monitorare il rispetto delle norme di contenimento del coronavirus, ieri a Scampia (Agf)

Le differenze rispetto alle violazioni stradali
Tecnicamente ciò è possibile. E non occorre introdurre norme particolari: mentre per rilevare le infrazioni al Codice della strada è necessario utilizzare apparecchi omologati o approvati per gli scopi previsti dallo stesso Codice, per le violazioni amministrative in generale valgono i princìpi fissati dalla legge 689/1981. Che sono molto più elastici.

Coronavirus, a lavoro i droni dei carabinieri a Roma

Infatti, secondo il comma 1 dell’articolo 13, gli agenti «possono, per l’accertamento delle violazioni di rispettiva competenza, assumere informazioni e procedere a ispezioni di cose e di luoghi diversi dalla privata dimora, a rilievi segnaletici, descrittivi e fotografici e a ogni altra operazione tecnica». Insomma, tutto fa brodo.

I dubbi sulla praticabilità
Ma non appare praticabile un uso massiccio degli apparecchi di rilevazione delle infrazioni stradali per contrastare chi esce di casa senza un giustificato motivo. Per vari motivi, per esempio:

- lo scarso traffico consente in molte occasioni di fare controlli a tappeto con posti di blocco, impensabili in situazioni normali;

- non è detto che il proprietario del veicolo fotografato sia l’effettivo trasgressor e;

- il presunto trasgressore potrebbe anche giustificare l’uscita con motivi validi ma non comprovabili.

Invece, le telecamere possono servire in altre situazioni. E in quelle vengono effettivamente utilizzate.

Il caso di Molfetta
Come il 25 marzo a Molfetta (Bari). Un gruppo di operai locali appena arrivato dal Nord, dove lavorava, per sfuggire ai controlli aveva lasciato all’uscita dell’autostrada il pulmino che aveva noleggiato per tornare a casa. Gli operai hanno quindi proseguito a piedi verso il paese. Ma sono stati notati dalla centrale della polizia locale, dove le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate dal Comune per la sicurezza urbana vengono visionate continuamente. È quindi partita una segnalazione per i carabinieri, che hanno subito intercettato gli operai, contestando loro la violazione immediamente. Fra le tecnologie utilizzate con questa modalità possono anche essserci i droni, come avvenuto nel problematico quartiere napoletano di Scampia.

PER APPROFONDIRE:
Così i droni ci controlleranno
Le nuove sanzioni

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Maurizio Caprinovicecaposervizio

    Luogo: Milano

    Argomenti: Circolazione stradale nelle sue varie implicazioni (multe, assicurazioni, sicurezza, economia, appalti, energia)

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti