I numeri della pandemia

Coronavirus, in Italia “solo” 122 nuovi casi e 18 decessi

Incremento di oltre 41mila tamponi effettuati, per un totale di 5 milioni e 43mila tamponi, e 3 milioni e 81mila casi testati

Coronavirus: il contagio nella tua regione. Rt a 1,12 nel Lazio

Incremento di oltre 41mila tamponi effettuati, per un totale di 5 milioni e 43mila tamponi, e 3 milioni e 81mila casi testati


3' di lettura

Solo 122 nuovi casi in Italia il 23 giugno, con un incremento rispetto a lunedì 22 di appena lo 0,51%. Il numero di decessi registrati si ferma a 18 (contro i 23 di lunedì). Questi i dati principali contenuti nel consueto aggiornamento giornaliero della Protezione civile, che segnala anche un incremento di oltre 41mila tamponi effettuati, cifra che porta il totale a 5 milioni e 43mila tamponi, per 3 milioni e 81mila casi testati. Il rapporto tamponi/positivi è 0,29% (lunedì era 0,75%).

Guarda la mappa dei contagi

La Protezione civile rileva anche il calo degli “attualente positivi” che passano dai 20.637 di lunedì 22 giugno ai 19.573 di martedì. In calo anche i ricoverati in terapia intensiva: 115 contro i 127 del giorno precedente, mentre i ricoverati con sintomi, che erano 2.038 lunedì, sono 1.853. In isolamento domiciliare si contano 17.605 persone (erano 18.472 ventiquattro ore prima) .

In Lombardia la curva epidemica segna +0,06% (ieri +0,15%). Eseguiti 6.986 tamponi (lunedì 7.776) con 62 positivi (23 da test sierologici). Il rapporto positivi / tamponi è 0,88% (mentre lunedì era 1,83%). I contagiati totali sono 93.173. In calo i ricoverati (-137) stabili le terapie intensive (51). In molte Regioni continuano i test sierologici, con successivi tamponi che rilevano soggetti con vecchie infezioni e debolmente positivi e influenzano al rialzo le cifre complessive.

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

Le regioni

Sono stati 3 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Veneto, che portano il totale dall'inizio dell'epidemia a 19.250. Lo rende noto il Bollettino della Regione, che registra un nuovo decesso, portando il totale a 2.004.
L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 23.880 (+104 rispetto a lunedì). Altri 1.445 sono “in via di guarigione” (negativi al primo tampone), 4 i decessi (per un totale di 4.059) e 6 contagi in più rispetto a lunedì (in totale 31.254).

Ancora un giorno senza nuovi contagi di coronavirus registrati, 1.438 complessivi, e decessi, 78, in Umbria.

TAMPONI GIORNALIERI E CONTAGIATI
Loading...

«Oggi registriamo un dato di 8 casi positivi e due decessi. Si conferma trend in calo nelle province che registrano zero casi. Voglio lanciare un appello affinché vengano sempre rispettate le misure di prevenzione per evitare la ripresa dei contagi. Continua a calare il numero delle terapie intensive occupate che sono 16 in totale: -7 rispetto a ieri. Tre dei casi odierni sono riferiti a una coda del focolaio del San Raffaele Pisana in un cluster famigliare, al di fuori dunque della struttura, che ha riguardato un infermiere posto in isolamento domiciliare». Così l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Sala: Milano non sta bene, si deve reinventare

«La mia città bene non sta, adesso si deve reinventare». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato dei danni anche economici che il Covid ha lasciato alla città intervenendo alla trasmissione Quante Storie su Rai 3. «Diciamo che ha evitato guai maggiori dal punto di vista sanitario. Sarebbe irrispettoso avendo avuto 2 mila vittime dire che ce la siamo cavata ma un po’ è così, poteva essere un dramma e se fosse crollata Milano sarebbe stato un problema enorme per la Lombardia e il Paese - ha aggiunto - Adesso si deve reinventare, non rinnego nulla di quello che è stato, sono fiero genitore della Milano di prima ma oggi va ripensata un po’. Non si può ripartire da lì e dire che dobbiamo tornare più in fretta possibile a quella Milano perché non ha senso».

La situazione di lunedì 22

Nella giornata di lunedì 22 giugno si erano registrati 218 i nuovi casi di coronavirus, per un incremento dello 0,09% rispetto al giorno precedente. Ventitre i morti, +0,06% nel confronto con domenica. Gli attualmente positivi erano 20.637 e 533 guariti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti