l’emergenza epidemia

Coronavirus, con gara Consip “veloce” subito negli ospedali quasi 400mila tamponi e kit per 67mila test

Dal 5 marzo la società del Mef ha avviato quattro procedure negoziate d'urgenza per un valore di 445 milioni. L'ultimo bando con aggiudicazione entro 24 ore. Intanto Domenico Arcuri assume l'incarico di commissario di Governo con una precisa “mission”: rafforzare la distribuzione degli strumenti sanitari

di Marco Rogari

Coronavirus, ecco cosa rischia chi non rispetta i divieti

Dal 5 marzo la società del Mef ha avviato quattro procedure negoziate d'urgenza per un valore di 445 milioni. L'ultimo bando con aggiudicazione entro 24 ore. Intanto Domenico Arcuri assume l'incarico di commissario di Governo con una precisa “mission”: rafforzare la distribuzione degli strumenti sanitari


2' di lettura

Due nuove gare ultra-veloci, con aggiudicazione immediata in 24 ore, per 390.900 tamponi Rino-faringei e 267 kit diagnostici per Coronavirus, corrispondenti a 67mila test. A bandire, dopo le prime due procedure negoziate d'urgenza su 5mila Kit completi per la rianimazione, mascherine e guanti (oltre 100 milioni), è stata la Consip, la società del Mef per gli acquisti centralizzati della Pa, proprio nel giorno in cui Domenico Arcuri, già Ad di Invitalia, ha cominciato a esercitare l'incarico di commissario di Governo per la gestione dell'emergenza Coronavirus. Con una precisa “mission”: rafforzare la distribuzione degli strumenti sanitari necessari, in primis per la terapia intensiva, e far nascere nuovi stabilimenti sempre su questo terreno.

I poteri sugli approvvigionamenti sanitari per l'emergenza
Arcuri è una figura tecnica, che si affianca al responsabile della Protezione civile, Angelo Borrelli e che risponderà direttamente al premier, Giuseppe Conte. Proprio Conte ne ha voluto la nomina nonostante l'opposizione e anche una parte della maggioranza spingessero per un super-commissario con poteri a vasto raggio e avessero individuato in Guido Bertolaso la figura più adatta. I compiti affidati ad Arcuri rischiano di accavallarsi a quelli fin qui esercitati sul delicato versante delle forniture per la sanità dalla Consip, che ha attualmente al timone l'Ad, Cristiano Cannarsa.

Consip: in meno di una settimana gare per 445 milioni
Dal 5 marzo la società del Mef ha bandito, su richiesta della Protezione civile, 4 gare d'urgenza per un valore complessivo di circa 445 milioni. Le prime due già “chiuse”, rispettivamente da 185 e 258 milioni, sono scattate per la fornitura agli ospedali dei Kit completi per allestire 5mila postazioni di rianimazione e di 170 milioni di dispositivi individuali, tra cui mascherine, guanti, tute e camici, insieme a oltre 1.100 apparecchiature elettromedicali (aspiratori, ecografi e elettrocardiografi). Le ultime due gare con aggiudicazione in meno di 24 ore valgono poco più di due milioni di euro.

Consegna rapida di tamponi e kit per il test Coronavirus
La terza e quarta procedura negoziata per le attività di procurement collegate all'emergenza sanitaria Covid-19, che sono state realizzate in coordinamento con il dipartimento della Protezione Civile, riguardano la fornitura a presidi ospedalieri e strutture sanitarie di 390.900 tamponi rinofaringei per un valore totale di 880.000 euro e di 267 Kit diagnostici per Coronavirus, corrispondenti a circa 67 mila test diagnostici, per un valore totale di 1.130mila euro. Dopo l'aggiudicazione, i dispositivi arriveranno agli ospedali in tempi molto rapidi.

Per approfondire

Come difendere i risparmi
Tutta l'Italia bloccata: aperti solo alimentari, farmacie, imprese, benzinai, edicole

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti