le regole da rispettare

Coronavirus, ecco cosa si può fare dall’11 al 15 gennaio. Cinque le regioni in zona arancione

Cinque regioni in area arancione, con il resto d’Italia in fascia gialla. Nessuna in zona rossa. Regole a doppia velocità, che impongono ai cittadini di informarsi, per capire cosa si può fare e cosa no. E non farsi multare

Coronavirus, le nuove regole: ecco cosa si può fare dall’11 al 15 gennaio

5' di lettura

Cinque regioni in area arancione, con il resto d’Italia in fascia gialla. Nessuna in zona rossa. Regole a doppia velocità, che impongono ai cittadini di informarsi, per capire cosa si può fare e cosa no dall’11 al 15 gennaio. E non farsi multare. A seguito delle ordinanze firmate l’8 gennaio dal ministro della Salute Roberto Speranza, in area arancione ci sono Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. In area gialla sono, invece, Abruzzo, Campania, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche. Molise, Piemonte, provincia autonoma di Bolzano, provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta. Ecco le regole da rispettare, nel combinato disposto fra il decreto legge 5 gennaio 2021 n. 1 e le ordinanze che hanno cambiato colore a cinque regioni.

COPRIFUOCO

Regole valide in zone gialle e arancioni

Loading...

Il rientro a casa dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5 e le 22, su tutto il territorio nazionale e indipendentemente dal fatto che il giorno sia feriale o festivo. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22 e le 5 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute.

SPOSTAMENTI FRA REGIONI

Regole valide in zone gialle e arancioni

Fino al 15 gennaio sono vietati tutti gli spostamenti verso una regione o provincia Autonoma diversa dalla propria. Fanno eccezione sono gli spostamenti legati a motivi di lavoro, salute o necessità.

RIENTRO A CASA

Regole valide in zone gialle e arancioni

È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

VISITE AD AMICI O PARENTI

Regole valide in zona gialla

Nella aree gialle, tra le 5 e le 22, ci si può spostare liberamente all’interno della propria regione, quindi anche fare visita a parenti o amici nella stessa regione. Non sono previsti limiti al numero degli spostamenti o delle persone che si spostano. Sarà possibile, per chi vive in un Comune fino a 5mila abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5 e le 22, entro i 30 chilometri dal confine del proprio comune (quindi eventualmente anche in un'altra regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di provincia di altre regioni. Di conseguenza, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro questi limiti.

Regole valide in zona arancione

Nelle zone arancioni ci si potrà spostare liberamente - e quindi far visita ad amici o parenti - solo all'interno del proprio comune, dalle 5 alle 22. Oltre tali orari e al di fuori del proprio comune ci si potrà spostare solo per lavoro, salute o necessità. Sarà possibile, anche nelle zone arancioni, per chi vive in un comune fino a 5mila abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5 e le 22, entro i 30 chilometri dal confine del proprio comune (quindi eventualmente anche in un'altra regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di provincia. Di conseguenza, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro questi limiti.

PICCOLI COMUNI

Regole valide in zone gialle e arancione

Sarà possibile, nelle zone gialle e arancioni, per chi vive in un Comune fino a 5mila abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5 e le 22, entro i 30 chilometri dal confine del proprio comune (quindi eventualmente anche in un'altra regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di provincia. Di conseguenza, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro questi limiti.

CONIUGI E PARTNER

Regole valide in zone gialle e arancioni

Sui ricongiungimenti di coniugi o partner che vivono in città diverse palazzo Chigi ha precisato che il coniuge/partner può spostarsi per raggiungere l’altra persona soltanto se ha la residenza o il domicilio nel comune di destinazione o se in quel comune c'è l'abitazione solitamente utilizzata dalla coppia.

GENITORI SEPARATI O DIVORZIATI

Regole valide in zone gialle e arancioni

Sono possibili gli spostamenti di genitori separati o affidatari per andare in comuni o regioni diverse, o all'estero, a trovare i figli minori. Come ha più volte chiarito palazzo Chigi si tratta di spostamenti motivati da “necessità”, dunque non sono soggetti a limitazioni. Nel caso di spostamenti da/per l'estero, è necessario consultare il sito del ministero degli Affari esteri per avere informazioni sulle specifiche prescrizioni sanitarie relative al Paese da cui si proviene o ci si deve recare.

ASSISTENZA A DISABILI

Regole valide in zone gialle e arancioni

Lo spostamento per dare assistenza a persone non autosufficienti è consentito anche tra comuni o regioni in aree diverse, solo se non sia possibile assicurare loro la necessaria assistenza tramite altri soggetti presenti nello stesso comune o regione. Si può spostare solo un parente adulto, eventualmente accompagnato dai minori o disabili che abitualmente egli già assiste. Nelle zone gialle ci si può liberamente spostare nell’ambito regionale.

GENITORI ANZIANI IN BUONA SALUTE

Regole valide in zone gialle e arancioni

palazzo Chigi ha recisato che fino al 15 gennaio sono vietati gli spostamenti per andare a trovare genitori anziani che vivono in unìaltra regione e godono di buona salute.

SCUOLE SUPERIORI

Regole valide in zone gialle e arancioni

Rientro in classe per i ragazzi delle superiori in Toscana (sono 166 mila), in Abruzzo (56.600) e in Valle D'Aosta: si alterneranno a scuola in base alla percentuale stabilita del 50 per cento. In Trentino Alto Adige già dal 7 gennaio tutti gli alunni dalle materne alle superiori sono rientrati in classe. Nelle altre regioni il rientro dei ragazzi delle superiori è posticipato con date differenziate: dal 18 gennaio (Piemonte, Lazio, Liguria, Molise, Puglia) fino al 1 febbraio (Marche, Calabria, Basilicata, Sardegna, Sicilia, Veneto, Friuli Venezia Giulia). Il 25 gennaio torneranno in classe i ragazzi delle superiori in Emilia Romagna, Campania, Lombardia e Umbria. In Sicilia il presidente Musumeci ha disposto il rientro il 1 febbraio per gli studenti delle superiori.

TURISMO

Regole valide in zone gialle e arancioni

Gli spostamenti per turismo verso un’altra Regione non sono consentiti fino al 15 gennaio 2021 compreso.

FAMILIARI O AMICI SENZA PATENTE

Regole valide in zone gialle e arancioni

Palazzo Chigi ha precisato che è possibile accompagnare a casa, alla stazione, all’aeroporto, al supermercato o in una struttura sanitaria un familiare non convivente o un amico che non disponga di un mezzo privato, non abbia la patente di guida o non sia autosufficiente. É consentito accompagnarlo da o verso la propria abitazione, anche tenuto conto dell'esigenza di limitare quanto più possibile l'utilizzo di mezzi pubblici e comunque nel rispetto di quanto previsto per l'utilizzo dei mezzi privati. La giustificazione di tutti gli spostamenti ammessi, in caso di eventuali controlli, potrà essere fornita con l'autocertificazione o con altro mezzo idoneo.

SANZIONI

Regole valide in zone gialle e arancioni

In caso di violazione dei divieti di spostamento si applica la sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro, che potrà essere aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l'utilizzo di un veicolo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti